Paolo Bonolis sentenzia: “Se la Mediaset mi chiederà di rifare solo ‘Ciao Darwin’ e ‘Avanti Un Altro’, passerò alla Rai!”

Paolo Bonolis

Si è da poco concluso Ciao Darwin 7 – La Resurrezione, riscuotendo un notevole successo da parte del pubblico che già non fa che chiedersi se Paolo Bonolis stia pensando ad una ottava edizione del divertentissimo programma del venerdì sera di Canale 5. A quanto pare, però, questo non è l’unico dilemma che si sta ponendo in queste ore il conduttore: Bonolis, infatti, sta seriamente valutando l’eventualità di salutare casa Mediaset per tornare alla Rai, come ha lui stesso raccontato nel corso di un’intervista rilasciata a Chi:

Non ho ancora deciso se rimango in Mediaset o passo alla Rai. Decido nei prossimi giorni. Sto parlando con entrambe le aziende. Se a Mediaset mi chiedessero di rifare solo ‘Ciao Darwin’ e ‘Avanti Un Altro’ sicuramente mi sposterei. Alcuni anni fa a Mediaset era impossibile fare determinate cose che in Rai mi permettevano di fare e mi sono spostato. Ho lasciato Mediaset, dove guadagnavo bene, e sono andato in Rai per realizzare un Sanremo che sentivo molto. Poi, a parità di condizioni, evidentemente, vai dove guadagni di più. La gente si vergogna a dirlo, ma è così.

Senza ombra di dubbio, Bonolis è uno dei conduttori televisivi più amati e stimati della televisione italiana, sia per la sua capacità di non avere peli sulla lingua, per la sua invidiabile cultura, per l’ironia che lo contraddistingue e per miriadi di altre doti che riescono a permettere ai suoi programmi di riscuotere sempre un successo degno di nota, tanto che anche il direttore generale della Rai Antonio Campo Dall’Orto in una recente intervista aveva dichiarato:

È un fuoriclasse della tv, certo che lo vorrei, e anche Maurizio Crozza. L’ho scoperto io. Sono tutti nomi che stanno nell’Olimpo di quelli bravi.

Ma anche il direttore di Canale 5 Giancarlo Scheri non ha potuto non riconoscere le qualità di Bonolis, tanto che lo aveva descritto così:

Geniale, talentuoso, un vero numero uno. Con la sua grande spalla, Luca Laurenti, è stato capace, ancora una volta, di mettere simpaticamente a nudo vizi e debolezze degli italiani, creando uno show caleidoscopico al passo coi tempi, dirompente, ironico e straordinariamente divertente. Grazie e complimenti a Paolo, alla sua meravigliosa squadra di autori, alla pirotecnica regia di Roberto Cenci, a tutta la prodigiosa squadra produttiva.

Insomma, il conduttore sembra essere decisamente apprezzato in ogni dove e, avendo il coltello dalla parte del manico, ora starà a lui decidere come sfruttarlo. Passerà alla Rai o la Mediaset, pur di tenersi stretto un pezzo da 90 come lui, deciderà di metterlo a capo di un nuovo programma?

About Franci

Inserisci un commento

Not using HHVM