‘Uomini e Donne’: l’opinione di Chia sulla puntata del Trono classico del 9/01/17

Trono classico - Claudio Sona e Mario Serpa

Inizio d’anno col botto, per Uomini e Donne, anche se una tiratina d’orecchie se la meriterebbero visto che sono andati al risparmio e ci hanno condensato in un’unica puntata tutti e tre i viaggi post scelta delle coppie nate sino ad ora in trasmissione… ma visto che siamo reduci dal Natale e trasudiamo ancora un pochetto di bontà residua ci accontentiamo. Sempre meglio questo 3 in 1 di un esordio del 2017 con Gemma Galgani e Giorgio Manetti, voglio dire.

Nella prima puntata dell’anno abbiamo visto Claudio Sona e Mario Serpa tra Verona e Roma, Clarissa Marchese e Federico Gregucci tra Roma e la Sicilia, e infine Riccardo Gismondi e Camilla Mangiapelo in trasferta in Val Gardena. Tre coppie molto diverse tra loro, quelle nate in questa prima parte di stagione, indubbiamente… ma a distanza di oltre un mese dalle scelte tutte sembrano filare d’amore e d’accordo quindi, qualunque fosse la preferenza di ciascuno di noi durante i loro troni, tocca convenire sull’evidente sentimento che le lega. E se avete qualche dubbio in proposito, mi basta ricordarvi che 365 giorni fa stavamo sul divano coi popcorn ad assistere al triangolo amoroso tra Amedeo Barbato, Sophia Galazzo e la ex di lui… quindi a sto giro sono quasi commossa nel vedere tre coppie su tre superare indenni il primo mesiversario, per dire.

Ma se sui sentimenti non discuto, due paroline sulle emozioni che mi han trasmesso consentitemi di farle… E da questo punto di vista per me non ci sono stati proprio paragoni, Clario win! A parte che per tutta la parte dedicata a loro ho seriamente rischiato di ingozzarmi con la quinoa del mio pranzo tanto erano cretini e pucciosi, pucciosi e cretini, ma poi c’è poco da fare, insieme mi sembrano proprio un perfect match. Solo uno paziente come Mario potrebbe sopportare un rompiballe come il Sona (no, cioè, vogliamo parlare delle testate che si meritava quando stavano in macchina?), e solo un cazzone come Claudio potrebbe stemperare la permalosità del Serpa. Ma poi la meraviglia della mamma dell’ex tronista, con quell’abbraccio al nuovo genero, e i siparietti ironici con Jack Vanore, Tina Cipollari e Gianni Sperti… No, via, avrei voluto che il loro post scelta non finisse mai, con Claudio che è l’unico al mondo ad azzeccare meno parole di Queen Mary quando canta, e Mario che è l’unico al mondo più goffo di me quando si tratta di saltare una corda. Due disastri che insieme formano la stupenditudine vera.

Quando siamo passati a Clarissa e Federico, poi, mi si è quasi cariato un dente tanto erano sdolcinati questi due. Ma è innegabile che si siano proprio trovati e che siano così irrimediabilmente cotti da avere già il terrore all’idea di non passare tutto il resto della loro vita insieme. Ma chi lo direbbe mai che sono fidanzati solo da un mese? I maglioni con le renne, i calici da prosecco coi cuori, i pigiamoni antistupro… il diabete vero! A pensare quant’era glaciale Clarissa all’inizio del suo percorso quasi non la si riconosce. Ma l’ha detto lei stessa, che tutto cambia quando trovi la tua persona… Oh, io ve lo dico in via preventiva: se mi vedete regalare piumoni tutti tempestati di foto lovvose, o fare la vocina da patatina patatosa al telefono, datemi una craniata prima che sia troppo tardi, che io alla mia anaffettività ci tengo e mi spiacerebbe giocarmela così.

E a proposito di glacialità, la puntata è terminata con la coppia forse meno empatica delle tre. Riccardo e Camilla ci provano pure a dirsi cose importanti e a mangiarsi con gli occhi, ma nonostante gli sbaciucchiamenti sulle nevi o in piscina a me onestamente non sono riusciti a trasmettere moltissimo… Forse perché sono giovani, giovanissimi, e ancora devono prendere le misure di chi hanno di fronte e del contesto in cui si sono ritrovati… anzi, sicuramente sarà così, e il tempo darà loro ragione.

La cosa che più mi ha colpito nella puntata odierna è che sia i Riccamilla che i Clario che Clarissa e Federico (ma sti due una crasi non ce l’hanno, poracci?), hanno già iniziato a convivere, e a me a vedere tutti sti ventenni che mettono su casa insieme piglia n’ansia che entro in modalità gattara e ciaone.

Video dalla puntata: Puntata intera“Casa Sona”, prima parte“Casa Sona”, seconda parteIn palestra con Jack Una torta con TinaMario e Claudio: intervista doppiaClarissa e Federico: incontri…A casa… finalmente“Sei la mia vita”Una casa per dueIl primo NataleDue cuori in Val Gardena