‘Una Settimana Da Urlo’ Di Simona Bastiani

Chia 14 Novembre, 2011

Una settimana da urlo

Come quando un cane ti fiuta addosso per capire chi sei, nello stesso modo, nella prima settimana amiciana post diretta, si approcciano i candidati al nuovo che li attende, e se è da subito evidente il carattere schivo e poco avvezzo alle scaramucce di quartiere dei ballerini della Celentano (a proposito, senza trucco è un tutt’uno con la capigliatura) che di già pare avere preso come
bersaglio la bella Yunieska Sanchez, accusata di essere spesso fuori musica, è invece altrettanto chiaro come la squadra dei Sette Nani (le loro altezze variano dall’1.63 all’1,67) capitanata da “Biancaneve Garrison” abbia in mente di giocare la carta del Calimero piccolo e nero. Eh si, perché impenitente è tornato il televoto a farla da padrona e cosa c’è di meglio che giocare all’uno contro tutti per accaparrarsi voti?

Poco furbi (o poco educati forse è meglio) invece i cantanti della Di Michele che già al primo appuntamento arrivano in ritardo beccando una punizione con Carlo Alberto Di Micco “Napo Orso Capo” pronto a contestare e a fare la prima donna (uno che giudica YOU ARE NOT ALONE DI M.J il pezzo più banale da parte mia non avrà mai una briciola di considerazione e attendo con ansia la sua magistrale interpretazione): aspetto al varco la Di Michele che si pronunci su questo atteggiamento o forse essendo suo allievo farà finta di non vedere? Stessa cosa per altri tre elementi ripresi dalle telecamere a fumare nei bagni: ma hanno mai visto Amici oppure non ci arrivano di loro? Come sempre, questi ragazzi recitano la parte delle pecorelle sottomesse pur di entrare e una volta raggiunto l’obbiettivo invece dimenticano i FARO’ DI TUTTO, E’ IL MIO SOGNO ecc ecc. Tra i cantanti quelli che sembrano avere problemi seri sono Gerardo Pulli, il cantautore di Mara Maionchi, il cui obbiettivo, dice, è quello di volere andare a San Siro.. (che stessero cercando un nuovo portiere al posto di Abbiati?) e Marco “baratro” Castelluzzo, cantautore di Rudy Zerbi: per lui un insegnante di inglese di lusso, Garrison. Durante la lezione volano schiaffoni a destra e a manca, che strana cosa, non era Zerbi quello che reputava i metodi di Luca Jurman (ricordiamo le bende e le flessioni) inutili e diseducative?? Anche Alessia Di Francesco sembra essere preda di una forte crisi (mamma mia, di già?),  ma basta un pianto liberatorio (na valanga di lacrime a dire il vero che hanno pure scolorito le ciocche in arancione!!) per farla tornare in sè!

Luciano Cannito da parte sua invece scomoda un’intera Task Force formata da più insegnanti per la sua scommessa Giuseppe Giofrè: ribattezzato da me la Mina della Danza per il suo essere autodidatta ma molto bravo nel suo genere, mi chiedo perché pagare tutta sta gente in più quando ciò che vedono in lui è solo un ottimo elemento da Video Musicali? Che in realtà la Task Force serva da assalto alla Celentano? Cannito da solo nun je la fai eh?

Emma Marrone in qualità di ospite d’onore ad aprire il pomeridiano vestita da Gian Burrasca trova sorrisi di approvazione negli sguardi dei nuovi alunni, ma siamo sicuri che i sorrisi non siano per la mise alquanto “particolare”?

Iniziano le sfide:

Pa2 Cannito, Caterina Licini vs Nunzio Perricone ovvero la sfida tra Miss Italia e la Tecnica (afferma lui) e quindi
inizia la querelle dell’uno contro tutti. Caterina sarà anche alta ma quanto è moscia, ha la stessa consistenza di un budino, imprecisa nei giri e inespressiva. Nunzio, che vicino a Martina sembra un foruncolo, è decisamente più musicale e usa molto meglio gli accenti, non c’è stata storia tra i due!!!

Valeria Romitelli Vs Francesca Mariani, Valeria canta Chasing Pavements: le sue caratteristiche canore sono vicinissime a quelle di Adele, la fa molto bene, nulla da dire. Francesca canta senza aver fatto la messa in piega Creep dei Radio Head: parte in sordina, nei bassi deve lavorare molto ancora, apprezzo sempre più la scelta dei brani impopolari, peccato però che non è supportata tecnicamente per fare questo, pessima idea. Alla Maionchi urge intervento di pulizia uditiva, avrei da consigliarle dei coni di cera che fanno miracoli!

Giuseppe Giofrè vs Josè Becerra Alvarez Cavallo di Battaglia: scene da isteria collettiva per ciuffo ribelle (e il televoto e la Fascino ringraziano) sembra troppo carico ed eccessivo ma confermo la sua bravura. Josè Esegue il Don Chisciotte (visto miliardi di volte… ma non ne hanno altri??? Che ne so… Zorro????) grande salto, agilità e precisione, nulla da eccepire a parte che non è così ormonale come tutti i cubani e che in questo Giuseppe gli dà un pistone!

Canzone scelta da Di Michele per valorozzare Carlo Alberto (glissa come prevedevo sulla sua maleducazione ) SIR DUKE: non mette nulla di suo e in alcuni tratti la voce è molto poco incisiva, eppure il brano è necessariamente per la sua vocalità: per fare il figo dice che ha avuto molte difficoltà in settimana a farlo io per fare la figa gli dico: SI SENTE!

Tocca a Gerardo Pulli: che peccato un bel timbro così per nulla curato e per di più stonato. La Di Michele lo massacra ma proprio da una che ha sponsorizzato Mario Nunziante e che basava la musica sull’interpretazione a discapito dell’intonazione proprio non accetto queste incoerenze, ora le conviene così e questo la dice lunga sulla sua credibilità negli anni. La Maionchi se la ride, ma ripeto che una che ha prodotto Tony Maiello ha poco da ridere, diciamo che questo contenzioso tra le due vale quanto una banconota da 30 euro!

Marco “baratro” col suo inglese pecoreccio tiene bene l’intonazione ed esegue il pezzo mantenendo il suo stile rockeggiante, apprezzo il volere imporre la sua personalità

Alessia (L’amore si odia) vs Claudia Casciaro (Respect). Alessia ( che nel frattempo s’è rifatta la tinta) mostra dei bei bassi e una bell’apertura sugli alti, non apprezzo il graffiato, lo trovo fuori dallo stile leggero del pezzo. Claudia Paperina nel suo brano gioca in casa, nessun rischio, bella esecuzione ma avendola sentita in settimana in You are not alone di M.J credo che sia limitata al solo repertorio Soul.

Veronica Paradiso vs Yuniesca pezzo di Garrison: Ma le linee di Veronica dove sono?? Se l’è mangiate?? Perdonatemi ma certe fisicità io in una ballerina non le posso accettare, se poi ci mettiamo che non abbiamo di fronte Jennifer Lopez..! Yuniesca rischia il crollo sul primo giro e sul secondo tentativo continua ad essere traballante, liti tra prof per una che non è un fenomeno, praticamente tempo perso visto che presto andrà a casa.

Ottavio De Stefano (Home) vs Pamela Gueli (Sei nell’anima) Ottavio conferma la sua predilezione per Bublè (però du palle eh?), oggi mi sembra troppo scopiazzato e nasale, pare che abbia perso molto della grinta che lo ha contraddistinto ai Casting, spero non si stia cullando troppo sugli allori, non mi è piaciuto. Pamela: amo il timbro pulito e per nulla manierato di questa ragazza, assieme a Valeria le mie preferite fino ad oggi (fino ad oggi però…).

Perde la squadra verde di Garrison e Zerbi, Veronica mi sa che ha le ore contate!

Riflessioni a margine: perché c’è chi ha cantato canzoni indotte e chi cavalli di battaglia??? E dove sono le punizioni per le intemperanze settimanali?? E perché la Maionchi non è riuscita a proporre il brano scelto di M.J? La soluzione è da trovare nelle mani nei capelli che si è messa durante le prove di Pulli! Il logo di Amici è giallo-rosso e non centra la Roma!!!!

Alla prossima!! Simona Bastiani

COMMENTI