Amici 21: l’opinione di Isa sulla prima puntata

Isa Marzo 20, 2022

Mah, vi dirò, tutto sommato come prima puntata del serale di Amici 21 quella vista ieri non mi è poi dispiaciuta più di tanto.

Purtroppo dopo l’edizione dello scorso anno era difficile ripetersi. L’anno scorso il gruppo arrivato al serale era, secondo me, molto (ma proprio tanto) più forte rispetto a questo. C’erano personalità straripanti che quest’anno non vedo. C’era un gruppo coeso che aveva suscitato anche la particolare empatia del pubblico. C’erano inediti che già spopolavano e che tutti avremmo cantato per mesi e mesi dopo la conclusione del talent.

Quest’anno è tutto più soft. Ci sono sicuramente dei ragazzi validissimi, ma io personalmente quel talento che sfonda lo schermo l’ho visto in pochi, pochissimi.

E visto che commenterò insieme a voi tutto il cammino del serale tanto vale che io giochi subito a carte scoperte: ho una sfacciata preferenza per Carola Puddu. Per me Carola è il talento più grande di questa edizione e spererò fino all’ultimo che possa essere lei a vincere il programma.

Carola nasce indubbiamente come ballerina di danza classica (per chi non lo sapesse ha studiato alla scuola di danza dell’Opera di Parigi superando l’esame di ammissione col massimo dei voti ed aveva pure ottenuto un contratto da professionista nella Canada’s National Ballet School, contratto a cui ha dovuto rinunciare per via della pandemia e del lockdown) ma io trovo che abbia realmente una versatilità invidiabile. Insomma, se metti Carola a ballare un pezzo di modern o un pezzo di hip hop lei alla fine non sfigura mai, se metti altri allievi, non di classico, a fare un balletto sembrano dei salami, questo è.

amici 21

E proprio perché amo Carola, e credo che abbia qualità che la rendano superiore alla media di molti degli allievi visti in questi anni, mi è spiaciuto vedere come ieri sera sia stata tirata in mezzo alla querelle (peraltro ormai davvero stantia, noiosa, ripetitiva, insopportabile) sul fisico perfetto per fare i ballerini.

Io so che Amici alla fine è sempre un programma tv, che Alessandra Celentano è anche un personaggio televisivo, e che le discussioni sul fisico longilineo e sui colli del piede servono a far polemiche e ad alimentare la parte ‘show’ più che la parte ‘talent’, però quella coreografia, tra l’altro davvero brutta, messa in piedi solo per mostrare che Carola ha un fisico alto e magro, mentre Serena Carella ha un corpo più massiccio, l’ho trovata svilente, in primis proprio per Carola che andrebbe esaltata e valorizzata per le qualità pazzesche che si ritrova, non per quanto è sfilata la sua coscia. Se vogliamo essere sinceri, tra l’altro, quella coreografia finiva per essere più adatta proprio alla Carella più che alla Puddu.

E ovviamente mi spiace anche per Serena e per il messaggio pericoloso che può arrivare a casa in un programma visto da tanti adolescenti che magari non colgono il riferimento esclusivo alla danza ma finiscono per semplificare con un “Carola è magra, Serena è grossa“, cosa CHE NON è, perché Serena è magrissima, un filo di grasso penso che manco ce l’abbia, i suoi sono tutti muscoli e una conformazione fisica semplicemente diversa (che peraltro pagherei oro per avere).

Che poi quello che dice la Celentano è vero, verissimo, per ciò che concerne le ballerine di danza classica che devono avere una certa struttura fisica (ad esempio anche avere un seno abbondante è penalizzante per una ballerina classica) ma non è altrettanto vero per le ballerine di altri stili. La stessa Elena D’Amario, tanto per fare un esempio amiciano, non ha un fisico da danza classica ma ha un fisico pazzesco per gli altri stili che infatti esegue in maniera magistrale.

amici 21

Ieri serata di grazia per Luigi Strangis che a me non è mai dispiaciuto, ma non mi ha mai nemmeno particolarmente esaltata, eppure ho trovato che ieri sera si sia proprio divorato il palco, presenza scenica pazzesca e grande capacità di catalizzare l’attenzione, mi ha davvero sorpresa in positivo.

Mi è spiaciuto, invece, per il trattamento poco carino riservato ad Alex Rina che non solo non ha beccato mezzo punto nelle sue esibizioni, ma si è sentito pure rivolgere critiche secondo me eccessive, e anche gratuitamente cattivelle, da parte di Rudy Zerbi. Non so, ho come avuto un flashback di Aka7Even lo scorso anno al quale in tutte le prime puntate non avrebbero assegnato il punto manco se l’antagonista fossi stata io che canto sotto la doccia col bagnoschiuma al posto del microfono.

Una grandissima cag*ata, invece, la roba dei guanti di sfida. Ma chi l’ha pensata sta genialata? Cioè in pratica vengono lanciati i guanti di sfida, se il prof decide di non accettarli il ragazzo non prepara la performance e poi in puntata sta ai giudici (che non conoscono NULLA dei ragazzi, e che quindi non hanno manco gli elementi per valutare bene se un guanto di sfida sia equo o meno) decidere se il guanto debba essere valido oppure no, e se dicono che è valido, e il prof non lo aveva accettato, il ragazzo perde la sfida senza manco essersi esibito.

Vi giuro, io ieri rimasta scioccata per Crytical che ha letteralmente perso la sfida contro Luigi senza manco aver aperto bocca. Ma che stron*ata è? Ma dai. Siamo al serale, la priorità andrebbe data ai ragazzi, a permettergli di esibirsi e di mostrarsi al pubblico. Fare sfide che terminano col risultato a tavolino, privando l’allievo di turno della possibilità di esibirsi in prima serata, è una stupidaggine così enorme che davvero mi auguro se ne rendano conto in tempo e modifichino il meccanismo in vista delle prossime puntate.

Le eliminazioni sinceramente me le aspettavo, le avevo proprio previste, e credo le avessero ampiamente previste anche i piani alti. Del resto io ancora oggi mi chiedo quale sia stato il senso di far entrare in gara Alice Del Frate e Gio Montana a poche settimane dalla fase finale del programma, quando si tratta di due ragazzi che avrebbero avuto bisogno di entrare a settembre ed affrontare un percorso di crescita e miglioramento, dato che entrambi avevano palesi limiti e non erano pronti per il serale. Sostanzialmente mi viene da pensare che siano stati presi proprio per avere due da eliminare nella prima puntata senza troppi drammi, questa è la mia idea.

Umanamente mi è dispiaciuto per entrambi perché sia Alice che Gio Montana si sono dimostrati due ragazzi educati, carini e che davvero avrebbero meritato di non essere usati unicamente come carne da macello. Tanti in bocca al lupo ad entrambi per qualunque strada sceglieranno di intraprendere.

Altre considerazioni:

– ieri mentre commentavo la puntata ho scatenato le ire di alcuni fan di Albe per aver affermato che sembri la versione fake di Sangiovanni. Oh, raga, ma è così, scusate. Cioè io lo so che Albe soffre questo confronto, so che gli pesa e tutto, ma se mi dite che ieri, mentre cantava, a voi non è mai venuto in mentre Sangio io so che vi si allungherà il naso.

La somiglianza (fisica, vocale, persino nel modo di muoversi) è assurda, imbarazzante, ed è una somiglianza che innegabilmente penalizza Albe, perché Sangiovanni ha semplicemente più talento nella scrittura, più presenza scenica, più personalità artistica. Al posto di chi si occupa di Albe io avrei proprio puntato a differenziarlo in tutto e per tutto, a fargli trovare una sua strada, una sua identità definita, un qualcosa che quando uno sente la sua voce pensi a lui e non lo confonda con altri e quando lo guarda allo schermo non abbia bisogno della lente di ingrandimento per capire di stare a guardare Amici 21 e non Amici 20.

Sissi Cesana è una cantante superba. Davvero, se parliamo di qualità vocali lei dovrebbe vincere il circuito canto a mani basse. Ha una voce che è una carezza, canta perfettamente e lo fa con una semplicità disarmante. Ieri quando ha intonato E non finisce mica il cielo sono rimasta a bocca aperta dall’inizio alla fine. Ecco, diciamo che Sissi è una di quelle che, se verrà ben seguita e ben indirizzata, dopo il programma potrebbe avere le sue chance perché è proprio un talento sopra la media.

– il passo a due tra Carola e Michele Esposito è stato poesia, una magia vera e propria, e io devo riconfermare la fedeltà alla corona e inneggiare al buon Filibertone di Savoia che è stato l’unico ad usare parole al miele per la Puddu. Vi ricordo che il reale era anche l’unico, lo scorso anno, a riconoscere e valorizzare il talento di Serena Marchese mentre Cip e Ciop accanto a lui stavano appresso al cuore di Rosa Di Grazia e ai tik tok di Martina Miliddi.

– dalla puntata di ieri abbiamo capito che Stash Fiordispino si è preso una cotta per Luigi e probabilmente da qui a breve i 21 anni saranno i new 18 anni, e Stashone inizierà a ripeterci che è incrediBBBile a 21 anni aver le qualità che ha Gigino. De Martino, invece, sembra essere entrato in protezione di Serena o, molto più semplicemente, ha deciso di giocare sul ruolo di antagonista della Cele. Insomma, si prende la visiBBBBilità facile facile, come quelli che vanno a Uomini e Donne a corteggiare la Galgani solo per avere la certezza di stare a centro studio.

– i siparietti trash in genere mi fanno cadere a terra le ovaie, ma ammetto che su Celentano e Zerbi in versione Sister Act ho riso sguaiatamente, sono debole anche io.

COMMENTI