‘Isola 14’, Alessia Marcuzzi, Alda D’Eusanio e Alba Parietti svelano le loro preferenze sui naufraghi!

Simona 1 Febbraio, 2019

Alba Parietti, Alda D'Eusanio e Alessia Marcuzzi

AAA, alias Alessia Marcuzzi, Alda D’Eusanio e Alba Parietti: ecco lo scoppiettante trio rosa della quattordicesima edizione de L’Isola dei Famosi. La prima si è riconfermata per la quinta volta alla conduzione del seguitissimo reality show di Canale 5, le altre due sono opinioniste d’eccezione, una coppia temibile che non risparmierà commenti al vetriolo a nessuno dei partecipanti, come ha già dimostrato nel corso di queste prime puntate.

Le tre si sono raccontate alle pagine del settimanale Chi, svelando le rispettive preferenze sui naufraghi e rivelando qualche dettaglio sulla loro vita privata, il tutto condito dall’estrema schiettezza che le contraddistingue. Per Alessia le opinioniste hanno avuto solo parole gentili, tant’è che l’hanno descritta come “materna e protettiva, la bellezza dal volto umano“. Alba e Alda, dal canto loro, sarebbero molto vicine per temperamento, con le dovute differenze caratteriali. Più istintiva la Parietti, più chirurgica la D’Eusanio: per dirla con le parole della Marcuzzi, “insieme si completano“.

Sulle naufraghe di quest’anno, il trio ha avuto pareri divergenti. La più diplomatica si è confermata la Marcuzzi, che ha affermato:

Marina La Rosa è molto forte, più che una gattamorta è una femmina; Grecia Colmenares è solare; le figlie di Mihajlovic sono due peperine; Demetra Hampton è una donna da scoprire con tutte le sue fragilità; Sarah Altobello mi fa molto ridere, quando dice “tesoro” non riesco ad andare avanti; Youma Diakite per me è la bellezza e Taylor Mega la devo capire perché nasconde insicurezze che contrastano con la sua freddezza.

Più algida e cinica la D’Eusanio, che ha esordito in questa maniera:

Mi piace la sincerità di Marina, è lei l’elemento di equilibrio perché dice le cose come stanno; Grecia è rimasta bambina ed entusiasta, vediamo quanto dura; Taylor è una che va in giro con scarpe da 1.000 euro e mi sta sulle palle perché la pensione sociale è di 500 euro; Sarah crede di essere Melania Trump, ma è tutto fuorché lei perché Melania è di ghiaccio mentre lei è tutto fuoco; le due sorelle Mihajlovic sono deliziose, si vede che sono cresciute a pane e valori; Demetra ha lo sguardo rivolto a un passato di grande bellezza; Youma mi piace non per la sua bellezza da Venere nera, ma per la sua storia, si vede che ascolta, non è una che ti dice “ciao, come sto?

Commenti frizzanti anche per la Parietti, la quale ha confessato:

Quella con il carattere più interessante perché è indomita e machiavellica è Marina, gioca d’astuzia e si finge sincera, ma in realtà è diabolica e questo mi affascina perché essere spudoratamente stronzi e non voler piacere a ogni costo non è da tutti; se dovessi scegliere una figlia vorrei una delle Mihajlovic; Taylor mi fa quasi tenerezza per la sua ingenuità, è una di quelle ragazze che pensano di avere il mondo in mano perché sono giovani e hanno un bel fisico; Sarah è petulante, logorroica, leggera, la somma di questi difetti la rende simpatica; Demetra mi inquieta, lei e Grecia sembrano due fumetti, una è Valentina e l’altra è Candy Candy, vivono del proprio mito.

Le tre non hanno risparmiato frecciatine nemmeno ai maschi alpha dell’Isola. Alessia ha fatto un pronostico di ciò che, secondo lei, potrebbero combinare in Honduras:

Mi è molto simpatico Marco Maddaloni e anche Ghezzal, sono due che amano scherzare; Paolo Brosio è una scheggia impazzita come mi aspettavo; Kaspar Capparoni è polemico; Riccardo Fogli sarà un leader; Aaron Nielsen è bello e tranquillo, vediamo cosa c’è dietro; Luca Vismara secondo me può essere molto pungente.

Alda, anche in questo caso, si è dimostrata glaciale e spietata:

Qui ci sono più primedonne fra gli uomini che tra le donne, la vera gattamorta è Paolo Brosio, forse lui non lo sa e crede di essere un buono; Ghezzal è la primadonna dei seduttori, più che il cocco d’oro lui cerca la “cocca d’oro”; Kaspar vuole fare il protagonista, ma è già inciampato su Marina che teme perché la sente forte e sincera, quello che lui non è; Maddaloni è figlio di suo padre e della sua bella terra; Luca cerca un riscatto, Aaron è così educato, attento e poco protagonista che mi piace; Fogli mi colpisce, non capisco se il suo sia un atto di coraggio, di fuga o la ricerca dei riflettori, il suo corpo parla di un uomo che vorrebbe fare il nonno: ma lo sanno cosa vuol dire stare senza mangiare? Voglio vederlo dopo 15 giorni il “celodurismo” di Ghezzal, se va in giro con la racchetta da rabdomante a cercare l’acqua.

Nemmeno troppo cauta la risposta di Alba, che ha sostenuto:

Sono convinta che Riccardo Fogli sia il migliore di tutti; Capparoni come Marina vuole dominare, ma non vincerà nessuno dei due per manifesta antipatia; Maddaloni è simpatico ma mi spaventa in lui come in altri la scarsa confidenza con la telecamera.

Dopo aver commentato i naufraghi, le tre donne si sono lasciate andare a confidenze più personali, e ciascuna ha raccontato di un passato più o meno turbolento. La Marcuzzi ha affermato di considerarsi una donna fortunata, e per questo evita di piangersi troppo addosso. Tuttavia, le piccole peripezie di ogni giorno non risparmiano nemmeno lei, e spesso e volentieri si è vista costretta a mascherare piccoli crucci o sofferenze dietro ad un enorme sorriso o kg di make up. Un destino decisamente più tragico è invece toccato alle due opinioniste, le quali hanno rivelato di essere vive per miracolo. La D’Eusanio, per ironia della sorte, proprio il 24 gennaio (giorno in cui è andata in onda la prima puntata dell’Isola), ma di due anni fa, è stata investita da un motorino e finita in coma, con ben 5 emorragie cerebrali. Trascorsi difficili anche per la Parietti, che qualche tempo fa ha rischiato la vita a causa di un’incidente stradale.

Alla domanda se si considerino o meno innamorate, Alessia, Alda e Alba hanno risposto di sì, anche se in modo molto diverso. Alessia ha affermato con molta naturalezza:

Sono sempre innamorata perché se non lo sono lascio stare, prima lo facevo e sbagliavo perché non mi rendevo conto che bisogna combattere, adesso ho imparato a “surfare”.

Visione decisamente più nostalgica per la D’Eusanio, che ha confessato di non aver mai dimenticato il marito:

Sono stata tanto innamorata di mio marito e più passa il tempo più lo amo. E’ scomparso il 1° maggio 1999 e da allora lo penso tutti i giorni, continuo a litigarci come facevo allora perché ero felice, ma non me ne rendevo conto.

Infine la Parietti si è rivelata un’eterna sognatrice, vittima di una visione ancora adolescenziale dell’amore:

Sì, sono innamorata dei romanzi dell’impossibile, perché amare qualcuno che non posso avere mi rende viva e questo qualcuno esiste, è reale, perché anche il pensiero deve avere una forma, diciamo che ho una musa ispiratrice al maschile delle mie fantasie.

Ma saranno davvero felici? Alessia non ha dubbi: la tv le permette di trasmettere la sua vera essenza, e non ha paura di mostrarsi con tutte le sue debolezza ma anche la sua energia; Alda è grata per questa seconda possibilità che le sta offrendo la vita, tornare in prima serata alla veneranda età di 68 anni, mentre Alba ha concluso con una perla di saggezza: “Sono felice perché non ho nessun motivo per essere infelice“.

E voi, cosa ne pensate di questa nuova edizione? Quali sono i vostri preferiti di quest’anno?

COMMENTI