‘Uomini e Donne’: l’opinione di Chia sulla scelta di Giulia Quattrociocche (2/12/19)

Di Chia - 2 dicembre 2019 20:12:16

Trono classico

Ma quanto è destabilizzante un lunedì senza Gemma Galgani e le sue paturnie, regà? Senza rvm di lacrime post puntata, senza battibecchi con Tina Cipollari, senza sguardi inebetiti di fronte a Juan Luis Ciano?

Se l’alternativa è il Trono classico, ridateci il Gemmedì subito!

Che poi la puntata odierna sembrava più uno speciale di C’è Posta per Te che Uomini e Donne, a dirla tutta. Ok che siamo sotto Natale e nell’aria c’è odore di vin brulé buoni sentimenti, ma che le è saltato in mente a Queen Mary di sfoderarci tutti ‘sti discorsi mielosi su mamme da cullare, figli che per loro farebbero di tutto e padri che da questi quadretti zuccherosi ne escono con le ossa rotte (quando si sono ricordati di citare anche loro, ovviamente, che stavo iniziando a pensare che fossero tutti figli dello spirito santo, ad una certa…)?

Quando Giulia Quattrociocche e Veronica Burchielli si sono messe a raccontare del passato difficile delle proprie madri e di quanto si sentano cazzute nel badare a loro io comunque mi sono persa, distratta com’ero dall’inguardabile look sfoggiato oggi da Daniele Schiavon. Cioè, in un attimo ho capito l’utilità del codino nel maschio italico. Possibile che ad uno bono come il pane come lui basti togliere l’elastico tra i capelli per farlo sembrare mio cugino il giorno della Cresima? Io completamente sconvolta ad ogni primo piano che gli facevano, sapevatelo. Ma poi che s’era messo addosso, santo cielo? Solo la Quattrociocche lo poteva preferire versione chierichetto, v’o dico. Ma tutta la vita codino e tuta come ogni manzo che si rispetti, per la miseria!

Ma veniamo al clou della puntata. Che no, non erano gli sproloqui da donna vissuta della Burchielli, s’intende.

Lo sapete, che Giulia non mi faccia impazzire e che la reputi una delle troniste più fastidiose della storia di Uomini e Donne è noto a tutti, ma oggi la sua scelta improvvisa non mi è dispiaciuta affatto. Ecco, l’ho detto. L’ho trovata spontanea, di pancia, più attenta alla sostanza che alla forma. E l’ho apprezzato.

Specie quando a fianco a lei siede una che – per giustificare un ingiustificabile ‘no’ indegnamente rifilato a chi la stava scegliendo – ha avuto il coraggio di dire che “sarebbe stata la scelta meno emozionante di sempre“, un vero smacco per una cresciuta a pane ed esterne come lei.

Ecco, ultimamente ci hanno abituati così male in quello studio – con scelte buttate lì a caso (nonostante gli abiti sfarzosi e gli rvm dei momenti più belli) giusto perché la stagione era finita e la partenza per Ibiza si avvicinava – che ho finito con l’approvare l’epilogo low profile della Quattrociocche. Nessun abito da sera, niente discorsoni stucchevoli preparati da casa, solo l’esigenza di viversi una persona lontano dalle telecamere. E io ho apprezzato doppiamente, eh, che sto trono non se reggeva più.

Daniele l’avevamo lasciato mentre sudava freddo appresso a quella Valentina della segnalazione, ma oggi sul finale della puntata mi ha stupito abbastanza. Pensavo che scappasse dalla finestra di casa Quattrociocche mentre Giulia con mamma e papà gli stava organizzando il Natale, le vacanze estive e tutto il resto della sua vita, e invece mi ha sorpresa.

La proiezione al cinema culminata con quel “sei mia“, il ciondolino a forma di casa sul bracciale, i progetti di convivenza. Non so, più che due che si erano appena scelti mi sembravano una coppia fidanzata da sei anni, ad un certa. Concreti e poco avvezzi ai social come si sono mostrati sino ad ora mi aspetto di perderne le tracce a breve, e tutto sommato glielo auguro. Perché ad occhio e croce si sono trovati. Auguri e figli coatti maschi, regà!

Ps. Ma ci avete fatto caso come la redazione negli ultimi anni non ne azzecchi una che sia una? Cioè, mo spiegatemi il senso di rifilarci Cecilia Zagarrigo per la ventordicesima volta come corteggiatrice. Ora, o ci danno un taglio coi ricicli, che di gente nuova ne è pieno il mondo o, se proprio devo cicciarci fuori gente che già conosciamo, che almeno gli venga assegnato il ruolo giusto, diamine! Per una volta che c’è qualcuna dotata di parlantina e notoriamente acida e disillusa nei confronti del genere maschile che potrebbe regalarci un trono atipico e sui generis, la sprecano come inutile corteggiatrice di un tronista qualunque. E la poltrona rossa la regalano ad una moscia come la Burchielli. No words.

Video dalla puntata: Puntata interaCarlo tra corteggiatrici ed eliminazioniIl messaggio di GiuliaEsterna di Giulio e GiovannaEsterna di Giulia e AlessandroLe dichiarazioni di DanieleEsterna di Giulia e Daniele – La mamma è…Un ballo significativo – Veronica: “Mia madre…” – La scelta di GiuliaGiulia e Daniele: i primi momenti insiemeGiulia e Daniele: due giorni dopo la scelta

Video inediti: Giulia e Daniele dopo la scelta