Amaurys Perez: “Sì, le donne ci provano. Forse non sanno che io ho occhi solo per la mia Angela Rende!”

Nuovo

Uno striptease difficile da dimenticare a Si può fare, una famosa doccia a Pechino Express e dei balli calienti a Ballando con le stelle: Amaurys Perez ha conquistato così il pubblico femminile. Ma per fortuna la moglie Angela Rende, che ha preso parte con lui alla gara di Pechino Express, tiene a freno i suoi bollenti spiriti: “Angela è una donna intelligente e sicura di sé, quindi la prende con filosofia. Anzi, si diverte molto. Noi abbiamo un rapporto speciale ed è per questo che sono felice quando mi segue. Glielo chiedo io: lei, se può, mi segue nelle trasferte di pallanuoto. Quando entro in acqua, la prima cosa che faccio è cercare il suo sguardo nel pubblico. Certo, tra gli impegni di lavoro come insegnante di educazione fisica e due bambini piccoli, non è facile per lei essere sempre presente“. Quando gli si chiede qual è il suo segreto per piacere tanto alle donne, l’asso del pallanuoto risponde: “Alle donne piace l’allegria. Oltre all’aspetto fisico, cercano gli uomini che le facciano ridere, che le facciano sentire…donne! Ma Angela può stare tranquilla. Ringrazio tutte le fan ma non ho tempo e non do importanza a certe cose…“. Quando gli si chiede se il loro rapporto di coppia è cambiato da quando hanno avuto i loro due bambini, come succede a tanti, il bel cubano risponde: “Trovare spazi solo per noi è quasi impossibile, però cerchiamo di non cadere nella routine. Durante il campionato vivo a Napoli, mentre la mia famiglia è in Calabria. Loro mi raggiungono nel fine settimana, oppure mi sposto io se sono libero. La nostra è una vita sempre in movimento e, forse per questo, tra noi la fiamma della passione è sempre accesa! Cerchiamo di stare più tempo possibile insieme, ognuno di noi deve essere partecipe della vita dell’altro. Altrimenti è inutile sposarsi!“. Infine, Amaurys ripercuote la sua carriera, sia nello sport che nella tv, dove da qualche anno non si è più fermato “Per la pallanuoto ho dovuto lasciare il mio Paese quando avevo 18 anni, ma sono tanti i valori che mi ha insegnato e vorrei trasmetterli ai miei figli. L’attività sportiva è una vera e propria scuola di vita, soprattutto se di squadra. I sacrifici che richiede ti fanno capire che con la perseveranza si ottengono grandi risultati. Il mondo dello spettacolo mi piace, mi dà allegria e serenità e, di conseguenza, ottima salute. Per questo ho accettato anche Si può fare. Adesso la gente mi ferma per chiedere gli autografi e mi sembra di vivere in un sogno. Quello che avrei dovuto avere per le medaglie conquistate in 34 anni passati nella pallanuoto, lo sto avendo ora in tv. Qualche fan si è anche avvicinato a questo sport e per me è un grande risultato“.

Fonte: Nuovo