Grande Fratello, Vittorio Menozzi ai ferri corti con gli altri inquilini del Tugurio: ecco il motivo

Il giovane ingegnere al centro delle polemiche

Valeria D'Ignoti Settembre 28, 2023

Grande Fratello, Vittorio Menozzi ai ferri corti con gli altri inquilini del Tugurio: ecco il motivo

Vittorio Menozzi è stato protagonista di un’incomprensione che alla fine ha portato ad una discussione in particolare con Anita Olivieri.

Il tutto è nato in seguito ad un piatto di pasta che il ragazzo avrebbe voluto cucinare in tugurio in serata, dopo aver cenato e mangiato delle crepes. Ecco come ha iniziato il discorso Vittorio:

Se qualcuno ha qualcosa me lo dica subito, va bene? Faccio pasta aglio e olio e che non andiate a dire che faccio quello che fa le cose da solo perché ci tengo ragazzi, poi sembra che sono ipocrita, che dico mi impegno e poi niente. Capisci che è un momento delicato? Vorrei fosse chiaro, basta.

Ad intervenire subito Anita:

Vitto secondo me non ha senso per una persona rimettere la pasta. Io ho detto la mia così lui lo sa, secondo me con tutta sta roba, con le crêpes e fare una pasta per una persona non ha senso. Se sono 2,3 persone allora va bene, ma per una persona per me non ha senso, mi sembra assurdo. Soprattutto se siamo nel tugurio. Se ha fame c’è quello. E’ il principio, c’è roba da mangiare che andrà in frigo. Abbiamo già cenato, mangiato le crêpes, non può mangiare un po’ di questa? Mi sembra una cosa assurda, io dico la mia. 

Vitto lo stai facendo per gola perché hai pranzato, cenato, hai mangiato e ora vuoi farti la pasta per gola. Abbiamo portato tutti i piatti uguali, tu l’hai mangiato tutto. Guarda caso sei sempre tu che vuoi farti la cosa nel tugurio.

Pronta la risposta di Vittorio:

Io non ho cenato in realtà. Ho mangiato metà piatto di quello. Io non l’ho finito il piatto. Eravamo in 5 a volere la pasta, ora non la vogliono più perché hanno mangiato le crêpes ma io avevo già messo l’acqua.  Sei tu che sai se ho fame o no? 

Prima di raggiungere gli altri inquilini Anita ha detto:

Devi accettare che io penso questo. Perché a casa mia, mia madre mi dice di mangiare quello che c’è. Non è che uno arriva, prende e si cucina quello che vuole se c’è roba avanzata. Lo fai sempre a cucinare qualcosa di tuo, qualcosa che piace solo a te. Lo fai spesso. Anche io non vorrei mangiare sempre le stesse cose ma ci adattiamo. 

La discussione tra i due ragazzi però non è terminata ed è proseguita all’esterno del tugurio insieme agli altri concorrenti. Vittorio in primis ha proseguito:

Ieri sera ho mangiato mezzo piatto di lenticchie, ho mangiato una crepes sottile come un foglio A4. Mi ha chiesto quanta pasta mangerei e si è stupito.

Ancora una volta ad intervenire anche Anita che ha tirato in ballo suo fratello dicendo:

Mio fratello è come lui, identico. Non li mangia 300 grammi per riempirsi lo stomaco ma riuscirebbe a mangiarli. Mio fratello è identico, ve lo giuro, fa la stessa cosa quindi io lo so. Lui può andare tranquillamente a letto senza cena, non muore di fame e non gli viene manco il dolore di pancia. Lo fa per gola. Io glielo sto dando come consiglio e tu ti sei pure arrabbiato, affari tuoi! Io te l’ho detto: uomo avvisato mezzo salvato.

Hai 23 anni, non ne hai 15 e sappi che è l’ultima volta che ti dico questa cosa perché te l’ho detta 200 volte di là e non mi va più, basta. Io lo dico per te, non ho più voglia, non sono tua madre, non sono la tua babysitter. Non dire che mangeresti 300 grammi di pasta, non è la fame. Puoi tranquillamente andare a letto senza mangiare, sei uguale a mio fratello, lui si mangerebbe anche un chilo di pasta dopo aver cenato perché è in grado ma non significa che ha fame da mangiarsi 300 grammi di pasta, quella non è fame, ok?

Qui di seguito il video del momento:

Ancora una volta pronta la risposta di Vittorio che, ironicamente, ha detto:

Non si può discutere veramente dai. Ragazzi, mi conoscete o no? La mangio o no? Gola? Gola di che, di pasta in bianco? Mangio la pasta in bianco per gola? Per gola mi mangio altre crêpes, ma io ho fame, una fame che mi mangio i muri.

In quel momento ad esprimere il suo parere sulla discussione anche Rosy Chin:

Anche a me non piace mangiare sempre lenticchie e fagioli ma è questo quello che passa in convento ed è quello che c’è in tugurio. E siccome tutti ci siamo adattati alle lenticchie e sono avanzate quelle, non è per un piacere individuale che bisogna fare la pasta. Capito? Nel senso, tu dici che la pasta non va sprecata e si mangia domani, e allora visto che domani mangiamo tutti quanti pasta, la mangiamo tutti quanti domani. Il senso era unico, se è per una persona sola, non si deve sacrificare un gruppo totale. Mentre se sono più persone, 5-6 persone che volevano mangiare la pasta, allora ha un senso nutrire la metà del gruppo. Quando diventa unico per me è un fatto di spreco, sia per il gruppo, sia per il cibo.

Per quanto riguarda te è diventato non un discorso di gola ma un discorso di gusto soggettivo. Ma siccome qui tutti ci siamo dovuti adattare e abituare nel tugurio, è poco costruttivo per quanto riguarda sia lo spreco che per il gusto che non va più a centrare il gruppo. E’ una questione di gruppo. Poi anche io mi adatto, cerco di cucinare meno con le spezie. ma non ne faccio una colpa. Tu stasera non hai mangiato proprio perché non ti piacevano ma il fatto che non ti piacevano tu l’abbia esternato non è un problema, diventa un problema quando ci sono allergie e problematiche e lì ci dobbiamo adattare a quelle esigenze. Ma siccome non era un’esigenza di fatto che tu non riesci a mangiarlo, ma era che non ti piaceva. Questo potrebbe implicarti anche problemi quando saremo tutti insieme. 

Nel frattempo in Casa invece altre inquiline parlano proprio dell’atteggiamento di Vittorio Menozzi, in particolare Heidi Baci e Beatrice Luzzi che sembrano divertite dal suo modo di porsi:

COMMENTI