‘Isola 13’, le prime parole di Francesco Monte dopo il ritiro dal reality show

Di Veronica - 6 febbraio 2018 15:02:39

Isola dei Famosi 13 - Francesco Monte

Dopo il ritiro dalla tredicesima edizione de L’Isola dei Famosi a seguito delle accuse fatte da Eva Henger nel corso della puntata di lunedì scorso, Francesco Monte ha deciso di parlare per la prima volta e lo fa tramite il suo account Instagram. L’ex tronista ha spiegato che per lui il programma non era più un gioco ma una gogna, asserendo, poi, che le accuse della bionda ungherese sono totalmente infondate e che per questo si difenderà in tribunale.

Ho deciso di ritirarmi dal gioco perché le ultime vicende de L’Isola dei Famosi hanno fatto sì che questo per me non fosse più un gioco, appunto, ma una gogna. Resa ancor più insopportabile dal fatto che stando reclusi è impossibile difendersi come si deve e tranquillizzare le persone che mi vogliono bene. Le accuse che mi sonno state rivolte sono totalmente infondate ed io mi difenderò con la legge, senza ricorrere ad inutili confronti e scontri. Chi mi accusa dovrà rispondere ad un magistrato nelle sedi opportune. Ho 29 anni, sono cresciuto in una famiglia perbene, so di essere una persona perbene, ho ricevuto dai miei genitori educazione e tanto rispetto per il prossimo, attraverso cui ho maturato rispetto anche per me stesso e per queste ragioni chi si aspetta da me proclami, contraccuse e fango da spargere in ogni dove, rimarrà deluso.

Infine, l’ex naufrago si scaglia contro le trasmissioni che hanno trattato la sua vicenda:

Mi sono recentemente trovato al centro di una questione per me molto dolorosa e inaspettata e anche in quella circostanza il mio stato d’animo è rimasto dentro di me. Sono un uomo del sud, istruito ed educato e tale voglio rimanere al di là del fatto che partecipo a trasmissioni tv. Le trasmissioni e i talk che di questa vicenda hanno preso l’aspetto scandalistico senza nemmeno porsi il dubbio che le accuse fossero infondate, hanno tutto il mio disappunto e il mio biasimo. Rispetto il lavoro altrui, capisco che gli spazi vadano riempiti, so di essere uno a cui piace la telecamere (fatto che di per sé non trovo contrario all’etica) ma non ho nessuna intenzione di farmi massacrare da chi sullo stomaco ha peli di cinghiale e l’anima l’ha persa da tanto tempo.

Che ne pensate delle sue parole?