Daniele Incicco dei La Rua ospite in radio: “Il bacio gay dato al mio compagno di band non è stato una provocazione e nella finale di ‘Amici 15’ che vinca il migliore!”

Di Titta - 22 maggio 2016 18:05:28

Ieri in collegamento con Giada Di Miceli a Non Succederà Più, il programma radiofonico in onda su Radio Radio, doveva esserci Cristian Gallella, l’ex naufrago dell’ultima edizione de L’Isola dei Famosi, che tuttavia non ha risposto al telefono, come ha spiegato la stessa conduttrice all’inizio della trasmissione, pochi momenti prima di mandare in onda l’intervista a Daniele Incicco, il leader dei La Rua, la band che ha conquistato gli spettatori di Amici di Maria De Filippi, il talent show di Canale 5 giunto alla quindicesima edizione, che si è soffermato innanzitutto sulla spiegazione di quello che è il loro innovativo genere musicale:

“Dapprima avevamo la nostra musica, da un certo punto in poi avevamo la nostra musica messa con tutta la nostra energia nelle cover, da un certo altro momento in poi era la nostra musica condita con energia e condita con un altro componente che è l’elettro e anche il power della musica rock. Abbiamo cercato di inserire vari componenti e di fare un intruglio che potesse essere esplosivo!”

Quando la conduttrice gli ha chiesto qual è stata il ruolo di Elisa Toffoli, direttrice artistica della Squadra Bianca, nella loro ascesa al serale, il leader dei La Rua ha minimizzato il termine utilizzato dalla Di Miceli:

“Ascesa… diciamo che siamo migliorati! Elisa ci ha assegnato dei brani che noi non avremmo magari mai fatto, perché appartengono a un certo tipo di musica che ha veramente come componente l’energia. Il fatto di avere queste assegnazioni e poi il suo lavoro in sala prove, i suoi consigli, hanno fatto sì che noi abbiamo modificato alcune robe e siamo venuti fuori per quello che siamo, cioè una band molto energica. Poi devo dire che i miei componenti, i miei ragazzi hanno fatto un lavoro pazzesco a livello di produzione, sono cresciuti proprio loro in tutto questo percorso, quindi sentivate una band dietro che veramente spaccava! Io ero solo l’attaccante che doveva segnare, mi facevano i passaggi veramente a porta vuota!”

Incicco ha anche raccontato i problemi di salute che hanno colpito la sua voce qualche anno fa:

“Nel 2007 mi hanno riscontrato due inspessimenti alle corde vocali e quindi non riuscivo più a cantare e quindi mi hanno operato; però l’operazione era molto particolare, difficile, e mi avevano messo all’erta dicendomi che avrei potuto comunque rischiare di non cantare più. Questa cosa mi ha distrutto l’anima però l’ho dovuta fare comunque e invece sono qua: quest’anno ho addirittura cantato i Queen, quindi credo che sia andata molto bene!”

Il cantante non ha avuto alcun problema a parlare anche del bacio gay con il suo compagno di band, Alessandro, che ha tanto fatto discutere:

“In realtà a me non piace pensarla come provocazione, nel senso che abbiamo un’occasione molto importante: noi parliamo ad un pubblico giovane e soprattutto parliamo ad un grande pubblico, grazie al canale televisivo. Questo canale televisivo deve essere ben utilizzato, nel senso che secondo me noi cantanti dobbiamo sentirci sensibilizzati e soprattutto per delle cause dobbiamo combattere assolutamente e muovere le coscenze. Io ho voluto semplicemente cavalcare il significato della canzone (…), mi sono fatto strumento del brano e ho esibito questo bacio. Questo bacio è semplicemente il mezzo più veloce per far capire dove vive l’amore, perché il bacio è quello che ti dà una mamma appena nasci. Se questo bacio ha mosso in negativo o in positivo delle coscienze, il problema sta in chi si è sentito chiamato in causa, perché in realtà nel 2016 dovremmo scandalizzarci per la violenza, per la povertà, per altre cose. Un bacio è semplicemente una delle cose più belle che una persona possa fare, che sia tra uomini, tra donne… questo non conta, conta l’amore, che deve essere assolutamente legalizzato, com’è successo qualche giorno fa!”

L’ex concorrente di Amici ha rivelato di non riuscire a reputare uno dei suoi ex compagni di avventura più forte degli altri, nemmeno quando la Di Miceli gli ha riportato apprezzamenti particolari su Sergio Sylvestre:

“Sono tutti molto forti, non riesco a vedere una persona più forte, anche perché non trovo le persone più forti, trovo le persone forti nel loro ambito, quindi che vinca il migliore, come si dice nei casi più generalisti! (…) Sergio io lo adoro, ma in realtà li ho espressi anche su Elodie Di Patrizi, perché mi piace il suo timbro vocale; li ho espressi anche su Lele Esposito, mi piace il suo essere così poliedrico a livello musicale. Poi giustamente hanno preso solo quello… in realtà a me piacciono veramente tanto tutti e tre!”

Ecco un estratto delle dichiarazioni del cantante in radio:

Ecco l’intervista completa a Daniele Incicco:

Non Succederà Più
Clicca sull’immagine per vedere il video

E a voi piacevano i La Rua?