‘Uomini e Donne’: l’opinione di Isa sulla puntata di oggi del Trono over

Trono over

Due cose sono certe: la morte e Gemma Galgani e Giorgio Manetti a Uomini e Donne. Ma forse per la morte riusciremo a trovare una soluzione.

Vi prego, amici, vi prego, salvatemi, salvatevi, salviamoci. Insomma sono passati oltre tre mesi, c’è stata di mezzo un’estate, io nel frattempo ho avuto le doglie, ho partorito, sono ingrassata, ho allattato. Cioè il mondo è andato avanti, si è evoluto, è mai possibile che in quel caspita di studio ci sia una sorta di limbo, un blocco temporale che fa sì che passino i giorni, i mesi e gli anni e questi siano sempre fermi allo stesso caspita di punto? E’ un incubo. Sembra una di quelle infinite puntate di Beautiful in cui tra la battuta di un attore e la replica del co-protagonista passa a un mese e mezzo e tu ti ritrovi lì a guardare Brooke Logan, giovane e bella, continuare a trombarsi gente a caso mentre nel frattempo tu sei invecchiata e hai preso una badante rumena per farti accendere la tv e fartela sintonizzare su Canale 5.

Io lo so che diventerò anziana e Gemma sarà ancora lì a piangere a secco, a litigare con la Cipollari, a parlarci del suo grande amore perduto, del 4 settembre e del 3 giugno, e a sfoggiare vestiti attillati e scosciati che io non potevo permettermi nemmeno a sei anni. Lo so. So tutto. E sono pure piuttosto rassegnata. E non perdo nemmeno più tempo a soffermarmi su quanto morti di fama siano lei e il suo compagno di merende (che peraltro oggi avevano un colorito più che inquietante, cioè vabbè che tra un mesetto e mezzo è Halloween ma iniziare sin da ora a travestirsi da zucca mi sembra eccessivo) e su quanto farlocca sia tutta la sceneggiata messa su negli ultimi mesi (perché se magari all’inizio in mezzo a tanto teatro c’era anche qualcosina di minimamente vero, adesso siamo ad un livello caricaturale tale che non si può proprio credere a nulla, nemmeno sforzandosi). Non mi arrabbio nemmeno più con Queen Mary e la redazione perché loro rispettano solo il volere del pubblico che emerge dai dati auditel. E, proprio perché sono sfinita già dopo la prima puntata, non mi arrabbio nemmeno con quel pubblico che determina quei dati auditel stellari. Io chiedo solo una cosa: posto che è tutto un teatrino, VI PREGO, VI PREGO, VI PREGO fate qualcosa per renderlo un po’ più avvincente! Variate un attimo lo schema, rendete il tutto un pizzico, pizzico, pizzico meno prevedibile, introducete qualche nuova figura stabile, create qualche dinamica da libro Harmony (Harmony vintage, per la precisione), insomma, vi scongiuro, fate qualcosa perché io per scrivere le opinioni puntata dello scorso anno ho già usato tutte le possibili combinazioni di parole che la lingua italiana fornisce per commentare duecento volte la stessa cosa. Se non vi inventate qualcosa di nuovo l’unica alternativa sarà iniziare a scrivere le opinioni in turco. E io non conosco il turco. Quindi ne verrebbe fuori una cosa del tipo: “Uomini e Donne: l’opinione di Isa sulla puntata di oggi del Trono over” -> ajkdj adhkjashd jkfehiewuf ahiuhsiu dsjhdjasgda ausygqgs. Non so se rendo l’idea.

Abbiate pietà, entità astratte che componete la redazione di Uomini e Donne, io lo so che fareste il #FottutamenteTantoPerCentoDiShare anche solo mettendo per 45 minuti un primo piano muto dei Gabbianelli ma io vi guardo da oltre un decennio, vi ho continuato a guardare nonostante Riky il cameriere, nonostante Lady Chioccia, nonostante tronisti come Samuele Mecucci, nonostante Tinì e nonostante Gianni Sperti. Qualcosa me la dovete.

N.B Tina Cipollari ha dovuto attraversare il Sud America a piedi per dimagrire e rimettersi in forma, non vorremo mica farla spanzare di nuovo solo per fare quei divertentissimi (…) teatrini a sfondo gastronomico con la Galgani, vero? Vero?! Nel dubbio io promuovo la campagna #SaveTheTina.

Video della puntata: Puntata intera – Tina in gran spolvero – L’estate di GemmaNuove punzecchiature…nuovi regaliUna lettera per… Buonasera dottoreE’ veramente finita?Marco e DarioLo speed date imprevisto!