Annalisa Scarrone rivela a ‘Vanity Fair’ il suo cambiamento: “Ero piena di sovrastrutture, non mi riconoscevo”

Di Stefania - 22 agosto 2018 19:08:01

Annalisa Scarrone

Annalisa Scarrone ne ha fatta di strada a distanza di otto anni dalla sua partecipazione ad Amici di Maria De Filippi, che l’ha proclamata una delle cantanti pop più apprezzate del panorama musicale italiano.

All’epoca, fresca di laurea, conseguita in Fisica con un punteggio di 96/100 presso l’Università di Torino, si presentò ai casting per realizzare il suo sogno nel cassetto, ovvero esibirsi sui palchi più importanti. E c’è da dire che chi ha puntato su di lei ci ha visto giusto: ha, infatti, preso parte al Festival di Sanremo ben quattro volte – quest’anno si è addirittura classificata al terzo gradino del podio con il brano ‘Il mondo prima di te’, alle spalle della band innovativa Lo Stato Sociale e dell’insolito duo composto da Ermal Meta e Fabrizio Moro, che hanno vinto la sessantottesima edizione della gara canora.

La Scarrone, intervistata da Vanity Fair, ha confidato le emozioni riguardanti la sua carriera in ascesa e il sorprendente cambiamento, che l’ha riguardata in questi anni. Ha rivelato che, in realtà, fin da ragazzina le è sempre piaciuto sperimentare nuovi look e nuovi generi musicali.

Essendo guidata dalla musica, ero lo specchio dei generi che abbracciavo. Scoprivo i Doors e andavo in giro vestita da hippy. Nel periodo grunge avevo i capelli verdi. Cantavo in una band Gothic Metal e mi trasformavo in dark, genere che amo anche adesso: per un periodo ho avuto una cotta per Nick Cave. Al liceo scientifico di Carcare ero la stramba. Ma vivevo i miei cambiamenti davanti a tutti.

Ad oggi, i suoi gusti in materia di uomini sono decisamente cambiati, come ha ironicamente raccontato. Se prima preferiva Nick Cave, frontman di Nick Cave & The Bad Seeds, rockstar con una vita al limite degli eccessi, adesso punterebbe di sicuro più su Luca Argentero, attore nostrano dall’esistenza sicuramente più equilibrata.

Argentero tutta la vita, non il tristone di turno. Voglio persone entusiaste, con la voglia di sperimentare. Mi son fatta così tante seghe mentali in adolescenza che adesso ho voglia di divertirmi. Di paranoie ne ho ancora eh, ma quelle che bloccano le ho superate. Con i gatti, il mare e con la scelta di vivere a Savona. Tornare a casa, vedere gli amici d’infanzia mi aiuta a capire dove sono.

L’amore è un tabù, che ha sempre tutelato e tenuto lontano dai riflettori e in cui si è sbottonata rivelando che “le ho date le ho prese, piuttosto equamente”. Dopo la fine della relazione con il suo compagno storico Davide Simonetta, il settimanale Chi’ ha rivelato che la 33 enne ligure avrebbe ritrovato l’amore al fianco di un uomo estraneo allo showbiz italiano, che le ha ridato la serenità persa. In più, la rivista di Alfonso Signorini ha fatto intendere che questo ragazzo sarebbe un suo amico di vecchia data, con la quale solo ora sarebbe sbocciato il sentimento.

In rotazione nelle radio vi è il singolo Bye Bye, estratto dall’omonimo album uscito il 16 febbraio di quest’anno, che le ha regalato l’ennesimo successo.

Non sembra ma è una canzone piena di rabbia, anche verso me stessa. Questa sei tu, mi ripeto. E se lo capisci, poi puoi finire pure su una gigantografia col reggiseno. E a quel punto, “ciaone” a tutti.

Annalisa, infatti, sarà in autunno il nuovo volto di Tezenis, noto brand di intimo, con il quale sta collaborando per realizzare un’esclusiva collezione di reggiseni. Se anni fa sarebbe stata restia sul mostrarsi in una veste così sensuale e “scoperta”, ad oggi non le importa più avere gli occhi puntati su di sè, in particolare quelli degli uomini, che a volte possono essere un po’ insistenti.

E’ vero, il maschio può essere pesante, ma sull’argomento sono diventata serena. Non m’interessa nascondere, né tantomeno mostrare: se mi guardi, bene. Se non mi guardi, anche meglio. Finirò su manifesti giganti in tutta Italia? Ma sì, e che sarà mai. Ormai ho fatto mia questa modalità zen, in cui va benissimo tutto. E sa che le dico? L’idea di diventare un simbolo, la rappresentante delle donne normali, mi piace. Io mi sento una donna normale. Come tutte cerco di valorizzare le cose belle e nascondere quelle meno. Cerco di stare in forma, faccio le diete ma sono pigra… M’intriga il fatto che con i propri difetti si possa fare le pubblicità di un reggiseno. Ho vissuto gran parte della vita preoccupandomi di essere “giusta”. Ora mi sento più libera e felice.

Questa trasformazione non è avvenuta certamente all’improvviso, ma è frutto di un percorso ottenuto man mano.

E’ successo un po’ per volta, e me ne sono resa conto riguardandomi su Instagram: ero piena di sovrastrutture, non mi riconoscevo. Avevo voglia di sbagliare, prendermi in giro. Nessuno è perfetto. Ed essere perfetti è orribile.

E voi cosa ne pensate? Siete impazienti di conoscere il nuovo progetto dell’ex concorrente del talent show di Canale 5?