Nina Moric ha tentato il suicidio, a salvarla l’intervento della madre

Nina Moric

Prima dello scandalo Vallettopoli la vita di Nina Moric poteva sembrare una favola. Era una delle donne più belle del mondo, modella richiestissima sia sulle passerelle sia in televisione, sposata ad un imprenditore ricco e di successo, Fabrizio Corona, e mamma di un bambino, Carlos Maria. A guardare dal di fuori sembrava tutto perfetto, ma la perfezione -si sa- non esiste, e Nina in pochi anni è stata travolta da una serie di eventi che l’hanno fortemente provata a livello emotivo.

Evidentemente la modella croata non ha retto più allo stress e nella notte tra sabato e domenica ha provato a togliersi la vita tagliandosi le vene dei polsi. A salvarla è stata sua madre che ha chiamato tempestivamente un’ambulanza, che ha portato Nina al pronto soccorso del Policlinico di Milano. Fortunatamente, però, l’intervento è stato molto tempestivo e la Moric se l’è cavata con un codice verde e dopo poco è potuta tornare a casa.

Questa, però, non è la prima volta che l’ex moglie di Corona vive un’esperienza simile. Già nel 2009, ai tempi delle prime uscite pubbliche di Fabrizio con la showgirl argentina Belen Rodriguez, era stata portata di corsa in ospedale perché aveva ingerito troppe pasticche; episodio minimizzato però, da Nina che aveva spiegato di aver semplicemente esagerato con i sonniferi.

Non sappiamo quali siano i motivi che l’hanno spinta a farla finita, ma sul profilo Instagram della Moric proprio sabato sera è stata postata un’immagine con una scritta davvero eloquente: “Ho due vite: la mia e quella che si inventano gli altri“. Chissà se Nina non sia stata colpita in maniera particolare dall’ennesimo gossip su di lei…

Instagram

E voi che ne pensate?

About Redazione.IsaeChia

24 commenti

  1. Povera moric.. una donna fragile e irrisolta.

  2. Che palle ‘ste donne che c’hanno tutto e continuano ancora a pensare sempre e solo a loro stesse!

  3. Leggo dei commenti che mi lasciamo davero basita, boh. A me la Moric fa davvero tanta tenerezza, è una persona fragile che ne ha passate e subite di cotte e di crude. Per chi non lo sapesse, è stata violentata quando era davvero giovane e un evento del genere ti stravolge la vita. E a questo puro che sia ricca e famosa, credete faccia differenza o sia in grado di farle dimenticare la sofferenza? Non usate le dita solo per non farle intorpidire, dai. 😉

    • Concordo, non si può semplicemente giudicarla come un egoista o come la classica morta di fama in cerca d’attenzione.

      La depressione è una brutta bestia e non è facile venirne fuori, lei ha dichiarato di esser stata violentata dal padre (orrore all’ennesima potenza) da adolescente, era bellissima eppure è dovuta ricorrere alla chirurgia plastica (che l’ha rovinata) perché non si sentiva abbastanza bella, il matrimonio con Corona è fallito e deve crescere un bambino che sa di avere il papà in carcere (con tutto quello che ciò comporta). Mettetevi nei suoi panni.

  4. Sicuramente ha grossi problemi psicologici …ma , invece che ammetterli e farsi aiutare seriamente, troverà un’ennesima scusa a quest’altro tentativo di passare a “miglior vita” dicendo che è scivolata e atterrata con i polsi su due lame affilate.
    Dispiace per il suo bambino…

  5. ce l’ho,ce l’ho.ce l’ho la cura.basta che uno guardi i taglietti da codice verde e dica—-mbè?e chest’è?—
    +che si dirotti tutta l’attenzione degli aventi competenza sul ragazzo.e che si decida il colore del codice.mo,subito.

  6. Non ci credo per niente!

  7. Per me sono fatti suoi.
    Carlos nemmeno esisterebbe se non fosse per lei che l’ha tenuto parcheggiato per nove mesi in pancia.
    Dovrebbero arrivare i servizi sociali a toglierlo?
    Oppure potrebbe andare fino in fondo, così che il bambino possa essere affidato ad una famiglia amorevole.
    Bello, allora sì che tutti i torti sarebbero riparati.

    • è un falso problema.colei non ha ,finora,avuto nessuna intenzione di andar fino in fondo.e non dovrà avercela mai.per lei.solo per lei.non per non crear problemi.non per suo figlio.
      +i figli non ci devono nulla.non ci chiesero nulla.non son roba nostra.meno che mai dei servizi sociali.parlavo delle nonne e di figure professionali di supporto.
      +son film che io già vidi.e nessuno scusò sua madre per il fatto di averlo tenuto parcheggiato nove mesi in pancia.nè suo padre,per avercelo messo.

    • ma Coen comunque io non ce l’avevo con il messaggio di qualcuno nello specifico, quel qualcuno nello specifico comunque non saresti stata tu, ho solo sbagliato a commentare.

  8. Puro business. Chissà perchè, è la 2 volta che non arriva mai fino in fondo.
    E per quel che vale.. trovo il suicidio o il tentato suicidio, un grande atto di egoismo.
    Poi, statisticamente, il 90% non si uccide mai.. anzi, finiscono male sempre quelli che si portano dietro. Loro, il loro sedere, lo salvano sempre.
    Tranne per i cervelli completamente fritti che si schiantano con tutto l’aereo perchè loro, egoisti del caxxo, non vogliono perire da soli. Dovrei giustifficare anche quelli? Chissenefrega. Crepassero con la loro depressione e non rompessero l’anima agli altri.
    Mi dispiace soprattutto per chi rimane.. se ne frega qualcuno di quella gente? Tutti a giustificare i matti, gli altri sono carta straccia. Divago, lo so.. ma il malato si cura, non si compatisce.

  9. Che le abbiano assegnato un codice verde non la vedo come una prova della sua malafede, ma come una notizia positiva, per lei e la sua famiglia, almeno un gesto grave come quello commesso (davvero o per finta, ma chi se ne frega)non le ha causato danni gravi.
    Non so, non è che provi pietà, non è che mi dispiaccia, non è che stia dalla sua parte, però, cavolo, motivi di sofferenza ne avrebbe. Poi spero, per suo figlio, che trovi un rimedio. E spero che lui non ne risenta, non troppo per lo meno. Povero bambino. Ma pure un poco povera lei. Per arrivare a fare una cosa del genere deve stare davvero poco bene: mettere una lama sul polso e spingere, anche non troppo forte, anche non fino in fondo, è un atto disperato. Che sia dovuto al forte dispiacere per il suo matrimonio, per suo figlio, per il suo ex-marito, per il suo terribile (non ne sapevo nulla)passato, perché di lei non si parla più, o più di tanto. Una che fa una cosa del genere è disperata. E a me, per due minuti buoni, dispiace per lei e per la sua famiglia.

    • Sta sempre sulle copertine ed è sempre dalla D’Urso.. permettimi di dubitare che si parli poco di lei.

      • guarda, in realtà le mie supposizioni sulla mancata visibilità sono dovute al fatto che ho letto lo abbia fatto, nell’opinione di qualcuno, per attirare l’attenzione su di sé, e da qui (senza alcun giudizio sull’altrui opinione, ci tengo a chiarire)ho pensato che le sue apparizioni in tv fossero diminuite rispetto a una volta. probabilmente mi sbaglio, ma è perché non ho la tv in casa e non mi capita spesso di guardarla (uomini e donne è il mio sfogo trash quotidiano, ma recupero le puntate sempre su video mediaset). comunque, quello che penso sull’atto disperato, non cambia moltissimo. per me di disperazione si tratta. non voglio credere ad un atto strumentale, proprio non ci riesco.

  10. Sul fatto che ha millemila motivi per stare male sono anche d’accordo: matrimonio disastroso, corna su corna, carriera abbandonata sulla cresta dell’onda per stare con Corona, e l’infanzia traumatica. Ma è già la terza volta che finice in ospedale per suicidi tentati o incidenti sospetti, quindi invece che dalla D’Urso dovrebbe andare da un specialista. La sua vita è irisolta e se continua a fare gli stessi sbagli non è che va lontano. Se non per se stessa per suo figlio. Visto che sa cosa si prova ad avere un’ infanzia spezzata, vuole davvero far passare lo stesso calvario al figlio? Umanamente per lei mi spiace tantissimo, e spero che vontariamente o no, si faccia aiutare.

Inserisci un commento

Not using HHVM