‘Gf 16’, Valentina Vignali pungente contro chi critica il suo libro e quello di altre influencer!

Di Ludovica - 9 ottobre 2019 11:10:20

Valentina Vignali

Valentina Vignali, Giulia De Lellis, Ludovica Valli e Valentina Dallari sono le quattro influencer che da qualche settimana sono al centro delle polemiche per aver deciso di scrivere un libro. La prima ad annunciare l’impegno letterario era stata l’ex compagna di Andrea Damante che con Le corna stanno bene su tutto, ma io stavo meglio senza, ha raccontato dei tradimenti subiti dal deejay veronese.

La Dallari, invece, ha deciso di dare testimonianza della sua lotta contro l’anoressia attraverso il libro intitolato Non mi sono mai piaciuta. Argomento affine è stato quello scelto dalla Vignali che, ripercorrendo tutte le tappe salienti della sua vita, ha parlato del tumore che ha dovuto combattere anni fa. Infine, l’ultima a rendere nota l’iniziativa è stata la Valli che col suo Di troppo cuore ha voluto rendere realtà uno dei suoi sogni nel cassetto: scrivere un libro.

La pubblicizzazione da parte di Valentina e le altre ex troniste di Uomini e Donne ha scaturito la polemica sui social e non solo. Sono stati in tanti a criticare il lavoro svolto dalle quattro ragazze che si sono volute cimentare nel ruolo di scrittrici. Una pronta risposta a tal proposito è arrivata dalla cestista e modella che con delle Instagram Stories ha espresso il suo punto di vista:

Non è nemmeno necessario difendere le mie “colleghe” (tutte belle e di successo) perché non ne hanno proprio bisogno. Però una cosa voglio dirvela: nella mia giovane vita ho imparato che chiunque ha qualcosa da raccontare, qualche esperienza interessante da condividere, qualche emozione in cui ci si può ritrovare, qualche caratteristica da cui si può trarre uno spunto di riflessione, o la forza per fare qualcosa. Ci sono tante belle storie, e ognuno di noi può insegnarci qualcosa. Prima di sputare sentenze, insultare, pensate che dietro c’è il lavoro di tante persone, e soprattutto che nessuno vi punta una pistola alla testa obbligandovi a compare ciò che non vi interessa.

Che ne pensate voi?