Auditel ‘Uomini e Donne’: questa settimana vince il Trono classico!

Trono classico - Andrea Damante e Oscar Branzani

Dopo una stagione di dominio incontrastato del Trono over questa settimana, a sorpresa, a vincere la gara degli ascolti è il Trono classico! Quest’anno l’unica vittoria del trono dei giovani era stata registrata in occasione della scelta di Ludovica Valli, questa settimana, invece, il Trono classico ha trionfato con una puntata ordinaria, quella andata in onda mercoledì, suddivisa tra una prima parte dedicata ad Andrea Damante e la seconda, e più lunga, dedicata a Oscar Branzani: ben 24,16% di share 3005.000 gli spettatori sintonizzati.

Al secondo posto troviamo la puntata di lunedì con la sfida di ballo tra Gemma Galgani e Tina Cipollari ed il triangolo tra Luca Rufini, Serena e Morena, che ha interessato  3.108.000 spettatori con lo share del 23,99%.

Terzo posto per la puntata di venerdì, sempre molto incentrata sul triangolo LucaSerenaMorena, che ha ottenuto 3.207.000 spettatori, 23,55% di share.

A seguire la puntata di giovedì, tutta incentrata su Gemma e Giorgio Manetti, che ha raccolto  il 22,74% di share con 3.089.000 spettatori. E a chiudere la puntata del Trono classico andata in onda un po’ a sorpresa di martedì: 2.667.000 spettatori e  20,77% di share.

About Isa

8 commenti

  1. In findo basta mettere un paio di ragazzotti leggermente meno farlocchi. Non è poi questa gran fatica!

  2. manca qualcosa tra loro….forse l eterosessualità…..o un bel cuore o i petali su di loro

  3. Effettivamente è stata una puntata fantastica quella del classico di mercoledì.

  4. Magari è perché al pubblico piace sentire le parolacce. Ecchecca**o XD

  5. non per fare la guastafeste, ma in v.a. vince sempre, sebbene non di molto, l’over

    comunque ottimo risultato, assolutamente
    specie visto l’andazzo dell’andata

    peccato si sian svegliati tardi

    • Se è per questo c’è un classico a 2600k, ma pure guardando allo share la media settimanale è più alta nell’over.
      Però a questo blog interessa solo lo share, come nelle tweet fight tra uffici stampa rivali.
      Probabilmente perché appare più confrontabile.
      Gli investitori pubblicitari, credo, una volta stabilito chi vincerà e chi perderà, e direi che è stato stabilito, puntano alle persone e non alle quote su un totale qualunque sia. Poi, certo, saranno interessati alla composizione del pubblico e agli share per target.
      Da questo punto di vista probabile sottostimiamo, non oggi sempre, il classico e sovrastimiamo l’over.
      Detto questo fa effetto un 24% nel classico mentre non stupisce né un 3000k né un 2600k, roba già successa più volte quest’anno.
      L’inverno è stato avvilente perché c’era tanta gente davanti alla tv e però non aveva nessuna voglia di sorbirsi Amedeo o Rossella.
      Adesso c’è meno gente e questa gente è più interessata ai ragazzi farlocchi che friggono d’amore come fishburger all’aceto balsamico.
      Pensa te che schifo.
      Crazy non sai quanto mi diverto a leggere di Andrea ‘che è cotto’, ‘le strategie di Giulia’, eccetera. Non lo so perché.
      Comunque io sugli ascolti della scelta di fine anno, così come sulla scelta di Andrea, mi sono espresso a tempo debito, adesso
      la colazione!

  6. sì sì, lo so che c’è sempre più attenzione immediata sullo share, anche sui giornali
    io invece ho il pallino dei valori, ma comunque era più una precisazione

    sul damante e il branzino purtroppo non posso dire molto
    però, una cosa mi è chiara: veri o meno pare siano stati (specie il damante) verosimili e se hanno finto lo hanno fatto decentemente tanto che hanno favorito un po’ di sana e innocua immedesimazione, un po’ di sano spirito da telenovela da guardare a tempo perso
    e questo è il minimo sindacabile che si possa chiedere a ued, per quanto mi riguarda (a meno di non buttarla del tutto in vacca e puntare sul trash totale, cioè)
    tant’è che, pur non avendo visto nulla se non dama vs. peracchi me ne dispiaccio un po’

    con la tizia del gf, il barbato o lo stesso parecchi (per dirne tre) dove volevano andare…

Inserisci un commento

Not using HHVM