Alessia Cammarota si sfoga su Facebook: “Il locale mio e di Aldo Palmeri recensito negativamente perché non facciamo foto con i fan… perché non possiamo essere normali?”

Trono classico - Aldo Palmeri e Alessia Cammarota

Sembra di poterla sentire, la voce di Alessia Cammarota, ex corteggiatrice e moglie dell’ex tronista di Uomini e Donne Aldo Palmeri, leggendo lo sfogo pubblicato pochi minuti fa dalla bellissima napoletana sulla sua fanpage ufficiale su Facebook.

Aldo e Alessia insieme compongono una delle coppie più amate e seguite nella storia di Uomini e Donne e, al contempo, sono una delle coppie meno mediatiche e che meno sono rimaste legate al mondo dello spettacolo. Poco dopo la scelta nel salotto di Maria De Filippi, infatti, i due ragazzi hanno convissuto e nel giro di un anno hanno completamente stravolto le loro vite per mettere su un progetto insieme: hanno messo in cantiere il piccolo Niccolò, nato a giugno dello scorso anno, si sono sposati e hanno aperto un’attività a Catania (città di Aldo in cui i due si sono trasferiti definitivamente dopo le nozze) che consiste in un Lounge Bar, il Keep Up, situato al centro della città.

Nel lungo sfogo pubblicato sul noto social network la Cammarota ha raccontato di come, ultimamente, le più grandi difficoltà in ambito lavorativo arrivino proprio e paradossalmente a causa di alcuni fan, fan che recensiscono negativamente il loro locale o reagiscono malamente nei loro confronti per il semplice fatto che, in orario lavorativo, i ragazzi non si prestano a posare per le foto. Alessia nel suo post racconta delle difficoltà ad avviare un’attività, racconta dei pregiudizi nei loro confronti da parte degli addetti ai lavori che li etichettano per via della loro esperienza televisiva e racconta di quanto sia difficile cercare di avere una vita normale se persino i loro sostenitori non li aiutano ad essere proprio questo: due persone normali che quando lavorano devono impegnarsi nel farlo al meglio senza poter accontentare la fila di clienti che magari entrano al locale solo per ottenere un selfie con il loro personaggio preferito.

A seguire eccovi le parole di Alessia:

Instagram 2 Instagram 3

E qui la replica ad una fan:

Facebook

Che ne pensate?

About Isa

33 commenti

  1. ce ne fossero di Alessia Cammarota…

  2. Il locale gode di un vantaggio pubblicitario innegabile che proviene dalla popolarità ottenuta in tv dalla coppia. Si ma che palle farsi le foto con i fans che ci fanno lavorare…

    BACIATEVI I GOMITI!!!

  3. No, io non sono d’accordo, il successo del locale (se ne ha, non lo so perché non sono della zona) é dovuto sicuramente alla qualità del servizio ma anche al fatto che si tratta del locale di Aldo&Alessia, e fare una foto con qualche fan che viene, paga e consuma non mi pare sputare sui sacrifici che si fanno. Cioè per fare una foto ci vogliono quanti, 3 secondi? Non ti costa niente e fai felice delle persone. Rifiutarsi é un eccesso di divismo che non sta né in cielo né in terra. Per dire, quando si va in alcune famose pizzerie napoletane ci sono turisti stranieri ma anche clienti italiani che chiedono una foto ai pizzaioli la cui fama si accresce anche per questo, oltre che per la loro bravura, sono cortesi, disponibili, non si rifiutano mai, e mica perché accettano di fare delle foto sono considerati imprenditori meno seri?
    E poi da quando l’imprenditoria non può accompagnarsi all’aspetto mediatico?
    Cioè mi pare proprio una sparata fuori dal mondo.

  4. Beh più di tre secondi in realtà, tra il prima e il dopo la foto (che fai, due chiacchiere non le scambi dopo la foto per chiedere come sta il piccolo?) se ne possono andare anche 4/5 minuti. Che vuoi che siano 5 minuti, nulla in realtà, ma se sono in 25 a chiedere una foto quei 5 minuti diventano un bel pò di più, e se oltre alla fan che chiede la foto ad Aldo ci siano altri due clienti, che non sanno nulla di chi siano Aldo e Alessia, che vogliono semplicemente uno spritz e un negroni che facciamo? Aldo dice: “scusatemi aspetterestv tre quarti d’ora? Faccio 56 foto e ti faccio il drink..” certo certo..

    La verità è che se facessero solo foto verrebbero accusati di campare solo sulle spalle dei fans, e poi mi pare che il senso del post della Camma fosse “no foto in orario di lavoro”. Ci sono tanti altri momenti per farsi le foto no?
    Poi se questo vuol dire che gli indignados non andranno più al bar, amen.. non si può piacere a tutti, ma così facendo almeno i coniugi Palmeri cercano di dare una certa credibilità alla propria attività in modo che quando l’ondata di popolarità sarà scemata potranno ancora portare a casa i soldini per mangiare senza ricorrere a serate a destra e a manca.

    • Senza offesa per Aldo e Alessia, ma non parliamo di clooney e amal, o di Brad Pitt e la Jolie, non penso che si presentino 50 persone a sera per fare le foto, e neanche 20. E poi quanti fans potranno mai avere? Se si fanno una foto una sera non penso che la volta successiva la chiedano di nuovo.
      La credibilità non la perdi con due foto e non la guadagni rifiutandole, ste ragazzine mica ti chiedono un prestito, ti chiedono un sorriso a favore di camera e stop, ci avrebbero guadagnato loro e ci avrebbe guadagnato il locale.
      Di certo quelli che potevano essere clienti abituali ora li hanno persi.

  5. No, non ci siamo. Se hanno potuto aprire il locale è stato grazie ai soldi delle serate (per loro stessa ammissione). Purtroppo avranno sempre un cordone ombelicale con le fans che vanno a vederli, non possono fare gli snob adesso, il loro legame è inscindibile.

  6. Bah, hanno aperto il locale grazie ai loro fans ed al programma ed ora vogliono ritornare nell’anonimato senza farsi riconoscere? mi sembra davvero assurdo.
    Capisco la voglia di farsi valere, di dimostrare qualcosa, ma la cammarota (personaggio che non mi è mai piaciuto) che fa la di più solo perché accudisce un figlio e lavora in un bar fa abbastanza ridere.. sta solo facendo ciò che fanno tutte le madri lavoratrici, amen, deve essere santificata perché per scelta sua dorme 3 ore a notte?
    Ultima cosa, se ci legge, più che le funz che sulla pagina del locale lasciano recensioni negative perché non hanno fatto la foto con loro (roba anche secondo me assurda), se la dovrebbero prendere con le invasate che pur non essendo neanche mai andate in questo locale commentano difendendo a spada tratta “aldo&ale” con tanto di cognome “palmarota” in facebook! Credo che anche questo non permetta ai due di scollarsi l’etichetta “televisiva” che si portano tuttora addosso, parere mio!

  7. Maddaaaiii Alessia! Ma quanti mai potranno essere al giorno quelli che ti chiedono la foto? Di lounge bar al giorno d’oggi ce ne stanno a bizzeffe quindi se lavorano è anche grazie alla visibilità ottenuta col programma.. Quanto potrà mai durare?! Un paio d’anni/ due? Una volta accetti, una volta no.. Una volta dai confidenza, una volta stai nel tuo.. Ma che le dobbiamo spiegare noi queste regolette alla signora Palmieri? E poi è un bar.. Se non sai intrattenere i tuoi clienti cambia mestiere.. Se non li invogli a tornare che butti soldi a fare? E poi chissenefrega degli altri imprenditori? Tu a fine giornata il ricavo superiore al costo devi ottenere..

  8. Scusate eh… essere stati a uomini e donne, non vuol dire essere schiavi dei fan…. sopratutto considerando che loro conducono una vita normale… immagina che hai clienti da servire e sei indaffarata.. vengono i fans e vogliono fare le foto è ovvio che non facilitano la situazione.. e sappiamo come possono essere sgradevoli le bimbeminkie…

  9. Il locale l’hanno aperto grazie alla loro visibilità.
    Ora, anche io credo che uno che va in tv non debba per questo essere schiavo del pubblico e che il lavoro sia una cosa importante e vada rispettato e anzi il fatto che vogliano essere così professionali è da ammirare. C’è da dire però che se nel pomeriggio trovi mezz oretta magari quando è un momento tranquillo per dedicarti ai gruppetti di funz secondo me non è così dura. E inoltre poi la gente torna anche con piacere da te e non per sempre ti chiede le foto. Magari porta gli amici, diventa un punto di ritrovo. Insomma non stai facendo un lavoro tipo l’operaio in cui sei tu e basta. È importante saper trattare con le persone.
    Piuttosto se c’è troppa gente dici “guarda facciamo una foto di gruppo perché oggi è davvero un caos e non ho tanto tempo scusate” poi se si offendono problemi loro a quel punto.

  10. Perché non introdurre una mezz’ora per le foto?
    Cioè loro scelgono un orario fisso per le foto e mettono l’affisso davanti alla porta del locale. Chi non viene durante quell’arco di tempo non potrà avere la foto.

  11. Non sono d’accordo. Di locali ce ne sono a centinaia, ognuno deve avere un qualcosa che ti spinge ad andare ed è quindi normale che chi va da loro lo fa anche e soprattutto per incontrarli
    Ne dovrebbero essere felici perchè così portano avanti un’attività, molti dello spettacolo aprono locali e ristornati sfruttando la loro popolarità e sono presenti appunto per richiamare gente. Se non volevano avere queste “rogne” avrebbero dovuto scegliere un altro lavoro, non a contatto diretto con il pubblico in modo da stare tranquilli e restare anonimi

  12. Io penso che noi -essendo persone normali- non abbiamo idea di cosa gli invasati delle pagine Facebook possono fare.Esattamente come spendono centinaia di euro per i regali poi si mettono d’accordo per fare 100 recensioni cattive su tripadvisor.
    Loro sono andati in TV e ok, ma non hanno scelto (e non meritano) di avere un branco di stalker alle calcagne.Internet crea dei mostri, davvero!
    Tra l’altro lei secondo me è stata anche gentile e ha cercato di giustificarsi senza insulti o senza tirarsela.

    • Poi il locale può anche non piacere, però un conto è dire “Non mi sono piaciuti i cocktail” un altro è mettere una recensione negativa perchè Aldo e Alessia non hanno fatto una foto!

      • Non é corretto, é vero, ma é la stessa cosa di quando si fanno recensioni negative perché il personale non é cortese. Bisogna vedere il modo in cui queste foto sono state rifiutate.
        Penso che dire “ragazze, scusatemi davvero ma adesso é un delirio, possiamo farlo in un altro momento?” non avrebbe urtato così tanto queste persone. Cioè il ragionamento di Alessia può anche essere corretto, per carità, peró questa gente non é pazza eh.

        • LadyT io penso invece che questa gente (o almeno una parte) non ci stia molto con la coccia..detto sinceramente.
          Ho letto e sentito parlare persone che si rapportavano e vivano i rapporti con personaggi di uomini e donne come se fossero parenti o amici o dovessero loro qualcosa..

    • Esattamente come la penso anche io! Non penso che abbiamo negato ogni cosa ai fan che si presentavano al locale, penso semplicemente che in orario lavorativo sia veramente faticoso stare appresso al locale e anche alle richieste dei fan. Quando ho fatto per un periodo la cameriera spesso mi trovavo in difficoltà anche a stare dietro a tutte le ordinazioni, e neanche lo gestivo il locale, figuriamoci poi se devono districarsi tra fan, domande autografi e via dicendo. Poi addirittura recensire negativamente un locale, per il semplice motivo che gli sarà stata negata una foto in orario lavorativo, lo trovo molto scorretto. Lede la vita lavorativa di due persone che fanno qualcosa di molto più serio e impegnativo che girovagare per locali e dire qualche fesseria. Detto ciò, tanto di cappello per loro che con molta maturità hanno capito che un lavoro serio paga di più che la popolarità effimera di qualche serata.

  13. si può anche andare nel locale per vederli senza però rompere le scatole eh……
    é vero che sono andati a U&D, ma questo non vuol dire che non possono scegliere di fare altro nella vita! Ora hanno aperto un locale, certo grazie ANCHE ai soldi guadagnati in un programma, ma questo non vuol dire che debbano stare ore a fare foto ed ad intrattenere i clienti, che magari pretendono anche di vedere il figlio, altrimenti arrivano recensioni negative che inevitabilmente mandano alle ortiche tutti i sacrifici che si fanno per mandare avanti un’attività!!!!!
    Alessia ha avuto problemi quando aveva il centro estetico, ne sta avendo ora con il locale a distanza di due anni, francamente mi sembra un po’ eccessivo! La gente non sta benissimo se basta una foto mancata per recensire male un locale! Il mio ragazzo ha un’attività e ci sono davvero certe recensioni negative per delle MINch*** che invece incidono pesantemente sull’intero operato, ogni tanto i clienti devono pensarci prima di scrivere!
    Tra l’altro se accontentassero tutti le recensioni negative arriverebbero da qualcun altro che invece ha dovuto aspettare mezz’ora per avere un cocktail (motivo per il quale si va in un bar) perchè loro erano a fare foto…per me non è normale!

  14. C’è sempre un rovescio della medaglia che va considerato, cari miei.Puó non essere giusto, ma ci sono ingiustizie peggiori. Star lì a lamentarsi per quattro foto, mi sembra eccessivo. Se vogliono davvero far cessare tutto ció, evitino di fare gli ospiti da filippa per qualche anno e nessuno si ricorderà che sono esistiti.

  15. Perché pensare che se il locale riceve qualche recensione sia per le foto mancate e non perché magari c’è qualcosa che può non piacere. Anche il locale di belen ha recensioni non sempre eccellenti, su servizio, location e cibo…non a tutti può piacere . Poi ovvio c’è chi scrive tanto per, però non è che bisogna colpevolizzare solo i fans non accontentati.

  16. Alessia no, stavolta non sono proprio d’accordo con te. Aprire un lounge bar non è un’attività qualunque: che tu sia vip oppure nip, hai scelto una professione per la quale il contatto col pubblico è tutto. Ciò che si beve o si mangia da te e la qualità del servizio possono essere più o meno apprezzati, ma oltre alle questioni tecniche c’è un elemento prioritario nel tuo lavoro, quello comunicativo. Se non sai accogliere, dedicare tempo e far sentire importanti uno per uno ii tuoi clienti, probabilmente hai sbagliato ambito professionale. Non sei la cameriera che lavora a cottimo, sei la proprietaria. Se non per gratitudine verso chi ti ha permesso di essere dove sei, almeno per svolgere appieno il tuo compito, dovresti essere felice del fatto che le persone vengano nel tuo locale proprio perchè ci sei tu. Eventuali abusi vanno evidentemente trattati singolarmene, ma credo che per voi istituire la regola per cui non si fanno foto durante il lavoro equivalga a tirarvi la zappa sui piedi.

  17. Nelle recensioni c’è scritto espressamente che il giudizio è negativo per le foto! In una recensione c’è addirittura scritto che Alessia non è neanche andata a salutare i clienti una volta che sono entrati nel locale (sono stati serviti da un ragazzo che lavora lì)…come se nei locali, quando entri, tutti i soci vengono a salutarti personalmente…..dai…per me è il delirio!

    • D’accordissimo. Purtroppo la gente non sa fino a che punto possano arrivare queste ragazzine invasate. Tra l’altro essendo un lounge bar secondo me il target a cui si riferisce è anche più adulto e pensare di andare a ricevere ogni singolo cliente è follia. Una volta tanto che qualcuno non cerca di vivere alla Gallella con la serate ancora a distanza di dieci anni andrebbe apprezzato.

  18. sakurakoji1973

    Incredibile,la Cammarota fa quello che fanno tutte le mamme che lavorano. Ma poi dico,scegli di aprire un’attività del genere sfruttando la popolarità che ti hanno dato tutte le invasate che adesso portano tanto fastidio.Sono d’accordo con Romina,un bel cartello con gli orari e passa la paura. Dai Alessia,fai la persona seria.

  19. certo che ce n’è di gente matta a giro eh

    è chiaro che a&a abbiano potuto fare questo investimento e portarlo avanti anche grazie alla popolarità e visibilità della trasmissione, e che le funz possono essere un fastidio ma anche una bella riserva di clientela e di pubblicità, e che qualcosa di rovescio della medaglia la dovranno pur sopportare
    in fondo sono fuori dalla trasmissione da (relativamente) poco

    però c’è anche un limite a tutto: basterebbe un po’ di buon senso e io, devo dire, non nutro alcuna speranza che un buon zoccolo duro di funz capricciose e urlanti questo minimo buon senso non abbia idea di che cosa sia
    lamentarsi per mancati selfie e mandare recensioni negative solo per questo lo conferma: robe da pazzi
    magari ne avranno già pure diverse di foto con loro (immagino, non vivendo propriamente a new york), ma no, l’ex personaggio deve essere a sua perenne disposizione
    stic***i

    nondimeno, considero questo lungo post pubblico un mezzo autogol: un po’ perché, pur avendo anche ragione, questo sfogo sui suoi orari da mamma può stuccare un po’ (quante mamme normali fanno anche di più e magari da precarie?), anche se capisco fosse un po’ esasperata, un po’ perché le lamentele sul fatto di non venir presi sul serio dalla concorrenza sono un po’ irrilevanti (perché se non riesci a lavorare perché ti trattano come tronista in libera uscita da serata non ci riesci comunque indipendentemente da quel che possono pensare concorrenza e fornitori), un po’ perché sarebbe bastato pubblicare un post con altro tono ringraziando per l’affetto bla bla ma che dispiace non riuscire sempre ad essere disponibili in orario di lavoro perché appunto devono lavorare, dichiarandosi comunque disponibili in altri momenti o semplicemente in momenti di maggiore calma

    è uno sfogo il suo
    la capisco (probabilmente sarei esasperata anche io), ma mi pare poco furbo, ecco

    ps. se io leggessi recensioni negative su un locale perché i proprietari (ex partecipanti a trasmissioni tv varie) non danno sfoggio di divismo e al suo interno non si crea il tipico ambiente da serata con ragazzine urlanti e flashanti potrebbero convincermi a metterci piede
    o meglio, potrebbero dissuadermi dal dover per forza girare al largo e non entrarci neanche per sbaglio 😉

Inserisci un commento

Not using HHVM