‘Amici 15’, Elodie Di Patrizi rivela: “Mi sono distaccata da Emma Marrone perché mi terrorizzava l’idea di dipendere da lei”. E a proposito del nuovo fidanzato…

Di Martina - 21 ottobre 2018 15:10:21

Elodie Di Patrizi

Dopo il successo estivo del singolo Nero Bali cantato in coppia con Michele Bravi, Elodie è pronta a tornare da solista sulla scena musicale con un nuovo brano, un vero e proprio inno al vivere senza risparmiarsi.

Alle pagine di Vanity Fair, l’ex allieva di Amici di Maria De Filippi ha raccontato i suoi nuovi progetti, ed ha spiegato in che rapporti è rimasta con Emma Marrone, sua coach nel talent show di Canale 5:

Emma sentiva la mia inquietudine, era la mia coperta di Linus. Ma io non sono abituata ad appoggiarmi a lungo, e mi terrorizzava l’idea di dipendere da lei, confondendo stima ed emulazione. È stato difficile staccarmi, ma dovevo volare senza paracadute. Le resto grata, e siamo comunque legate.

Nella scuola più spiata d’Italia, Elodie aveva anche trovato l’amore. La cantante dai corti capelli rosa è stata infatti legata per lungo tempo al cantautore Lele Esposito, ma dopo una serie di tira e molla i due hanno deciso di prendere strade diverse, ed oggi la giovane ha un nuovo amore, di cui però preferisce non dire molto:

Sono innamorata di un ragazzo di Lecce, Luca. Non pubblicizzo, ma è generoso, passionale, balliamo insieme e ci stiamo piacendo sempre più. Il calore è fondamentale, il freddo è frigidità, non sentire, morte. Un mese fa mi sono operata alle corde vocali, e mi hanno ‘spenta per un po’, con l’anestesia totale. Quando mi sono risvegliata, l’ho immaginata così: un sonno senza percezioni. C’è una tale immensità nell’essere vivi.

Nel corso dell’intervista, la cantante pugliese – sempre restia a parlare della sua vita privata – ha raccontato qualcosa in più anche della sua famiglia, soffermandosi soprattutto sul rapporto difficile avuto da sempre con la mamma:

I miei genitori non sono supereroi. Mia madre, modella delle Antille francesi con origini africane e indiane, mi ha avuta da mio padre, italiano e musicista di strada, giovanissima: non era pronta, e mi è mancata. Severità assente del tutto, al suo posto friabilità da cristalleria. Perse se stessa, a un certo punto. Verniciava dal niente pareti di azzurro. Scompariva, non si faceva trovare. Aveva come un mostro invisibile dentro che le faceva fare cose che mai avrebbe voluto, e stava male, e non riusciva a scacciarlo via. Ho provato a starle vicino, a rincorrerla nei suoi abissi, in quelle stranezze euforiche e complicate da cui non mi ha mai protetta.

Determinata e forte, Elodie ha voluto lanciare infine un grande messaggio a tutte le donne, ricordando anche un triste episodio vissuto qualche anno fa:

Autostima, sicurezza. Prima essere forti, poi tenere. Mai clementi sugli abusi. Facevo la cameriera, e il proprietario mi abbracciò da dietro, con tutto il suo ingombro. Mi voltai, gli chiesi che stesse facendo, si scansasse subito, sudicio e ridicolo, con pure la moglie incinta. Lui mi dirà: “Ma quello era un gioco tra me e te”. Lo piantai lì. Purtroppo sono tanti gli uomini poco intelligenti.

Cosa ne pensate delle sue parole?