Amadeus: “Mia moglie Giovanna Civitillo torna in tv. In casa due stipendi sono meglio di uno, no?”

Di Edicola - 3 ottobre 2015 09:10:03

Top

Qualcuno ha parlato di tradimento, ma Amadeus, al timone di Stasera tutto è possibile su Raidue, non pensa a certe cose. Lo ha confermato la moglie Giovanna Civitillo, che è tornata in tv dopo sette anni di assenza, ma accanto a Paolo Bonolis in Avanti un altro!.Amadeus mi ha detto ‘Con Paolo sei in buone mani, divertiti!’. E poi è contento perché finalmente lavoro anch’io e non gli rompo più le scatole a casa…Mi piacerebbe che mio figlio José seguisse me in tv. La novità sono io, no? E poi, in un periodo di crisi, in qualsiasi famiglia due stipendi fanno più comodo di uno!” ha commentato lei. Amadeus, invece, parla del suo programma in prima serata, Reazione a Catena Extra…”Si tratta di un gioco tra le migliori quattro squadre che hanno partecipato a Reazione a catena in questi anni. Il piccolo, José, ha 6 anni e quasi sempre preferisce SpongeBob al papà. La grande (Alice, avuta da Marisa Di Martino, la sua ex moglie, ndr) ha 18 anni e quando è a casa mi guarda: il problema  che difficilmente alle 19 è a casa. E’ un piacere ritornare in prima serata su Raidue con Stasera tutto è possibile, perché ho iniziato in Rai proprio in prima serata sempre sul secondo canale, con Festa di classe, negli anni Novanta. Non è una gara, non non c’è un  primo e un ultimo classificato, ma gli ospiti si sfidano con giochi semplici dl società, come si fa anche nei villaggi turistici, ma con la particolarità di una stanza inclinata di 22 gradi e mezzo che mette in condizione tutti i personaggi di realizzare uno sketch improvvisato, ma soprattutto divertente perché è quasi impossibile rimanere in piedi! Sono felice di condurlo“. Quando gli si chiede, invece, qual è la ricetta del suo amore duraturo con Giovanna Civitillo, risponde: “Non c’è una ricetta, credo che nella vita ci siano dei destini che s’incrociano. Ognuno di noi ha la classica mezza mela, l’incastro perfetto. Nella vita c’è chi la incontra a 2o anni, c’è chi la incontra a 4o, a 5o, o chi non la incontra mai. Non c’è una formula, ma un’alchimia: è così che ti accorgi che quella è la persona giusta. C’è gelosia… Ma cerchiamo di avere una gelosia controllata, perché ognuno si fida molto dell’altro. Poi credo che un pizzico di gelosia aggiunga un po’ di pepe al rapporto. Se tieni a una persona è normale essere un po’ gelosi, il che, però, non vuol dire toglierle la sua libertà“. E con i figli? Chi li aiuta con i compiti? “Giovanna è brava con i compiti, io sono negato, faccio come facevo a scuola! Giovanna dice che certe cose sono un p superficiale. D’altronde ero uno che mirava alla sufficienza a scuola. Giovanna è più attenta. Con José ho un rapporto bellissimo: giochiamo insieme , va pallone, facciamo le lotte, abbiamo la passione per i supereroi. Ogni figlio che sia maschio o femmina ti fa scoprire tutto un mondo. Dobbiamo imparare dai bambini“. Poi, quando gli si chiese se è vero che è ipocondriaco, spiega: “Giovanna mi prende in giro perché dice che non va bene. Purtroppo sì, sono ansioso, a volte per delle stupidaggini, è una cosa che appartiene al mio carattere, cerco di combatterla ma non riesco a evitarla. Un esempio? Se mia figlia si trova in Inghilterra e andando in palestra si è fatta un graffio, sono ansioso, voglio sapere e magari mi faccio mandare una foto del graffio per capire di che entità è la ferita! Non ho ansia per quello che riguarda il mio lavoro, lì sono sereno e tranquillo. Invece nella vita privata sono ansioso verso le malattie e le piccole cose. Se mio figlio ha la febbre, mi preoccupo se non guarisce entro due giorni. Vivo queste cose con un’ansia esagerata. Dovrei rimediare, perché invecchiando posso solo peggiorare!“.

Fonte: Top