‘Uomini e Donne’: l’opinione di Chia sulla puntata del Trono classico del 13/03/17

Di Chia - 13 marzo 2017 20:03:08

Trono classico - Soleil Sorge

So che sto rischiando di sfociare nel vintage (c’ho un’età, capitemi…), ma avete mai visto Buffy the Vampire Slayer? Ecco, se anche voi state sulla trentina e avevate ottimi gusti in fatto di telefilm, potrete capire la mia soddisfazione quando oggi ho finalmente realizzato chi mi ricordava Soleil Sorge: Glory, quel dio infernale sotto forma di sventola bionda che cercava forsennatamente la chiave, ossia Dawn, la sorella della protagonista.

Oh, fateci caso, lo sguardo è identico! Quell’aria da “io sono io e voi non siete un ca**o” che mi fa schiattare dalle risate ad ogni primo piano della corteggiatrice è inconfondibile. E, tanto per rimanere in tema, la vivacità di Giulia Latini mi ricorda quella Tara, la fidanzata di Willow, dopo che Glory le aveva succhiato il cervello. Per l’appunto.

Io su Giulia la penso tale e quale a Tina Cipollari, la trovo una ragazza fantastica, dolce, pacata e sincera, di quelle fidanzate che ogni mamma sognerebbe per il proprio figlio, ma sinceramente penso che sarebbe sprecata per Luca Onestini, che è evidente che abbia ormai la testa altrove. Anche tutta l’enfasi che abbiamo visto oggi nel farle la sorpresa fuori dall’università mi sembra quanto meno sospetta, visti i precedenti, e mi viene da pensare che non fosse altro che un modo per stuzzicare la Sorge, che nel frattempo è impegnata a lasciare uno spiraglio un varco spazio-tempo aperto a Marco Cartasegna, che nella vita non si sa mai.

E se Luca, tra tutte le malate di visibilità con cui poteva giocare per i suoi loschi scopi, stesse prendendo palesemente in giro Giulia (e ad oggi questa è l’impressione che da…), ossia una delle poche ragazze davvero valide che sono passate per quello studio, si meriterebbe di contro un intervento in zona Cesarini del Karma, ovvero un bel ‘no’ da Soleil il giorno della scelta. Adorerei.

Tra tutte le corteggiatrici del Cartasegna, invece, la mia preferita è senza dubbio Larisa Pop. Finalmente una tipa per niente accomodante in un mondo di zerbini (vuoi per poco carattere, vuoi per astuzia). Lei invece se ne frega, e lo abbiamo capito sin dalla sua prima esterna. Ha qualcosa da dire? Lo dice. C’è qualcosa che non le sta bene? Lo fa presente. Una gran rompiballe che alla fin fine nasconde tanta tenerezza. A me fa impazzire.

Per quanto riguarda le troniste, Rosa Perrotta e Desirèe Popper, ancora me le voglio studiare un pochino… L’ex gieffina mi aveva colpita nella puntata d’esordio per l’apparente semplicità, ma per l’appunto non vorrei si trattasse solo di apparenza, di qualcosa di furbescamente studiato per avere la meglio su una tipa più sofisticata come Rosa.

Per ora abbiamo visto solo le loro esterne con Giorgio De Filippi, che – zitto zitto – mi sembra un bel furbetto visto che è stato capace di dare un colpo al cerchio e uno alla botte con la massima nonchalance. In tutto ciò, ho notato una particolare propensione della Popper nei suoi confronti, o sbaglio?

Ps. Una puntata che si apre col ritorno di Mariano Catanzaro a Uomini e Donne è uno di quei regali che il trash ti fa quando decide che ti meriti una gioia. Certo, ormai è un attore lanciatissimo e la dizione non è più ruspante come un tempo, ma io i popcorn me li preparo lo stesso.

Video dalla puntata: Puntata interaMariano is backEsterna di Luca e GiuliaEsterna di Marco e SoleilEsterna di Luca e Soleil“È l’occhio che giudica…”Esterna di Marco e GiorgiaEsterna di Marco e LarisaEsterna di Desirée e GiorgioEsterna di Rosa e Giorgio