Assunta Legnante a IsaeChia.it: “A Tokyo 2020 sogno di conquistare il mio terzo oro paralimpico!”

Chia Ottobre 15, 2017

Assunta Legnante

E’ una delle campionesse più amate e apprezzate tra gli atleti paralimpici italiani e, dopo le medaglie d’oro vinte a Londra nel 2012 e a Rio nel 2016, sogna di salire sul gradino più alto del podio anche ai Giochi paralimpici di Tokyo 2020.

Stiamo parlando di Assunta Legnante, pesista classe 1978, che oggi in esclusiva per IsaeChia.it ci racconta che…

Ciao Assunta, e innanzitutto complimenti per la tua sfolgorante carriera ricca di successi e medaglie! Quando ti sei avvicinata allo sport? Mi sono avvicinata allo sport fin da piccola con i vecchi ‘Giochi della gioventù’. Ho praticato la pallavolo fin quando non ho scoperto l’atletica leggera, ed in particolare il getto del peso. Da lì in avanti i primi risultati a livello giovanile, fino ad arrivare ai grandi risultati.

Come hai vissuto il passaggio dal Mondo Olimpico al Mondo Paralimpico? Premetto che per una donna di 33 anni perdere la vista dopo aver vissuto la vita pienamente in autonomia non è facile. Quando è capitato non ho avuto tempo e modo di ragionarci su più di tanto perché volevo dare immediatamente una scossa al mio futuro. Quando mi è stata data la possibilità di ritornare a fare atletica anche da non vedente, dopo le prime titubanze ho subito accettato e mi sono rimessa in gioco!

La tua seconda vita è iniziata a Londra 2012. Raccontaci le tue emozioni in quell’occasione! Emozioni indescrivibili, soprattutto durante la gara. Entrare in uno stadio con 80 mila spettatori che sono lì a tifare per lo sport, sia che sia per disabili che no, è da infarto. Non vedevo le loro facce ma sentivo distintamente le loro voci. Quando poi è cominciata la gara vera e propria, e al primo lancio ho scagliato il peso a 16 metri e 74, cm realizzando il nuovo record del mondo, la mia esultanza e l’urlo raccontavano quello che avevo dentro!

Che progetti hai nel futuro, e che consiglio daresti ai giovani che si avvicinano allo sport? Naturalmente guardo al futuro con positività. L’obiettivo, dopo Londra 2012 e Rio 2016, è quello di arrivare a Tokyo 2020 capace di conquistare l’Oro per la terza volta. Ai ragazzi che si avvicinano allo sport consiglio semplicemente di divertirsi, e vivere gli allenamenti e le competizioni sempre e comunque con il sorriso!

Vi aspetto sulla mia pagina ufficiale su Facebook! Un abbraccio a tutti i lettori di Isa e Chia, Assunta Legnante

COMMENTI