Ballando con le Stelle 17, Jonathan Kashanian lancia un (inedito) appello a Milly Carlucci

Il vincitore del Gf 5 sogna di partecipare al popolare show di RaiUno e…

Giusy Giugno 12, 2022

Di strada ne ha fatta Jonathan Kashanian da quella vittoria al Grande Fratello 5 nell’ormai lontano 2004. Dopo le prime esperienze nel mondo della moda, si sono aperte presto le porte della televisione. Conduttore, opinionista, attore, speaker radiofonico, nonché ex naufrago de L’Isola dei Famosi nel 2018, di recente abbiamo visto Jonathan Kashanian a Detto Fatto, la trasmissione condotta da Bianca Guaccero che ha appena chiuso i battenti.

Nel corso di una lunga intervista rilasciata a TvBlog.it, ha confessato qual è il prossimo programma televisivo in cui vorrebbe partecipare:

Ballando con le stelle. Non perché io abbia deciso di fare il ballerino nella vita, ma perché è un programma che tira fuori dei lati inediti di chi vi partecipa. E questo accade un po’ perché Milly è brava, un po’ per il contesto. Di certo mi ci impegnerei, ma il ballo passerebbe in secondo piano.

Non ci sono stati ancora contatti ufficiali, intanto però Jonathan ha lanciato un messaggio a Milly Carlucci:

Cara Milly non te ne pentirai! E poi ho letto che, secondo indiscrezioni, tra i concorrenti ci sarà Iva Zanicchi. Ecco, allora io sfido ufficialmente la mia carissima amica Iva.

Sull’essere giudicato da una giuria:

È l’ultima cosa che mi spaventa, sono una persona schietta, non ho paura di confrontarmi. I giurati di Ballando sono tutti capaci e non le mandano a dire, ma penso di potermela cavare e di poter tenere testa, sempre con educazione. La verità è che mi piacerebbe lavorare con Milly, è da anni che ci incrociamo, a Detto Fatto ci siamo spesso collegati con lei, è sempre stata generosa e gentile.

Jonathan Kashanian è salito alla ribalta grazie alla vittoria al Gf, ma guai a chiamarlo gieffino!

Io sono quello col cappello, quello che ama la moda, e invece non è così. Io non sopporto essere associato ancora alla moda, non me ne occupo più da dieci anni. Quello che viene dal reality. A questo rispondo che per me è giusto che in Italia si valuti in base alla meritocrazia. E in tutti questi anni penso di aver dimostrato di essere un conduttore capace e di meritarmi un programma tutto mio. In questi anni ho lavorato con Chiambretti, Toffanin, Guaccero, a La Vita in diretta, ho un’immagine pulita e ho dimostrato che non sono qua per caso. Leggere ancora oggi nelle interviste “l’ex gieffino” dà un po’ fastidio. A me come a Luca Argentero, Eleonora Daniele e ad altri che si sono fatti il mazzo.

COMMENTI