‘Verissimo’, Andrea Mainardi sulla sua compagna Anna: “Nella Casa nascono delle paranoie, ma una volta uscito ci siamo guardati negli occhi ed è svanito tutto!”

Stefania 15 Dicembre, 2018

Verissimo - Andrea Mainardi

Lo chef Andrea Mainardi era uno dei personaggi meno noti scelti per partecipare al Grande Fratello Vip 3, ma gli è bastato veramente poco per conquistare una grossa fetta di pubblico che non lo conosceva. Malgrado all’inizio gli sia stato recriminato di essere più in ombra rispetto ad altri concorrenti, forse dovuto alla sua poca attitudine al contesto, è ben presto venuto fuori e non si è risparmiato affatto. Nella Casa è stato di sicuro eletto il più emotivo, visti i fiumi di lacrime ogni qualvolta c’era una sorpresa per un suo amico o veniva trasmessa una canzone, che gli ricordava la  sua vita all’esterno. Oggi, il secondo classificato nel reality show condotto da Ilary Blasi è ospite per la prima volta di Verissimo.

C’è qualche signora che ha un fazzoletto per me? Non voglio dimenticare questa esperienza e voglio portare avanti per sempre tutto quello che ho imparato. Ho avuto una gran fortuna e va portata avanti sempre nella vita.

Questa esperienza gli ha permesso di instaurare tanti bei rapporti, che desidera mantenere anche al di fuori della convivenza forzata a cui è stato sottoposto per 77 giorni. Il legame più intenso è di sicuro quello con il vincitore Walter Nudo.

Siamo tutti amici, sembra di essere in gita.

Il 35enne bergamasco è grato ad Antonella Clerici, che le ha regalato la popolarità grazie a La prova del cuoco.

A tre anni già cucinavo. In Casa Antonella mi ha fatto avere una lettera, che ero così emozionato che non sono riuscita a leggere. Sarò riconoscente a lei per tutta la vita. Mi ha aiutato professionalmente.

Nella vita di Andrea ci sono due grandi amori: Michelle, la sua bambina di 10 anni, nata dal suo primo matrimonio, e Anna Tripoli, ormai nota a tutti come Tripolina, la sua compagna da tre anni, con cui presto convolerà a nozze. Durante la sua permanenza a Cinecittà, ha parlato tantissimo di loro, lasciandosi andare ogni volta alla commozione, e dei progetti per la sua famiglia, e gli autori del programma non hanno potuto non regalargli due emozionantissime sorprese da parte di entrambe.

Ho un rapporto speciale con mia figlia. Spesso sono in giro per lavoro, la porto spesso con me per farle capire che non sono in giro a fare il cretino. Voglio darle una base e farle capire il senso del sacrificio. Anche una casa o un qualcosa voglio lasciarglielo. Io sono partito da zero e vorrei qualcosa in più per lei. Il Gf mi ha fatto prendere ancora più consapevolezza del legame con lei. Quando sono uscito sono andato a prenderla fuori scuola, non se lo aspettava, ha sbarrato gli occhi ed è corsa ad abbracciarmi. Non si può spiegare l’emozione. Anna è molto riservata, ha accettato la mia vita e non è stato semplice, ha fatto uno sforzo. Escono alcune fragilità nella Casa, se prima di entrare ero sicuro 10 su 10, ora è 1700 su 10. Nascono delle paranoie su come stesse vivendo la situazione. Quando ci siamo guardati, è svanita ogni debolezza. Ci siamo guardati negli occhi ed è partito un gran sorriso.

Un pensiero è volato anche al suo papà Giorgio, che da 4 anni sta combattendo con un brutto male, ma che nella serata finale ha voluto inviargli una video lettera, in cui lo ha ringraziato per averlo reso ancora più orgoglioso di essere suo padre e di avergli fatto ritrovare la voglia di lottare per sopravvivere.

Dirmi quella frase in finale, detta da lui, che sono 4 anni che è sdraiato a letto per un tumore è stato davvero emozionante. Un abbraccio e un bacio è sempre arrivato dalla mamma, lui aveva un altro modo. Quando l’ho vista appena uscito gli ho dato un grande bacio, come non ho fatto mai. E’ vero che ho ricevuto quel tipo di educazione, ma non per questo non avrei potuto fare io qualcosa per lui. Noi figli dobbiamo essere riconoscenti per tutti i sacrifici che hanno fatto per noi. Per questo sono diverso con mia figlia, non smetterò mai di esprimerle il mio amore.

QUI il video della sua intervista.

Che ne pensate? Vi è piaciuto il suo percorso?

COMMENTI