Isola 15, Massimiliano Rosolino: “Ci sono stati due naufraghi che non si sono divertiti mai: ecco chi sono”

L’inviato rivela chi sono stati i suoi naufraghi preferiti e se accetterebbe di ricoprire il ruolo anche nella prossima edizione

Luana Luglio 16, 2021

Massimiliano Rosolino

Lo sportivo Massimiliano Rosolino dopo anni dedicati al nuoto, quest’anno ha deciso di mettersi alla prova con una esperienza del tutto nuova, ovvero ha accettato il ruolo di inviato dell’Isola 15, a fianco di Ilary Blasi.

Finita l’avventura in Honduras, a distanza di un pò di tempo, Massimiliano ha fatto un bilancio della sua esperienza come inviato a L’Isola dei Famosi nel corso di un’intervista rilasciata a SuperGuida TV:

Ho provato da subito un forte entusiasmo per questa nuova avventura. Prima di partire avevo dichiarato che sarebbe stata una bella palestra. Sapevo che avrei avvertito maggiore fatica all’inizio. Poi una volta entrato nelle dinamiche del reality mi sono divertito di più.

Rosolino ha inoltre rivelato se accetterebbe o meno un nuovo incarico come inviato anche per la prossima edizione:

Accetterei subito. Se me lo dovessero chiedere sarei contento anche perché sono sicuro che conoscendo meglio il meccanismo mi sentirei maggiormente pronto ad affrontare questa sfida. Sono consapevole ovviamente che ogni edizione è diversa e pertanto ripetere l’esperienza non può essere affatto semplice.

Qualche tempo fa Massimiliano aveva dichiarato di aver rifiutato di partecipare all’Isola come naufrago, e a distanza di tempo, ha ribadito quanto già affermato nonostante non ha nascosto che durante l’Isola 15 ha provato un po di invidia nei confronti dei concorrenti che hanno vissuto s stretto contatto con la natura:

Sono rimasto dell’opinione che sia meglio fare l’inviato. Ho partecipato come concorrente a “Ballando con le stelle” e ho fatto anche “Pechino Express”. Da inviato vivendo l’Isola posso dire che più volte, nonostante fosse un’esperienza difficile, ho provato un pizzico di invidia nei confronti dei concorrenti che hanno vissuto il pieno contatto con la natura. Ce ne sono stati solo due che a mio avviso non si sono divertiti mai. Mi riferisco ad Awed e a Gilles Rocca.

Per Rosolino quindi il vincitore Awed e Gilles Rocca non si sono mai divertiti durante la loro permanenza in Honduras; mentre per quanto riguarda il momento più difficile che si è trovato a gestire, ha confidato:

Purtroppo non immaginavamo che potesse essere un’edizione sfortunata in termini di infortuni. Mi è dispiaciuto anche vedere Miryea Stabile e Francesca Lodo patire la fame. Da sportivo ho cercato di trasmettere a tutti il valore della resistenza. Credo che in molti l’abbiano assaporato però.

Invece, alla domanda diretta su quali siano stati i naufraghi che lo hanno maggiormente conquistato, Rosolino ha risposto senza remore:

Non avevo preferenze. Ho sempre fatto il tifo per tutti i concorrenti e non mi piaceva quando qualcuno mostrava di volersene andare dicendo che non ce la faceva più. Ci sono state delle sorprese però in questa edizione. Miryea ha mostrato una bella grinta, Vera Gemma ha giocato più a carte scoperte, Andrea Cerioli che all’inizio abbiamo visto affaticato si è poi divertito. Ho visto soffrire anche Ignazio Moser e Matteo Diamante. E poi Roberto Ciufoli che pur essendo stato nominato tante volte ha dimostrato di essere il più serio dando il filo da torcere a tutti.

Infine, ha raccontato come è stato tornare alla realtà e se la moglie Natalia Titova e le due figlie sono state soddisfatte della sua esperienza:

Ero l’unico che sapeva di arrivare in finale (ride). Inizialmente, considerando anche il periodo delicato che stiamo vivendo, mi spaventava la distanza da casa. La tecnologia mi ha dato una grossa mano. Ci eravamo dati con Natalia e le mie figlie degli appuntamenti per vederci in videochiamata.

COMMENTI