Filippo Bisciglia rivela: “Non rinnegherò mai la mia avventura al ‘Grande Fratello’! Dopo d’allora son stato bravo a fare le scelte giuste e sono stato premiato…”

Franci Ottobre 21, 2017

Trono classico - Filippo Bisciglia

Filippo Bisciglia rappresenta ormai il volto di Temptation Island per eccellenza: è stato lui a condurre il seguitissimo reality estivo delle tentazioni per ben 4 edizioni consecutive e con estremo entusiasmo i suoi telespettatori hanno accolto la notizia della sua presenza a Tale e Quale Show.

E’ da diverse settimane, infatti, che l’ex concorrente del Grande Fratello ha intrapreso la sua bellissima avventura nel programma condotto da Carlo Conti, regalando al pubblico delle performance davvero degne di nota. A dare il meglio di sé nella stessa trasmissione nel lontano 2012 era stata la compagna di Filippo, Pamela Camassa, che incoraggia l’uomo prima di ogni esibizione, proprio come ha raccontato lui stesso in una recentissima intervista rilasciata a Vanity Fair:

Mi ha sempre detto che avrei dovuto farlo più io che lei. “Spacca tutto, ma perché tremi?”, le dicevo quando si esibiva cinque anni fa. Poi, quando è toccato a me, mi sono trovato a tremare come una foglia in ascensore prima di arrivare in studio e imitare Francesco Gabbani. Quando sono tornato a casa l’ho vista e le ho detto: “Pami, ma sarà tutte le volte così? Mi cagherò sempre sotto?”. E lei mi ha risposto “sì, sempre”.

Bisciglia ha parlato anche del suo rapporto con Maria De Filippi:

Ho incontrato per la prima volta Maria durante una manifestazione sulle malattie della tiroide. Mi venne incontro e mi disse: “Ciao Filippo”. Io le risposi: “Salve”. Ci siamo rivisti due anni dopo, quando ho iniziato a fare dei nuovi provini. […] Non ci credevo neanch’io. Mi dicevo: “Ma Maria De Filippi conosce me?”. Mi è successa la stessa cosa a un concerto di Claudio Baglioni. Eravamo al Palalottomatica e, quando andai a salutarlo e a presentarmi, mi disse: “Ciao Filippo”. Ma come? Claudio Baglioni conosce il mio nome?

Il poliedrico Filippo ha, poi, raccontato dei suoi sogni di bambino:

La mia passione sono sempre stati i programmi tv. Quando ero piccolo mia nonna mi metteva davanti alla tv e, anziché vedere i cartoni, guardavo Ok il prezzo è giusto, M’ama non m’ama e Pronto Raffaella. Mi affascinavano Raffaella Carrà, Marco Predolin, Gigi Sabani: ero davvero attratto dalla conduzione. Da ragazzo ero un casinaro, un caciarone. Sono sempre stato super attivo e molto positivo, con la voglia di vivere la vita con il sorriso e trasmettere positività. I miei amici mi chiamano “il motivatore” perché riesco a tirarli sempre su: li ho anche convinti a iscriversi in palestra. Loro, che non avevano mai fatto attività fisica fino ai 38 anni.

Inevitabile è stato il riferimento a Temptation Island, il programma che lo sta facendo amare dal grande pubblico:

Quando i ragazzi stanno male, anch’io sto male per loro e me ne dispiaccio. Non posso parlare più di tanto perché ricopro il ruolo di un confidente, se lo facessi temo che il programma si trasformerebbe in un talk-show. Ma ci provo sempre a dire qualcosina, a consigliare ai fidanzati di comportarsi bene.

Filippo durante l’intervista ha rivelato di essere una persona molto meticolosa e attenta ai dettagli, come del resto si può evincere dalle sue esibizioni:

Trovo delle cose che non mi piacciono e cerco di modificarle. Sono molto critico verso me stesso: quando ho rivisto l’imitazione di Califano mi sono detto che l’avrei potuta fare meglio perché ero troppo emozionato. Mi reputo un secchione che vuole essere perfetto. Durante i falò di Temptation mi capita addirittura di accertarmi che la sabbia sia pulita e di domandarmi se la luce in scena sia giusta per illuminare i ragazzi. Poi viene il direttore della fotografia a dirmi di fargli fare il suo lavoro e ha ragione, è più forte di me.

E a proposito dell’amore, quest’estate si è a lungo vociferato di una ipotetica crisi tra lui e Pamela:

Lo avranno scritto solo perché non pubblichiamo foto insieme. Siamo fidanzati da dieci anni, che per me è come se fossero quaranta. Le coppie normali lavorano, si vedono la sera a cena, poi vanno a letto e ricominciano daccapo il giorno dopo. Noi abbiamo sempre vissuto 24 ore su 24 insieme. Il matrimonio? No, perché è come se fossimo già sposati! Credo nell’amore e nelle cose belle della vita, che sono più importanti di un paio di firme.

Infine, Bisciglia ha parlato della sua avventura al Grande Fratello quando aveva appena 27 anni:

Una parte di me sperava che mi avrebbe aiutato a entrare in tv ma, sinceramente, credevo che una volta uscito mi sarei aperto un negozio o un ristorantino. Sono stato bravo a fare delle scelte, a evitare di fare qualcosa che non mi avrebbe portato a nulla. Ho detto tantissimi no e, alla fine, credo di essere stato premiato. Mi hanno proposto anche altri reality, ma ho detto di no. Il Grande Fratello, però, non lo rinnegherò mai: è grazie a loro che sono riuscito a entrare in questo mondo e non lo dimenticherò mai!

Che ne pensate delle sue parole?

COMMENTI