Gf Vip 7, Daniele Dal Moro sbotta duramente contro Edoardo Donnamaria: “E’ facile parlare male di una persona quando non c’è…”

L'ex tronista di Uomini e Donne nelle ultime ore non le ha mandate a dire al compagno d'avventura

Renata Febbraio 27, 2023

Pomeriggio di fuoco nella Casa del Grande Fratello Vip 7, animata dallo scontro tra Edoardo Donnamaria e Daniele Dal Moro.

Mentre in giardino i Persiani trascorrevano momenti di spensieratezza, in cortiletto si consumava la discussione tra i due Spartani, scaturita da una battuta pronunciata dal volto di Forum. Donnamaria, infatti, aveva schernito il veneto sostenendo che lui fosse “il più rosicone della Casa dopo Attilio“. Daniele, reduce da quanto emerso nella trentaseiesima puntata, dove il conduttore Alfonso Signorini ha sollevato il cd VanGate, ha dato il via allo scontro (VIDEO INTEGRALE).

Benché in puntata il direttore di Chi non abbia voluto rivelare a Daniele le frasi pronunciate nei suoi confronti da Edoardo, insieme a Edoardo Tavassi, Micol Incorvaia e Nicole Murgia, a quanto pare ne è venuto a conoscenza in Confessionale.

Vogliamo ricordare anche di quando ho detto a tutti che non sei un bugiardo?“, ha tuonato l’imprenditore, aggiungendo: “Tu quante volte hai speso una parola per me? E allora stai zitto“. Ha quindi proseguito:

Ci sono perfino i video in veranda dove dicevi che voglio le clip…Fino a prova contraria quello che si espone per dire tutto sono io, non te. Quando devi darmi una mano su una cosa obiettivamente giusta…io invece ho preso la parola e l’ho detto, c’è una bella differenza. Sei un leone solo a parole, quando invece c’è da dimostrarlo…Tu in puntata non dici una parola, a differenza di quando non ti vedo. Io non spendo più nessuna parola con voi, arrangiatevi, siccome non viene apprezzato nemmeno quello. Non mi sono potuto sentire offeso quando hai riso di una battuta che prendeva in giro me? Ragionare con te, cercare di darti una mano è solo controproducente perché nemmeno ringrazi. Vai a quel paese…

Sei un leone solo qua dentro, solo a parole con Antonella. Anche se abbiamo chiuso il rapporto, io ho mai parlato male di te? Io non mi faccio tanti problemi a parlare ma siccome ci tengo, se posso evitare, evito. Tu non sei un amico, non ci tengo più. Prima ci tenevo, che tu ci creda o no. E’ il motivo per cui ti tagliavo i capelli, per cui alla fine siamo sempre tornati a parlare e non ho mai detto robe brutte su di te. Per cui anche quando Antonella era giù ho sempre cercato di dirle qualcosa affinché vi ricongiungeste e non vi allontanaste…Sempre perché ci tenevo.

Quindi tu chiudi un’amicizia perché ci sei rimasto male per una battuta? Non c’era da avere una reazione così“, è stata la replica di Donnamaria, ma il coinquilino ha continuato:

Ma decidi tu quale sia la reazione giusta? Io mi sento molto più vero di te, che parli male degli altri, te lo garantisco. Mille volte lo hai fatto, anche quando continui a dire ad Attilio determinate parole…Fossi in te mi starei zitto, perché un conto è quando le dici una volta, sul momento, un conto è se continui perché è sinonimo di ignoranza. E’ facile parlare male di una persona quando non c’è. Non c’è niente da fare, sei un cogli*ne, te lo garantisco. Primo, non meriti nulla e secondo, quando le persone ti vengono incontro e cercano anche di tutelarti quando potrebbero sbattersene i cogli*ni come hai sempre fatto te, gli ridi pure in faccia.

Ora sai che ti dico? Che spero ti caccino per la merd*ta che hai fatto l’altro giorno, perché te lo meriti. Non meriti veramente un c*zzo perché sono tutti bravi a dire “era tanta fatica” però intanto lo fanno gli altri, tu butti solo merd* addosso. Siete tutti dei leoni qua, dopo però, quando c’è da dare una mano davvero, tutti quanti spariscono.

Vuoi che ti dico cosa mi hanno detto in Confessionale l’altro giorno quando eravate qua? Meglio che ti metti la lingua nel c*lo“, ha sottolineato Daniele, confermando che gli autori lo hanno messo a conoscenza delle frasi pronunciate nell’ambito del famigerato VanGate.

 

 

COMMENTI