Anna Falchi dalla tv alla politica: “Voglio battermi per i diritti delle donne e per la giustizia!”

Di Edicola - 13 novembre 2015 09:11:49

Nuovo

Adesso che la vita da mamma e quella da fidanzata vanno a gonfie vele, Anna Falchi potrebbe appendere gli abiti da showgirl al chiodo per darsi alla politica. Sarà forse merito del compagno, Andrea Ruggieri, che da meno di un anno è diventato responsabile dei rapporti di Forza Italia con le tv, fatto sta che la soubrette di origini finlandesi accarezza l’idea di diventare una sorta di ‘first lady‘: “Da quando il mio compagno è sceso in campo più attivamente, anche io sono più informata: la politica mi piace e mi intriga” dice la Falchi. A casa sua, pero, in realtà una leader c’è già, ed è la piccola Alyssa, nata dalla relazione con l’imprenditore romagnolo Denny Montesi, finita nel 2010: “E’ una bambina socievole, con tanto carisma. E’ intraprendente, tanto che io la chiamo Angelina Merkel, come la cancelliera tedesca, perché il capofamiglia è lei!“. Quanto alla politica confessa: “Sì, vorrei occuparmi di pari opportunità. Mi appassionano i temi del rispetto per le donne e la giustizia. Anche l’ambiente è una questione che mi sta a cuore. Senza arrivare per forza a un ministero: potrei farlo anche su scala più piccola, magari per il Comune di Roma. Se seguo l’orientamento politico di Andrea rimane un segreto, ma posso dire che la scelta di un partito è un tema che spesso può dividere una coppia. Magari ci si ama da morire nella vita, ma in politica non si va proprio d’accordo. Io abito con mia mamma e mia figlia, non con Andrea. Però cerco sempre di sostenerlo e di stargli vicina il più possibile in questa sua avventura. Non vivo con lui perché la bambina è ancora piccola. Aspetto che cresca un po’ e a quel punto si potrà valutare. Se facessi questa scelta adesso significherebbe interrompere l’intimità casalinga che ho creato con mia figlia. Sono una privilegiata, perché posso crescere Alyssa in un ambiente ‘rosa’, tra donne. Ho trovato la persona giusta, che rispetta i miei tempi e soprattutto che ha visto crescere il rapporto tra me e Alyssa. Lei aveva pochi mesi quando io e lui ci siamo messi insieme. Nessuno meglio di Andrea conosce il rapporto tra me e la piccola e, per questo. rimane un passo indietro: è una grande prova d’amore. Lui per Alyssa è un compagno di giochi. Ed è giusto così. Lei un padre che adempie ai suoi doveri, e anche bene, già ce l’ha. Per il resto facciamo tutto io e mia mamma. Le nonne sono insostituibili“. Quando si chiede se pensa mai a risposarsi e avere un altro figlio, l’attrice, che ha dato prova anche delle sue capacità sportive quando è stata protagonista del programma Jump, risponde: “Non è una mia priorità. Un altro figlio? No, non ho più le energie. Un figlio è un grande impegno, ma poi chissà… Al momento mi godo la mia bambina. Avere un figlio vuol dire linfa vitale, sentirsi donna fino in fondo. Io sono diventata veramente femmina dopo la gravidanza. Ma se ho avuto una figlia è stato grazie agli insegnamenti di mia madre: mi ha fatto capire che era importante lasciare un segno nel mondo. Però sentirsi così gonfia, negli ultimi mesi, è terribile. Vorrei far provare la stessa sensazione agli uomini… a quelli che dicono che essere padri e madri è la stessa cosa!“.

Fonte: Nuovo