Gf Vip 6, Carmen Russo commenta le parole di Lorenzo Amoruso su Manila Nazzaro

La ballerina rivela anche che è in arrivò un programma tv all’estero per lei ed Enzo Paolo Turchi

Carola C Febbraio 12, 2022

Questa mattina, in collegamento con CasaChi, l’ex gieffina Carmen Russo ha detto la sua a proposito di Manila Nazzaro. Briosa e solare come di sua consuetudine, la ballerina ha commentato la situazione – da lei definita “di smarrimento” – dell’amica all’interno del Grande Fratello Vip.

L’intervista è cominciata con le impressioni “dal di fuori” dell’ex concorrente:

Bellissimo! Ci si diverte di più all’esterno che all’interno, perché all’esterno vedi l’essenziale di tutto e hai una visione a 360 gradi  e ti rendi conto veramente dei personaggi, di come sono e della loro personalità.

Carmen ha poi speso due parole anche sull’ambiente che c’è in studio.

In studio Alfonso Signorini è mitico, Sonia Bruganelli e Adriana Volpe anche! Sono davvero tremende! Poi il pubblico, è tutto bellissimo, insomma sono felice di esserci sempre!

L’intervista è proseguita parlando del suo ruolo di coreografa all’interno del programma. Ormai celebri, infatti, i suoi stacchetti con cui si concludono le puntate:

Coreografia” è una parola un po’ grossa, diciamo che metto un po’ di ordine in quel minuto e qualcosa in cui si balla. Perché se si lasciano a briglie sciolte vanno ovunque e invece serve avere un po’ di ordine tra chi va avanti, indietro, se c’è un incrocio, insomma, sono bravissimi. Tieni presente che proviamo solo due ore prima della messa in onda!

Carmen ha anche svelato alcuni “dietro le quinte” delle sue coreografie.

C’è chi arriva in ritardo perché ha il trucco e chi vuole mangiare e io dico no! Mi danno molta soddisfazione anche se non sono dei professionisti! Quello che fino ad adesso mi ha dato più soddisfazione è stato Aldo Montano, naturalmente, perché abbiamo fatto quella serie di prese meravigliose. Ho anche un ospite molto importante che verrà con me. Aldo è diligente, è preciso, è forte, è giusto!

Sicuramente il tasto dolente dell’intervista è stato, per la ballerina, commentare il comportamento dell’amica Manila e le reazioni esterne di Lorenzo Amoruso, il quale sembrava prendere le distanze dalla compagna.

Mi dispiace molto perché hanno una storia meravigliosa e sono due persone speciali. Spero sia una cosa momentanea perché quando Lorenzo si è presentato nella Casa e l’ho visto in passerella ha lanciato dei messaggi a Manila, dicendole “Cammina da sola mi raccomando“, “Non pensare troppo a casa“. Però, forse, Manila non li ha recepiti e continua a stare molto molto vicino a Katia Ricciarelli pur non avendo un riscontro equivalente. C’è rimasta molto male quando ha fatto quella battuta dei 44 anni che anche a me ha sorpreso un po’. Quello che penso è che Manila ormai dopo 5 mesi è un po’ stanca e ha le idee confuse. Lì dentro quello che accade intorno a te ti confonde, basta che succeda qualcosa non sotto controllo che perdi l’orientamento. Manila è una ragazza molto dolce e buona, disponibile.

Continuando a parlare della relazione tra Manila e Lorenzo, Carmen ha potuto leggere per la prima volta la storia di Instagram dove Amoruso diceva:

Mi sono innamorato di una donna forte risolta e decisa che non accettava soprusi. Oggi non la riconosco più e probabilmente mi sono sbagliato, mi prendo il mio tempo per riflettere.

Parole forti e dure che hanno intristito Carmen, la quale ha subito preso le difese dell’amica:

Lorenzo non ti sei sbagliato, perché Manila è una donna determinata. Dopo 5 mesi dentro perdi la bussola, sei disorientato e quindi penso che Manila stia passando un momento un po’ così, perché la vedo disorientata e spero si renda conto di quello che davvero avviene. Quando ci sono le nomination ti rendi conto di quello che il pubblico recepisce. Io spero che Manila prenda la strada giusta.

Successivamente a Carmen è stato chiesto se, secondo lei, a mettere fuori strada Manila e non solo, sia stato l’ingresso di Delia Duran. All’ingresso della compagna di Alex Belli, Manila è stata la prima ad accoglierla, ma questo gesto di cortesia le avrebbe messo contro le sue amiche storiche.

L’ha accolta perché l’ha vista in difficoltà ed è sempre così, quando entra qualcuno in prima battuta ci si sente di andare incontro e di scambiare. Chi arriva ti porta ma ha anche bisogno di un’accoglienza. Dormono insieme, ha preso il mio posto Delia e quando uno sta nello stesso letto si crea una certa confidenza. Ma chiaramente, forse, ha trascurato Katia e Sole, ma ha anche detto che non si deve essere in esclusiva. Io che sono stata dentro, e fa parte del mio carattere, ho cercato di essere amica o di comprendere o non comprendere tutti e tutte. Non è che esce un rapporto stretto e in esclusiva che preclude le altre situazioni.

L’intervista si è poi spostata sulla sincerità di Katia Ricciarelli e Soleil Sorge nei confronti di Manila.

Questa è una grande domanda e non si può rispondere perché non riesci a capire un tuo amico dopo anni che lo frequenti. Lì dentro  tutto può essere tutto, è un mistero, può essere tutto diverso, strumentale. Io ti dico che Katia ad esempio quando vedeva me in cucina che facevo le mie famose polpette mi diceva “Eh ma stai sempre in cucina! Ma basta facciamo solo un piatto di pasta!“. Poi quando le mangiava mi diceva “Ma che buone, ma quando le rifai!?“. Se non ci fosse stata Manila sai che casino ci sarebbe stato in quella Casa? Eravamo sempre 3 o 4 contro gli altri per mantenere la casa, è comodo parlare, ma è più difficile fare!

Per distendere gli animi e alleggerire la conversazione, l’intervista è andata a parare sui probabili progetti in Spagna di Carmen e il marito Enzo Paolo Turchi:

Tu hai il filo diretto con la Spagna, ma non lo so, vedremo. Dobbiamo vedere anche se si tratta della stessa proposta, potrebbero essere varie… Non mi posso sbilanciare senza la mia metà!

In conclusione è stato chiesto a Carmen quale sia il suo favorito e quale invece sia il più falso tra i Vipponi:

Alcuni non li conosco perché non li ho incontrati. La falsità secondo me in percentuale è in tutti perché fa parte del Dna, fa parte del sapersi inventare, del sapersi barcamenare. Ma io ho legato con tutti! Stavo bene e quando sono uscita dalla porta mi hanno salutato, quando sono entrata in studio anche i compagni fuori si sono alzati in piedi, quindi non vedo falsità. Molti dicono che Davide Silvestri sia lo stratega, ma fa parte del gioco è normale, e lo ha detto dall’inizio. A me affascina Kabir Bedi, mi affascina anche Barù che quando si trova in difficoltà fa tutto il distaccato e io ce l’ho detto e lui ha detto “E’ vero, Carmen“.

COMMENTI