Alfonso Signorini fa discutere con la sua ultima intervista: parole al miele per Silvio Berlusconi e pesanti stilettate a Barbara D’Urso!

Martina 14 Dicembre, 2018

Alfonso Signorini

La nuova stagione di Belve, il programma condotto dalla giornalista Francesca Fagnani che illustra tra leggerezza e profondità aspetti inediti di alcuni noti personaggi femminili, è pronto a tornare in onda sul Nove di Discovery Italia da questa sera alle 22:45.

Primo ospite di questa nuova edizione è però una belva tutta al maschile, Alfonso Signorini, che si è raccontato senza maschere a pochi giorni dalla fine della sua avventura – in qualità di opinionista – al Grande Fratello Vip 3.

Stuzzicato su molti aspetti della sua vita privata e professionale, il direttore di Chi non si è tirato indietro su nessuna domanda, e a proposito della tv trash che in molti gli accusano di fare ha dichiarato:

Il trash è una chiave di lettura, certi limiti non devono mai essere superati, per esempio non mi piace lo sfruttamento dei casi umani, vengono molto spesso utilizzate personalità un po’ fragili da un punto di vista psicologico-emotivo per fare share, per fare spettacolo, questo non mi piace!

Immancabile a tal riguardo la domanda sui contenuti televisivi proposti da Barbara D’Urso, alla quale ha replicato con franchezza peraltro come già avuto modo di fare anche in passato (QUI il post):

Barbara D’Urso non mi piace perché non mi piace quel genere di televisione. Riconosco in lei una grande professionista, è una macchina da guerra incredibile, conosce molto bene il mezzo televisivo, dal punto di vista della conduzione stende molte colleghe, è un animale da diretta. Non mi piacciono, però certi suoi ammiccamenti, certi suoi falsi stupori, le lacrime, farsi vedere casalinga dentro, quando poi la realtà è ben altra.

Parole di stima e grande ammirazione invece per l’ex premier Silvio Berlusconi:

Mi ferisce molto che dicano: Signorini, il leccac*** di BerlusconiSignorini la velina di Berlusconi e bla bla bla’. Io riconosco che con Berlusconi non sono obiettivo, ma lo dico io per primo perché gli voglio troppo bene, gli sono affezionato (…) Io gli voglio bene perché lui me l’ha dimostrato il suo bene (…). Mi ha preso la mano, perché stavo parecchio male, anche perché ero nel pieno della mia malattia, mi ha tenuto per mano nel letto, facendomi addormentare alle 2 del mattino. Io alle 6 ho aperto gli occhi, lui non c’era già più e mi ha lasciato un biglietto che ancora conservo: ‘Quando ti svegli chiamami’. Ecco io per una persona così, glielo giuro, se mi chiede di buttarmi giù dal balcone, io mi butto giù dal balcone.

Ma sulle famose e ormai ben note cene ad Arcore ci ha tenuto a precisare:

Non ci sono mai andato e non solo, ma gli ho anche detto che certa gente sarebbe stato meglio non farla entrare neppure in casa. Però non ti ascolta.

Insieme ad Alfonso nella prima puntata di Belve ci sarà anche l’ex ministro Nunzia de Girolamo, mentre nei prossimi appuntamenti non mancheranno altre eclettiche personalità dal mondo della politica, della musica e della letteratura.

Voi cosa ne pensate di queste dichiarazioni del direttore editoriale? Guarderete la puntata di questa sera?

COMMENTI