‘Grande Fratello 14′: l’opinione di Chia sull’ottava puntata

Di Chia - 13 novembre 2015 13:11:29

Grande Fratello 14

Il bacio di Giuda, pixel su schermo, Roma (2015)

Ieri sera non so se son rimasta più shockata dalla tremenda giacca doppio colore di Simone Nicastri o dall’incredibile doppio gioco dell’ormai sua ex compagna di squadra nel Grande Fratello 14 Rebecca De Pasquale.

E’ davvero un peccato che una persona così colta e potenzialmente interessantissima si sia ridotta a mero personaggio in cerca di consensi e visibilità, che nemmeno l’ultimo dei tronisti di Uomini e Donne. E che, dopo un momento commovente e toccante come quello che l’ha vista ricevere, nella Stanza delle Sorprese, la telefonata rassicurante del suo compagno Massimo (di cui tanto in settimana pareva aver sentito la mancanza), Rebecca domandasse ai coinquilini ‘Ma sono venuta bene in video mentre parlavo con lui?‘ ne è la triste conferma.

E’ meraviglioso vedere come tutti temano e nominino Simone in quanto ‘calcolatore‘, quando non ce n’è uno lì dentro che non stia facendo il proprio gioco pur di arrivare in finale e magari anche vincere. Almeno lui lo ammette, senza fingere di essere lì per fare un’irripetibile esperienza di crescita interiore, gli altri sti benedetti calcoli se li fanno eccome, ma nella loro testa. E pure male, me sa.

Perché come si fa a non notare che Rebecca ha pianto di più quando ha sentito il Nicastri basito rivelare -dopo uno spassosissimo giochino del Gf volto a illudere tutti, e in particolare Domenico Manfredi, sull’esito della nomination- ‘Guardate che non sono io l’eliminato‘ che quando pensava lo fosse davvero?

Come fa a non balzarti all’occhio quell’improvvisa e inspiegabile simpatia che Barbara Donadio ha provato negli ultimi sette giorni per Federica Lepanto, alla quale in passato dava della zozza con nonchalance?

Come fai a pensare seriamente che là dentro siano così fortunati che -su una ventina scarsa di concorrenti in tutto- Cupido abbia formato addirittura 3 o 4 Perfect Match?

Anche questo è calcolo, siore e siori, solo più paraculo e subdolo di quello di Simone. Che è così spietato che, quando pensava di essere stato eliminato davvero, l’ha presa col sorriso dicendo ‘E’ il gioco, quando sono venuto qui avevo messo in conto che si potesse verificare questa situazione, ho giocato al massimo, ho dato il massimo e non ho rimpianti‘, così cattivo che quando la Marcuzzi gli ha detto euforica che era tutto uno scherzone e non era lui a dover abbandonare la Casa, invece di esultare si è preoccupato per l’eliminazione di uno degli altri due che erano con lui al televoto. No, ma avete ragione voi, è proprio una persona bruttabruttabrutta sto nerd.

Scontata l’eliminazione della Donadio, nonostante l’enorme impegno profuso per approfittare dell’ingenuità di Federica, e ancora più scontato che Livio Parisi, il suo ex del quale gli inquilini dovevano scoprire il segreto, rimanesse in Casa come nuovo concorrente del Gf14. Già me li vedo, gli autori del reality mentre corrono nel caveau a sostituire la busta nera con scritto ‘Vabbè, ciaone Livio, non ci servi più’ con quella con scritto ‘Il limone con Federica ti ha salvato le chiappe‘.

Ora mi voglio godere la presenza in Casa del fidanzato di Valentina Bonariva, entrato sotto le mentite spoglie di Riccardo insieme alla sua fittizia fidanzata Giulia, ma c’è da ammettere che -quanto a doti recitative- la gieffina ha già ampiamente superato l’impauritissima conduttrice.

Ps. Qualcuno faccia notare a Lidia Vella che se sua sorella Jessica è rifiorita dopo la sua prematura dipartita, lasciandosi addirittura andare alle affettuosità con quell’altro cattivone di Kevin Ishebabi, forse è un chiaro sintomo -visti anche i precedenti con Alessandro Calabrese– di quanto la sua presenza castri irrimediabilmente tutti quelli che le stanno vicini. Io due domande me le farei, ecco.