Maria Bouzas: “Ne ‘Il segreto’ sono la crudele Donna Francisca, ma con i miei figli divento…Babbo Natale!”

Nuovo

A Natale siamo tutti buoni. La regola vale perfino per la perfida Donna Francisca, la cattiva per eccellenza nella soap Il segreto, che non si fa scrupoli ad eliminare coloro che intralciano i suoi piani…O meglio, per l’attrice che la interpreta! Nella fiction, infatti, la signora Montenegro continuerà a tramare contro i figli di Pepa, Aurora e Gonzalo, che ora è al fianco della sua figlioccia Maria. Inoltre, presto si scoprirà che anche il suo nuovo protetto, il giovane Bosco, è figlio della levatrice e lei diventerà ancora più cattiva. In particolare, la moglie (ormai vedova) di suo cugino Fulgenzio, Bernarda, nasconde il segreto legato alla morte di suo marito e, temendo che Francisca si stia affezionando troppo al suo salvatore Bosco e che possa inserirlo nel testamento, si metterà contro il giovane. Poi, cercherà di far impazzire Aurora. Infine, la stessa Montenegro si troverà in grave pericolo: Bernarda, armata di pistola e completamente fuori controllo, arriverà a minacciarla di toglierle la vita, ma la ricca possidente sarà difesa, come sempre, dal suo fedele Mauricio.
Fuori dalla soap l’attrice Maria Bouzas è l’esatto contrario del suo personaggio: “Non sono certo crudele come lei! Sono una mamma allegra, tenera, comprensiva e attenta. Ho un carattere ben diverso da quello di Donna Francisca. Una cosa però ci accomuna: l’amore per i figli“. L’attrice 53enne, infatti, ha due figli di soli 9 e 10 anni, di cui però non svela nemmeno i nomi e per i quali fa i salti mortali: “Da lunedì a venerdì sono con loro nella mia città natale perché ho chiesto alla produzione di girare tutte le mie scene in tre giorni, in modo da avere tempo per la famiglia. Sono legatissima ai miei cari. Per me le festività sono il momento in cui trascorrere tutto il mio tempo con i miei figli, che sono la cosa più importante per me tutti i giorni della mia vita, e con i parenti.  Il club Bouzas è composto da più di 200 persone. Non staremo tutti insieme, ovviamente, ma nei giorni di festa troviamo il tempo per salutarci. Amo molto il Natale, però lo vivo con un po’ di malinconia perché non dimentico le persone che non ci sono più ed è inevitabile sentire la loro mancanza. Sono cresciuta a Berna fino all’adolescenza, so bene il tedesco e amo i canti natalizi in questa lingua. E c’è un’altra cosa a cui non posso rinunciare: decorare l’albero con i miei bimbi! Come da tradizione galiziana, preparo sempre il baccalà col cavolfiore. Ne mangeremo tanto quest’anno, io lo faccio buonissimo! Ogni Natale ha sempre avuto qualcosa di speciale, ma da quando sono nati i miei bambini, questa splendida ricorrenza è diventata un appuntamento ancora più speciale e atteso in famiglia“. Quando le si chiede se è religiosa e per cosa prega, lei rivela: “Pregherò per la salute di tutti noi, è la cosa più importante. Non sono cattolica praticante, ma ho una fede molto personale e intima. Sono una grande fan di Papa Francesco I: è un pontefice innovativo, che sta vicino alla gente e che comprende i problemi, consapevole della povertà e della situazione del mondo. Si mescola al popolo e parla con tutti: questo è speciale“. Poi, quando le si chiede se c’è qualcun altro di speciale a cui si sente legata, oltre alla sua famiglia, l’attrice risponde: “Sì, Maria, la mia agente, che mi rappresenta per il cinema, la tv e la stampa. Mi fido ciecamente di lei perché la considero come una sorella. E poi è galiziana proprio come me!“. Infine, quando le si chiede un bilancio di questo 2015 e degli auguri per il 2016, risponde: “Sono serena a livello personale, di rado penso al passato o mi guardo indietro. Dal punto di vista professionale, il personaggio di Donna Francisca è una bomba. Sono molto grata ai telespettatori e a tutti quelli che lavorano per il successo della nostra serie. Mi auguro che migliorino la sanità e molti altri servizi: senza salute, non possiamo fare nulla. E poi c’è poco lavoro: questa crisi sembra non finire mai. Auguro a tutti tanta salute e di lavorare tanto, spero che a nessun italiano manchi un pasto, non solo durante le festività, ma per tutto l’anno; che non ci fosse più la povertà in giro. E, naturalmente, spero che continuino a seguire Il segreto: io e tutti i colleghi siamo molto grati al vostro Paese per l’affetto che ci dimostrate!“.

Fonte: Nuovo