‘Uomini e Donne’, l’opinione di Isa sulla scelta di Andrea Zelletta (30/05/10)

Di Isa - 30 maggio 2019 20:05:02

Trono classico - Andrea Zelletta e Natalia Paragoni

Non potevo chiedere di meglio per la mia ultima opinione uominiedonniana dell’anno. Non potevo chiedere di meglio perché il mio ultimo articolo su questa stagione sarà dedicato ad una coppia che è tornata a farmi appassionare ad un trono dopo anni e anni e anni di magra.

Non che non siano nate coppie bellissime in questi anni, eh, per carità, Andrea Cerioli e Arianna Cirrincione, ad esempio, sono stupendi, però se parliamo proprio di trono, di esterne da seguire, ed evoluzione di sentimenti da osservare, beh, a me il trono di Andrea Zelletta è piaciuto da impazzire.

Ovviamente dal mio commento terrò fuori la puntata odierna per una serie di ragioni che cerco di riassumere e liquidare brevemente:

– la villa è la poracciata che è e se non ci fosse stata la villa ci sarebbero state comunque le “esterne lunghe” che da anni insegnano che i tronisti, anche sul finale, fanno gesti importanti completamente ACCAZZO giusto per confondere le acque. E’ così da anni, lo fanno più o meno tutti, quindi trovo inutile applicarcisi più di tanto (anche se comunque il gesto del nonno, considerando il nonno scomparso di Natalia, era già ampiamente rivelatore)

– la diretta di oggi ha reso praticamente sproporzionato il tempo dedicato alla non scelta con la scelta che doveva essere liquidata in quattro minuti e con MaVia che ripeteva che ‘c’è il tassativo, c’è il tassativo

– nei troni come quello di Zelletta,e più in generale in tutti quelli in cui la scelta è chiara a tutti da tempo, la “non scelta” finisce sempre per essere santificata. Fu fatta santa Laura Frenna, fu fatta santa Noemi Ceccacci, fu fatta santa Bionditudo, la Luchena, oggi è toccato a Klaudia Poznanska. Lo sappiamo, ormai è un must uominiedonniano Klaudia, peraltro, mi sembrava non aspettare altro ma vabbé, non mi va di approfondire qui il mio pensiero in merito perché è l’ultima opinione dell’anno, voglio essere buona, e voglio esprimere solo pensieri positivi.

Tornando alla scelta e alla nuova coppia che oggi è nata cosa dire…Ci sono troni il cui esito è scritto dall’inizio, dal primo istante e dal primo sguardo. Il finale del trono di Andrea Zelletta era solo uno, non c’erano alternative, non ce ne sono mai state, e per capirlo bastava cogliere lo sguardo fisso su Natalia nella prima puntata in cui il bel tarantino è salito sul trono, quando lei è scesa dalle scale (come corteggiatrice di un altro). Lo sguardo che andava sempre alla sua destra e quel “Se lei se ne va io le chiedo di rimanere per me”, con Luigi Mastroianni che precisava che “è da mezz’ora che la commenta con me”.

Ci sono troni in cui tutto quello che avviene, tutto quello che vediamo, tutti i baci con le altre, tutte le parole, tutte le provocazioni, tutto, da parte del tronista, è finalizzato a capire, conoscere e far emergere l’interesse di una singola persona, quella che si è scelta dal primo istante. Fu così per Aldo Palmeri con Alessia Cammarota, fu così con Damante verso la De Lellis, con Marco Fantini per Beatrice Valli o per la stessa Teresa Cilia con Salvatore Di Carlo. Insomma, i troni in cui si sceglie subito, al primo sguardo, ci sono. E quello di Andrea per me è stato assolutamente uno di quelli.
E’ chiaro, nulla, se non il tempo, potrà dirci se quella scintilla, quell’interesse e quel fuoco, sono destinati a svanire al primo soffio di vento o se saranno alimentati a lungo, ma quel che posso dire con certezza è che (salvi imprevedibili e allucinanti retroscena tipo, chessò, gente imbavagliata negli armadi) quello di Andrea PER ME (e sottolineo PER ME, che ultimamente mi trovo fin troppo spesso a dover precisare il concetto di opinione -.- ) è uno dei troni più belli ai quali abbia assistito negli ultimi anni.

E guardate che non è stato così da subito, eh, anzi , tutt’altro. Chi legge abitualmente le mie opinioni sa quanto all’inizio reputassi Andrea un semplice slinguazzatore seriale (e a tal proposito rivendico la paternità del termine Slinguetta, eh :D) e quanta poca attenzione riservassi a questo trono (e a tutto il Trono classico in generale, a dire il vero). L’unica passione l’ho sempre avuta per Natalia, ma solo perché il suo mood da “non me ne frega un cazzo di niente e di nessuno” mi faceva spanciare, abituata come sono alle corteggiatrici lagnose innamorate già dopo i primi 20 secondi della prima esterna.

Poi, però, c’è stato un momento in cui quella scintilla, quel fuoco, mi è parso evidente (credo fosse più o meno la puntata in cui Natalia non era andata a chiarire con Andrea e si era andata a mangiare il gelato con la Capuano scatenando i segoni mentali di Slinguy) e da lì la curiosità di andare a riguardare tutto. E riguardando tutto mi sono chiesta come avessi fatto, fino a quel momento, a non capire una mazza e farmi scappare una shippona di questo livello.

Ovviamente non farò una cronistoria di tutto il trono e di tutti i momenti significativi, penso però che quel “Io normalmente sono molto sicuro di me, tu mi togli le sicurezze”, detto da Andrea a Natalia in una delle loro primissime esterne dicesse già tutto.

Insomma Andrea è bello, sa di esserlo, è un modello che sfila per le più importanti case di moda, non fatico a pensare che nella sua vita raramente abbia avuto difficoltà a conquistare le ragazze che di volta in volta gli interessavano. Natalia, però, a sua volta, è una persona molto particolare, per me pure più bella di lui (hi Zelletta, i’m in love with your girl 😀), chiaramente anche lei abituata a non avere problemi con l’altro sesso e, sempre andando a riguardare le prime esterne, è più evidente che mai che se c’era uno dei due in difficoltà… quello era il tronista. Da parte di Natalia mai mezzo imbarazzo, mai mezzo momento di difficoltà e mentre ogni tre per due Andrea doveva distogliere lo sguardo, lei stava lì a fissarlo tranquillamente negli occhi come se non le facesse alcun effetto.

Ecco, per me in questo c’è tutto il trono di Andrea. Io credo realmente che lui, fino alla penultima puntata andata in onda, avesse realmente il dubbio che dall’altra parte non ci fosse lo stesso interesse che c’era da parte sua e da lì tutte le provocazioni, tutte le interazioni con le altre ragazze e tutto il trono. Peraltro per me Andreuzzo fino a un certo punto non si sbagliava nemmeno, eh. Come ho già avuto modo di dire in qualche altra opinione secondo me mentre per Andrea è stato proprio il più classico dei colpi di fulmine, per Natalia all’inizio si trattava solo di attrazione fisica che solo pian piano si è trasformata in qualcosa di molto più forte.

In tutto questo quadro mi risulta anche più chiaro perché Andrea abbia scelto di portare avanti due ragazze come Muriel Bassi e Klaudia, così diverse da Natalia (e, secondo me, così diverse anche dai suoi standard o comunque dal tipo di persone di cui normalmente si circonda nella vita reale…), e così “accese” e a tratti folkloristiche da poter sia ravvivare il trono sia far pensare alla Paragoni che a lui potesse piacere anche qualcosa di totalmente lontano da lei.

E onestamente penso che, alla fine della fiera, Andrea, limoni a parte, non abbia mai realmente illuso nessuna. Il fatto di dare attenzione sempre e solo a Natalia in tutte le sante puntate e anche durante momenti teoricamente importantissimi con le altre (emblematico il caso dell’esterna da favola arrivata dopo il ritorno di Klaudia a seguito del momentaneo abbandono del programma, interrotta per mezz’ora perché in studio Andrea doveva rinfacciare gli OTTO like OTTO messi da Natalia ai “maschioni” su Instagram), il fatto di farsi pipponi mentali, farsi venire dubbi e “dormire poco ed entrare in crisi” (cit) solo in caso di comportamenti ambigui da parte della valtellinese, erano più chiari di qualunque dichiarazione fatta a chiare lettere.

Insomma, a dispetto di tutto ciò che si può criticare ad Andrea, se un po’ tutti davamo la sua come unica scelta prevedibile e scontata rispetto alle altre è perché, evidentemente, quella preferenza è sempre emersa in maniera chiara e lampante e onestamente a me oggi non serviva che lui facesse chissà quale discorso e chissà quale dichiarazione particolare perché quello che c’era da dire, PER ME, lo ha detto il suo trono completamente Natalia-centrico.

Certo, se non avessimo avuto l’ansia del tassativo tassativo tassativo, magari due paroline romantiche in più sarebbero potute volare, ma onestamente a me sono bastati gli occhi con cui la guardava dopo la scelta- che poi sono gli stessi con i cui l’ha sempre guardata- e mi è bastato quel ‘Non ce la facevo più‘ che lui le ha sussurrato all’orecchio durante il ballo.

Non so se la loro sarà una bella storia d’amore o solo una fugace passione, e a un certo punto quelli saranno solo fatti loro,  so solo che per me commentare Uomini e Donne ormai è quasi un dovere, e quasi un lavoro. E invece oggi queste parole sono venute giù da sole, le ho spese con piacere e con quella voglia di scrivere che mi viene fuori solo quando assisto a qualcosa che in qualche modo è riuscita a coinvolgermi.

In bocca al lupo Andrea, in bocca al lupo Natalia e grazie per avermi reso più gradevole questo finale di stagione.

Ci rileggiamo a settembre, miei cari Uomini e Donne addicted, prometto di passare l’estate a riguardare le clip di AMMando e di Idah per tornare a essere stronza come al solito. Buone vacanze a tutti!

Video della puntata: Puntata interaMaria De Filippi: “Tina, oggi c’è Gemma…”Andrea e Klaudia: best momentsAndrea e Natalia: best momentsLa villa di Andrea: arrivi e baciLa villa di Andrea: liti e sorpreseLa villa di Andrea: la spa La non scelta di AndreaLa scelta di AndreaGiulia De Lellis: “Natalia, spero che il nome Andrea…