Gf Vip 7, Adriana Volpe: “Capisco che avere me nella Casa e Sonia Bruganelli come opinionista sarebbe stata una bomba ma…”

La Volpe ha poi svelato perché la presenza di Giulia Salemi è il vero valore aggiunto dell’edizione. E a proposito di Orietta Berti…

Giusy Settembre 28, 2022

Splendida opinionista della scorsa edizione del Grande Fratello Vip, quest’anno Adriana Volpe guarderà il reality show comodamente seduta dal divano, dopo aver rifiutato di partecipare nuovamente come concorrente. Ma cosa sarebbe successo se avesse accettato l’invito di Alfonso Signorini con Sonia Bruganelli come opinionista? Ce lo racconta la stessa conduttrice nel corso di una lunga intervista al settimanale Chi:

È una proposta che non avrei mai potuto accettare, la mia situazione familiare è cambiata rispetto al 2020, quando entrai nella Casa. Oggi mia figlia può contare solo su di me, è tutto sulle mie spalle, non posso allontanarmi così a lungo. Capisco che, per le dinamiche del programma, avere me nella Casa e Sonia come opinionista sarebbe stata una bomba, immaginatevi che interazione avremmo avuto! Ma, nella vita, ci sono delle priorità. La persona viene prima del personaggio e mia figlia prima di tutto.

Adriana Volpe ha poi confessato di provare comunque nostalgia:

Certo che mi è mancato. È un programma che ho nel cuore, l’ho vissuto prima dentro la Casa e poi come opinionista. Ricordo l’emozione che ho provato entrando nello studio: le luci, il grande occhio, la passerella. Ogni edizione è stata un’emozione, provo solo riconoscenza nei confronti di questo reality che mi ha dato tanto e mi ha permesso di crescere.

Sulla Bruganelli che diversi giorni fa ha detto che le manca:

Senz’altro (ride, ndr)! Ma so cosa intende. Per fare l’opinionista bisogna avere una grande passione per il GfVip, seguire le dinamiche della sera e della notte, quando di solito succedono più cose. Bisogna studiare gli atteggiamenti, sentire quello che dicono i concorrenti e in quale contesto: ci sono frasi che non necessariamente finiscono nei filmati del serale, ma che qualificano un personaggio. Vivevo sintonizzata con il GfVip, mi addormentavo con i vipponi. Allora, forse, a Sonia manca questo tipo di confronto. Ma credo che Orietta ci possa riservare sorprese perché lei dichiara di dormire poco e potrà rimanere sintonizzata sul canale del live.

Io ero sicura che Sonia  lo avrebbe rifatto. Il suo sogno era essere l’unica opinionista, sapevo perfettamente che era così.

Mi dispiace, ho provato in tutti i modi a creare un ponte fra me e lei, ma non ha voluto. Quando, in puntata, Elenoire Ferruzzi ha detto a Sonia: “Torna a seguirmi sui social”, mi sono morsa la lingua. Mi veniva da dire: “Almeno per un po’ ti ha seguita”. Io ho lavorato con Sonia per otto mesi e non lo ha mai fatto, mentre io l’ho seguita. A fine programma ho smesso di farlo anch’io.

Il Gf Vip senza i battibecchi fra Adriana e Sonia:

Siamo all’inizio. Ma ho ben chiara l’immagine di Sonia nella prima puntata di questa edizione, in cui indossa un collier Bulgari a forma di serpente e dice: “C’è sempre una serpe in seno”. Ha costruito un personaggio, ha creato una propria immagine. Poi non so quanto sia realmente vera, ho sempre voluto pensare che sotto ci fosse altro. Vediamo. Può essere, invece, l’anno in cui spicca il volo e la vedremo condurre programmi da sola in prima serata.

Sulla presenza di Giulia Salemi:

Secondo me l’ingresso della Salemi è stato un gran colpo di scena. Lei è il vero valore aggiunto. Mi piace un sacco perché sa dare voce ai tweet più divertenti, creando un filo diretto con il pubblico che segue il programma sui social. Giulia è amata per la freschezza, l’ironia, la spigliatezza. Mi è piaciuta dentro la Casa e, in queste prime puntate, è stata perfetta nello studio. E può solo crescere.

Come vede Orietta Berti:

Siamo alle prime puntate, deve ancora capire i tempi, ma quello che ho visto mi è piaciuto. Mi ha strappato un sorriso quando, con i peperoncini, imitava le unghie della Ferruzzi. Mi piace.

Cosa pensa Adriana Volpe su Elenoire Ferruzzi:

Elenoire e Carolina Marconi per me sono le due outsider che segneranno questa edizione. Elenoire è il personaggio che sta facendo discutere di più in questi giorni. Non solo per la sua figura eccentrica, unica, con queste unghie, ma per le riflessioni che suscita. Mi ha colpito e credo abbia commosso tutti quando ha raccontato la vita delle trans, una vita non facile perché sono spesso disumanizzate e, prima della persona, arriva il pregiudizio. Il messaggio di Elenoire è trasversale, universale: dobbiamo scavare e vedere l’anima di una persona e non fermarci alle apparenze. Ma, con il cuore in mano, vorrei anche dare un consiglio a Elenoire: per essere rispettata bisogna saper rispettare gli altri… quindi anche un po’ meno con Luca, che è fidanzato.

Per quanto riguarda gli uomini, la Volpe preferisce Amaurys Pérez o Antonino Spinalbese?

Mi aggancio a quanto ho appena detto. All’inizio gli occhi cascano sulla fisicità ed è un bel vedere, che gli vuoi dire? Però a me affascina il carattere, mi affascina scoprire che tipo di ragionamenti fa un uomo, che valori ha. Un uomo dev’essere come un gladiatore, voglio sapere qual è la sua battaglia. Quindi vanno benissimo gli occhioni languidi, i fisici pazzeschi, ma voglio vedere di più. Alcuni hanno già perso le staffe, vedi Attilio Romita, che è già venuto fuori su alcuni temi. Altri entrano preparati, sanno di dover indossare una certa armatura, ma, dopo la terza settimana, l’armatura comincia a sgretolarsi.

Sul Prati-Gate:

Pamela sa che dovrà affrontare questo tema e lo farà quando sarà pronta. In tutti i mesi in cui si parlava di quella messa in scena mi sono fatta un’idea e sono pronta a cambiarla, ma lei dovrà essere molto convincente. Anche su Alex Belli avevo le idee chiare, hanno provato per settimane a convincermi che non fosse così, ma, alla fine, mi hanno messo la medaglia al petto. Mi incuriosisce il fatto che, in varie interviste, abbia dichiarato di avere del materiale che non ha fatto vedere e che farà capire meglio quello che ha vissuto. Voglio conoscere quello che non è ancora stato detto.

Sulla diffida di Elettra Lamborghini:

Diffidare significa tarpare le ali. Spero che sia la prima e l’ultima diffida per il programma, non vorrei che anche Pamela avesse un avvocato pronto a intervenire al primo attacco. Nessuno deve temere di raccontare la verità o quello che sente. Se la sorella di Elettra racconta quello che ha vissuto, il suo percepito di questi due anni lontano della sorella, cosa c’è di male?

Il pensiero di Adriana Volpe suTotti-Ilary:

Sto seguendo le puntate e, in questo momento, sono più dalla parte di Ilary. Ho trovato l’intervista di Totti fuori luogo. Ero rimasta alla puntata in cui chiedeva di proteggere i figli dal gossip, di rispettare il silenzio, di portare avanti la separazione senza coinvolgere i media. Poi leggo quell’intervista, dove Totti ripete di voler difendere i figli ma scredita la figura della madre, dandole della poco di buono e della ladra. È la madre dei tuoi figli. In tribunale è legittimo raccontare, su un giornale no. Il no comment di Ilary è più elegante e dignitoso.

Adriana Volpe e l’amore:

Sono single, ma ho tanti affetti: sento l’amore di mia figlia che mi riempie il cuore, sento quello degli amici più stretti che condividono con me ogni emozione e mi hanno sostenuta nei momenti in cui stavo per cedere. E poi per me importantissimo è l’affetto del pubblico. Le persone che mi seguono riempiono le mie giornate perché scrivono, commentano, mi mandano centinaia di messaggi e interpretano i miei stati d’animo. Una volta c’era l’amico di penna, adesso c’è l’amico di Instagram. Sento di aver trasmesso qualcosa di buono e ho la coscienza a posto, non ho rimpianti e non ho rimorsi.

 

COMMENTI