‘Uomini e Donne’: l’opinione di Chia sulla puntata del Trono classico del 20/09/18

Chia 20 Settembre, 2018

Trono classico

Ma la fortissima antipatia che mi suscita Mara Fasone dopo manco mezza puntata che sta sulla poltrona rossa di Uomini e Donne, ne vogliamo parlare?

Partendo dal presupposto che ancora non ho digerito la sua presentazione da piccola fiammiferaia, pensata giusto per fare breccia nel sensibile cuoricino del buonista medio (ma, calcolando che il suo sogno è fare l’attrice, la si può rivedere immediatamente in un’ottica differente…), a occhio e croce direi che la maschera da anima pia ci ha pensato da sola a levarsela. Le è bastato dare due rispostine ai corteggiatori per azzerare completamente l’aura angelica che le avevano cucito addosso settimana scorsa.

Ma, esattamente, questa tizia chi cavolo si crede di essere?

E vi prego, non scambiamo l’essere decisi e sicuri di sé con quella roba saccente e indisponente a cui abbiamo assistito oggi, abbiate pietà. Che uno sappia quello che vuole è sicuramente apprezzabile, che questo si traduca in spocchia e arroganza un po’ meno, onestamente.

Quando Mara e Teresa Langella hanno incontrato tutti i loro corteggiatori per una prima scrematura, la Fasone ne aveva eliminati quattro. Questi quattro han richiesto un confronto con lei per capirne i motivi (e sorvolerei sul perché insistere, invece che gioire nell’essersi scansati un fosso e via a casina…), e la neo tronista invece che sfoderare un più onesto “Non mi avete minimamente colpito” si è messa ad arrampicarsi sugli specchi dicendo a uno che lei “vuole un uomo con le spalle molto larghe, molto sicuro di se stesso” e a quell’altro, più giovane di lei, che vuole “uno più grande di lei, a livello mentale“.

Ma che ne sai, figlia mia, se ci hai parlato per tre minuti scarsi?

Che uno a primo impatto non ti piaccia ci sta, che tu non voglia tenere gente a scaldare la sedia è condivisibile. Ma non addurre complessi criteri di selezione per giustificare l’esclusione di questi quattro poracci, perché non ci credi nemmeno tu, su. Dopo una chiacchiera di una manciata di minuti le uniche motivazioni possono essere quelle a pelle, basate sull’estetica o sul dialogo che sia, ma sono per forza sensazioni a pelle. E, come tali, possono essere sbagliate. Per esempio, quel ragazzetto “troppo giovane” che hai scartato perché – a parer tuo – “più piccolo di te a livello mentale“, secondo me invece quanto a maturità ti mangia in testa. Il potere delle impressioni a pelle, vedi?

Per altro ci ha pensato la stessa Mara, poco dopo, a mostrare la differenza tra questi quattro che – nonostante tutti i giri di parole fatti – semplicemente non le piacevano, e Riccardo, il modello che – come loro – le aveva suscitato dei dubbi ma quanto meno l’esterna singola per provare a toglierseli se l’è guadagnata. Anche se poi s’è conclusa con un nulla di fatto, certo, perché “Non vorrei che sei qua perché con questo lavoro di modello ti fai vedere un po’ in tv…” e mica poteva correre il rischio che ci fosse un altro più vanesio e ambizioso di lei, in quello studio.

Bella esterna, comunque, la loro. Mi ha ricordato il mio colloquio per fare la cassiera all’Esselunga. Ma forse in quel caso erano stati meno distaccati ed esigenti, pensandoci.

No, via, ragà… questa tizia non si regge proprio. Avere le idee chiare non significa essere un robot impostato per la ricerca dell’imprenditore 40enne “ben avviato che sa come trattarmi“, su. Traspare più dolcezza e sentimento quando il mio macellaio mi affetta il cotto, ve lo dico.

E questa sua fredda ambizione è venuta fuori anche quando si è parlato dell’affaire Luigi Mastroianni. Mara, quella che l’ha apprezzato da morire come corteggiatore e che se lo sogna di notte, nonostante fosse a conoscenza che sarebbe stato sul trono non ci ha pensato minimamente a schiodarsi dalla poltrona rossa per lui. Di contro Luigi, che non conosceva la Fasone ma quando se l’è trovata di fronte nella prima puntata ne è rimasto affascinato, non ci ha pensato due secondi a mettere in discussione il proprio ruolo qualora lei gli fosse interessata davvero.

C’è chi in questa mossa ci vede del calcolo, chi pensa – come Lorenzo Riccardi – che sia stata una sparata fatta giusto per far parlare di sé, ma sarà il tempo a darci tutte le risposte. Se tra due mesi ciccerà di nuovo fuori la questione, se i due si faranno venire dei ripensamenti e metteranno in discussione il loro percorso – che a quel punto sarà già ben avviato – i dubbi su di loro saranno sicuramente leciti. Se invece si sarà trattato di una parentesi, di un volersi togliere lo sfizio di conoscere meglio una persona che ti aveva incuriosito per poi prendere subito una decisione netta e definitiva a riguardo, perché Luigi non avrebbe dovuto farlo?

Certo, lui se le sceglie proprio col lanternino quelle che si sono “lasciate da poco con un uomo molto più grande di me che ancora non si rassegna“, eh. Penso che sia proprio su questa frase che al Mastroianni sia passata la poesia, visti i precedenti con Sara Affi Fella, un altro pezzo da 90 quanto a presunzione e arroganza. Per fortuna s’è ravveduto in tempo, che mi sarebbe proprio spiaciuto vederlo perdersi tra le grinfie di una come la Fasone, che se lo sarebbe sicuramente divorato stile mantide religiosa dopo averne sfruttato adeguatamente il potenziale.

In tutto ciò, sono incredibilmente grata a Queen Mary per aver messo sul trono anche Lollo, perché dubito che avrei mai retto una come Mara se non ci fosse stato lui accanto pronto a smontarla.

Video dalla puntata: Puntata intera – Mara e Teresa incontrano i corteggiatori – 4 a rischio eliminazione – Marco Vs. Mara – Esterna di Mara e RiccardoTenerlo o non tenerlo?Una comunicazione per Lorenzo…Esterna di Mara e LuigiLa rivincita di Lorenzo“Te lo sei pure sognato”Lorenzo Vs. Luigi

COMMENTI