‘Il Collegio 4’, Mario Tricca: “Penso che il pubblico non abbia capito chi e come sono, perché è stata messa troppo in risalto l’ansia!”. E a proposito dei legami con i suoi ex compagni…

Di Martina - 12 novembre 2019 11:11:47

Mario Tricca è uno dei personaggi più amati de Il Collegio 4. Le sue gif e i suoi meme sull’ansia hanno già fatto il giro del web, ma in un’intervista rilasciata a Fanpage il giovane 15enne romano ha svelato di aver fatto vedere anche ben altro durante il programma di RaiDue e forse nelle prossime puntate il pubblico si potrà fare un’idea più completa di lui scoprendo altre sfaccettature del suo carattere:

Penso che il pubblico non abbia ancora molto chiaro chi e come sono, perché è stata messa troppo in risalto l’ansia, che nella mia vita non gioca un ruolo così importante. Credo sia stata normale nei primi giorni, non ero mai stato così lontano da casa per tutto quel tempo!!! Quello che voglio far vedere alla gente è che Mario è un ragazzo determinato che va dritto per la sua strada, senza badare al giudizio altrui, ma che accetta le critiche e ne fa tesoro.

Felice di questa avventura, Mario si porta a casa una bellissima esperienza che lo ha aiutato a crescere e a farsi valere, pur rimanendo sempre sé stesso:

Dopo questa esperienza posso dire che la mia più grande ambizione è quella di distinguermi dalla massa in modo originale, rimanendo però sempre fedele a me stesso e senza farmi influenzare da nessuno, perché essere autentici è basilare nella vita, così come l’umiltà e la forza di volontà sono tutto nella vita. Dimenticavo, sono una persona che pur rispettando gli altri sa come farsi valere.

A proposito dei suoi ex compagni di classe ha invece dichiarato:

Ho legato molto con Asia, Vilma, Claudia, Maggy, Gabriele, Francesco, Sara ed Alex. Anche se inizialmente ho litigato un po’ con ognuno, ora siamo tutti amici. Ho fatto pace persino con Martina Brondin! Lei è proprio la persona che ricorderò per sempre a proposito di questa esperienza!

Mentre sui professori ha aggiunto:

Alcuni professori sono stati troppo seri, a volte talmente divertenti nei loro momenti di rabbia che è stato impossibile non ridere! Vado letteralmente pazzo per la professoressa Petolicchio, riesce ad essere così divertente e cringe allo stesso tempo!!! Credo di amarla ma purtroppo è già occupata, mannaggia.

Di questo tuffo negli anni ’80 (anni in cui è stata ambientata questa quarta stagione del docu-reality) a Mario rimarranno molte cose, ma soprattutto non potrà mai dimenticare il cibo servito nel programma:

Di questi anni ‘80 mi rimane il dispiacere di non aver vissuto in un’epoca in cui tutto aveva più valore, mi piacerebbe ritrovare oggi l’empatia ma anche l’ostilità tra le persone che si crea in un ambiente del genere, è stato tutto troppo divertente! Mi resteranno anche tante nuove amicizie che spero di mantenere nel tempo, mentre il cibo mi ha letteralmente traumatizzato! Me lo ha detto anche mia nonna però che nessuno mangiava quella robaccia nell’82!

E guardando al suo futuro, il giovane sembra avere le idee molto chiare:

Da grande io voglio fare l’attore ed avere un futuro in ambito cinematografico, senza dimenticare lo studio e la cultura personale che sono la chiave di tutte le porte! Spero di riuscire a diventare qualcuno nella vita, ed essere ricordato come Mario Tricca e non solo come quello del Collegio, perché considero questa mia esperienza televisiva non come un punto di arrivo ma come un punto di partenza.

Cosa ne pensate delle sue parole?