‘Amici di Maria De Filippi 18′: l’opinione di Isa sulla semifinale

Di Isa - 19 maggio 2019 10:05:07

Amici di Maria De Filippi 18

A parte che ieri il mio cuore era TUTTO per quella piccola stellina patatosa di Mahmood che all’Eurovision song contest 2019 ci ha fatto fare un figurone e che è arrivato davvero a un soffio dalla vittoria realizzando pure il miracolo più incredibile e impensabile ovvero farci cuccare 12 punti da San Marino!

Ma, detto questo, ma che pesantezza è stata questa semifinale, che pesanteeeeeeeeeezza! Cioè per restare sintonizzata tutta la sera principalmente su Canale 5 ho fatto una fatica clamorosa che solo la mia imperitura fedeltà a Queen Mary mi ha fatto reggere.

Considerando i pochi allievi in gara e l’ovvia ripetitività delle esibizioni, mi sarei aspettata quantomeno degli intermezzi divertenti, leggeri, spassosi e invece la noia, ma proprio la noia più infinita. Per farvi capire il mio mood della serata:

– io al momento delle cabine telefoniche con Sabrina Ferilli e Antonella Clerici:

– io al momento della sorpresa di Alessandra Amoroso a Queen Mary:

– io che mi godo l’incontenibile ironia di Pio e Amedeo a mezzanotte:

L’unico che avrebbe potuto portare un pizzico di brio era J-Ax ma l’hanno fatto parlare meno di un corteggiatore sfigato in quarta fila a Uomini e Donne. Tra l’altro mi hanno detto che in studio ci fosse anche Romina Power ma onestamente io non me la sento di confermarlo perché non ho nessun ricordo in merito. Se c’era non me ne sono accorta. Forse Queen Mary voleva mettere alla prova se stessa e pur avendo in studio Romina voleva fare il

Completamente sottotono anche Loredana Bertè che senza un Jefeo o un Mameli da poter insultare random si è annoiata a morte ed è stata tutta la seria lì, sulla seggiola, a pensare a cosa cucinare a Ferragosto.

InZomma, serata che dal punto di vista dello spettacolo è stata più moscia di quel Mocio Vileda usato che hanno appiccicato in testa ad Alberto Urso, e in cui praticamente l’unico momento degno di nota è stato quello in cui anche la De Filippi ha palesato di essere (come tutti noi del resto) una bimba di Mark Caltagirone e lo ha nominato facendo entrare entrare un ballerino coperto da un lenzuolo bianco a mò di fantasma.

Per il resto la gara è andata come avevo previsto e immaginato. La settimana scorsa in radio avevo pronosticato l’uscita di Tish ed eccallà. Un’uscita che per me era facile da intuire sia perché immaginavo che nella finalissima avrebbero lasciato due ballerini e due cantanti, sia perché comunque, a mio avviso, tra i cinque semifinalisti Tish era la più debole.

Rafael Quenedit e Vincenzo Di Primo per me sono proprio di un altro livello, sono già ARTISTI belli e fatti e la finale per loro è il minimo, anzi è un peccato che non possano vincere entrambi perché per ragioni diverse lo meriterebbero allo stesso modo.

Dei cantanti, invece, come ho avuto modo di dire più volte, non mi piace sostanzialmente nessuno e di nessuno comprerei mai un cd, però ad Alberto riconosco la capacità di affascinare un pubblico abbastanza traversale (ci sono ragazzine che si smutandano per lui e ci sono i miei genitori, 66 e 70 anni, che lo hanno adottato perché “è così un bravo ragazzo” e che quando non è passato dopo i primi due turni già erano in protesta e volevano guardare la Carlucci a mò di sfregio nonostante gli avessi spiegato più volte che non fosse in onda) e a Giordana Angi riconosco una scrittura interessante, vivace, che porta anche a mettere un po’ in secondo piano il discorso “timbro/intonazione/perfezione” perché quando sei un cantautore in primo piano ci sono proprio i brani che proponi.

Tish, giunti a questo punto, mi sembrava appunto la più debole. Che abbia una bella voce è indubbio, per carità, ma in decine di edizioni di talent musicali vari di belle voci ne abbiamo sentite a bizzeffe, a un certo punto devi avere la marcia in più che può consistere o, appunto, nello scrivere i tuoi brani e nell’avere una tua identità artistica precisa e definita, oppure nell’essere un interprete così meraviglioso e perfetto da incantare anche cantando il famoso elenco telefonico.

Ecco, io trovo che Tish sia una buona interprete ma non sia così meravigliosa e perfetta da incantare anche cantando l’elenco telefonico. O perlomeno non lo è ancora. In fondo è giovanissima e potenzialmente potrebbe ancora fare grandi miglioramenti. E credo che peraltro sia molto più facile per lei migliorarsi fuori dalla scuola di Amici che dentro perché nell’ultimo periodo, a mio avviso, l’eccessiva influenza di Rudy Zerbi le ha fatto più male che bene.

Tish nella fase della scuola era una bomba, durante il serale si è appiattita in maniera lampante e il demerito per me va in buona parte proprio all’atteggiamento del suo mentore che invece di stimolarla a migliorarsi l’ha portata ad adagiarsi e che tra l’altro ha anche creato quell’effetto tipicamente televisivo di proteggerla così tanto (anche quando non era il caso) da renderla indigesta a parte del pubblico e di attaccare così tanto Giordana (anche quando non era il caso) da renderla più simpatica a parte del pubblico. Insomma, Rudy, complimenti, hai fatto un lavorone!

A questo punto per la finalissima io tiferò SPUDORATAMENTE per la vittoria di uno dei due ballerini (con una leggera preferenza per Rafael #PerchéIoQuelMovimentoDiBacinoNonLoDimentico). Ma alla fine comunque vada avrò un contentino: se vincerà Alberto sarò felice per i miei genitori, se vincerà Giordana sarò felice per Rudy.