Bridgerton, l’ideatrice Shonda Rhimes rivela quante stagioni ci saranno e torna a parlare di Regé-Jean Page

La Rhimes, già creatrice di successi come Grey’s Anatomy e Le regole del delitto perfetto, parla del suo ultimo telefilm che è stato un successo mondiale

Ludovica Novembre 5, 2021

Shonda Rhimes vuole puntare tutto su Bridgerton. La serie targata Netflix prodotta dall’ideatrice di Grey’s Anatomy ha ottenuto un grandissimo successo a livello mondiale.

La Rhimes, intervistata da Variety, ha risposto ad una domanda che da mesi ormai si facevano i fan della serie confermando che Bridgerton proseguirà per ben otto stagioni. Prima di arrivare a questa decisione, però, Shonda ha contemplato l’ipotesi di chiudere la storia in un’unica stagione:

Quello che mi piaceva era che avremmo creato questa potente, eccitante, incredibile storia d’amore e che, per una volta in televisione, avrebbero avuto il loro per sempre felici e contenti beh, sapete! In tv devi inventarti 15 anni di motivi per cui una coppia deve stare lontana.

La prima stagione ha raccontato la storia d’amore tra Daphne e il duca di Hastings. La seconda, invece, sarà incentrata su Antonhy Bridgerton e la sua amata Kate Sharma. La Rhimes, a tal proposito, ha aggiunto:

Ci sono otto fratelli Bridgerton e, per quanto mi riguarda, ci sono otto stagioni di Bridgerton. E forse di più.

Sembra invece confermato l’addio di Regé-Jean Page, che ha interpretato il duca. Shonda pare sia convinta del fatto che il suo personaggio non possa più avere spazio nel racconto:

Non credo proprio. Ed ecco perché. Lui è un’enorme star ora. Come ho già detto, l’idea di avere Regé per farlo stare sullo sfondo non ha alcun senso per me.

Intanto le riprese della seconda stagione si sono concluse da poco e l’attrice Nicola Coughlan, che veste i panni di Penelope, ha assicurato durante un’intervista:

l dramma si è amplificato molto. Stiamo girando tutte quelle grandi scene drammatiche per la fine. È estenuante ma molto soddisfacente.

 

COMMENTI