Fattore M: spazio dedicato a Marco Mengoni. #TiHoVolutoBeneVeramente video ufficiale di Marco più visto su #VEVO

Isa 7 Agosto, 2017

Marco Mengoni

(rubrica a cura di Valentina P.)

Salve a tutti! Due le certezze esistenziali di questi ultimi 7 giorni: IL caldo (ma non un caldo normale, bensì una sottospecie di tritacarne termico in grado di far squagliare il cervello persino a un premio Nobel) e la presenza di Marco nella sua natìa Ronciglione. Immortalato everywhere, in pratica tutti i ronciglionesi stanno appostati intorno al lago di Vico in attesa che lui arrivi e taaaccc FOTO insieme. Instagram è pieno di scatti trionfanti, e devo dire che il sempre sorridente Mengoni mi fa quasi – quasi, eh? – un misto fra pena e tenerezza.

Scherzi a parte, per questa settimana ho da segnalare due notizie, la prima riguarda la candidatura del nostro al daf BAMA MUSIC AWARDS 2017, “uno spettacolo di musica multiculturale internazionale presentato da Daf Entertainment con sede ad Amburgo, in Germania. È stato creato per onorare gli artisti provenienti da tutto il mondo e allo stesso tempo unire il mondo con qualcosa di bello come la musica… I premi sono presentati ai migliori e più importanti musicisti in Europa, Asia e Africa”. Il Mengons è stato nominato nella categoria BAMA People’s Choice Award, in pratica quella del voto popolare, se vi va di votarlo QUI il link.

La seconda notizia della settimana riguarda invece uno speciale podio:

Facebook

A poco più di 1 anno e mezzo dalla pubblicazione, il singolo “Ti Ho Voluto Bene Veramente” è si è aggiudicato il titolo di videoclip più visualizzato della discografia di Marco Mengoni su canale VEVO, superando “Guerriero”, più “anziano” di 1 anno. Parliamo di qualcosa come 67 milioni di visualizzazioni, non proprio bruscolini per i numeri della discografia italiana:

Non per fare la saputella, ma IO LO SAPEVO SIN DAL PRIMO GIORNO. Questo brano è stregante già di suo, intenso, profondo, con un crescendo pauroso. E vogliamo parlare del video? La fotografia è da paura, i colori volutamente spenti, i paesaggi islandesi si mescolano con la musica e creano suggestioni di vuoto, freddo, nostalgia, come gli echi di un passato che torna incessantemente. Marco ha creato un piccolo capolavoro di musica pop, una ballad struggente ma non “pesante”, una melodia che ritorna nella testa, come una carezza profonda. E non stanca mai, anzi! Alla prossima!

COMMENTI