‘Gf Vip 2’, Serena Grandi a muso duro contro gli omofobi: “Con loro divento una bestia, me li mangio!”

Carla 31 Luglio, 2018

Serena Grandi e Edoardo Ercole

La sua avventura al Grande Fratello Vip 2 non è durata molto ed i più si ricorderanno di Serena Grandi soprattutto per lo scontro in diretta con chi entrò dopo la sua uscita all’interno del reality show condotto dal Ilary Blasi, l’attrice Corinne Clery.

Le due per anni si sono stuzzicate a distanza e nei più noti salotti pomeridiani a causa di un uomo in comune, Beppe Ercole, che oggi non c’è più e che è il padre del figlio della GrandiEdoardo. Ad ora, però, il clima tra lei e Corinne è decisamente più disteso ed anche il rapporto della francese con Edoardo è ormai più forte che mai.

Ed a proposito di suo figlio – di cui la stessa Serena ha rivelato l’omossessualità proprio durante il Grande Fratello Vip 2 – e gli omofobi, la Grandi ha rilasciato un’intervista al Corriere Romagna dove ha innanzitutto commentato lo striscione di Forza Nuova affisso alla Fontana dei Quattro Cavalli a Rimini con la scritta ‘Omosessualità oggi, pedofilia domani‘:

Sono arrabbiatissima. Queste cose mi fanno venire il vomito, mi fanno vergognare della popolazione umana. E’ risaputo che i romagnoli sono privi di cultura. Dall’ignoranza a diventare omofobici il passo è brevissimo.

La donna ha spiegato le prime difficoltà di una madre che apprende che suo figlio é gay ma anche di tutta la felicità che può portare:

Edoardo mi ha resa felice, ha riempito di gioia la mia vita che è sempre stata circondata dagli omosessuali, soprattutto i costumisti. Non ho avuto amici che non fossero gay. Ammetto che ritrovarmene uno in casa è stato inizialmente uno shock ma di questo sono tanto felice, ha una marcia in più.

Ed in cosa consiste quel qualcosa in più? Ecco la risposta:

Intanto non avrò il problema di diventare nonna (ride, ndr). E poi è stato come crescere sia un maschio che una femmina pur avendo partorito un figlio solo.

La Grandi, per fortuna, non ha mai sentito nessuna offesa nei confronti del ragazzo:

Mai nulla, neppure una parola di traverso anche perché nei confronti degli omofobi divento una bestia, me li mangio. Chi mi conosce sa come la penso. Conta l’amore. Punto e basta!

A chiudere l’intervista proprio il giovane Ercole che in merito alla questione ha detto:

Sono riservato ma non ho mai avuto dubbi sul mio orientamento sessuale né, come capita a tanti, ho avuto problemi di auto pregiudizio. Gli omofobi sono totalmente privi di cultura. Non possiamo avere la pretesa che tutte le persone siano intelligenti.

Voi cosa ne pensate di queste parole? Siete d’accordo con loro?

COMMENTI