Gf Vip 7, Gegia racconta tutta la verità sulla presunta molestia subita da Marco Bellavia e rivela un retroscena su lui e Pamela Prati

L’ex Vippona si è anche scusata con Antonella Fiordelisi, e su Mehmet…

Carola Novembre 17, 2022

L’esperienza di Gegia all’interno della Casa del Gf Vip 7 non è stata molto semplice: la comica, infatti, si è più volte trovata al centro delle polemiche per via delle sue esternazioni nei confronti di Marco Bellavia prima e di Antonella Fiordelisi poi.

Nel corso di una lunga intervista rilasciata al portale Fanpage, Gegia ha raccontato quali sono state le sue difficoltà all’interno della Casa:

Alla mia età ho le mie abitudini, mentre lì non c’erano orari. Dovevo prendere le pastiglie per la glicemia, per il colesterolo, per la pressione alta e non ci capivo niente. Non sapendo che ora fosse, le prendevo tutte sballate. Poi le luci erano molto forti e sempre accese. Mi davano un terribile fastidio agli occhi, perché ho avuto un’operazione per sostituire il cristallino. Volevo mettere gli occhiali scuri, però ti dicevano dagli altoparlanti di non metterli, perché giustamente non era carino per chi guardava la diretta 24 ore su 24. E poi c’era un’altra cosa terribile. Asciugare i piatti! Figlia mia, io mi svegliavo e piangevo al pensiero di tutti i piatti che dovevo asciugare. Poi si incaz*avano, perché sbagliavo il posto dove li mettevo. Quando finivo avevo mal di schiena, perciò andavo a fare un riposino. Per carità, non lo avessi mai fatto, dicevano che dormivo sempre!

Gegia ha confessato di stare molto meglio fuori dalla Casa, ma di portare comunque nel cuore dei bei ricordi di questa esperienza:

Fuori sto molto meglio, ma nel programma ho fatto delle bellissime scoperte. Alfonso Signorini è di una simpatia e di una dolcezza uniche. Poi è un comico nato, fa delle battute che mi fanno morire dalle risate. E poi Sonia Bruganelli. Ma perché i cretini del web l’attaccano? È simpaticissima, dolcissima e dice sempre la verità, per questo dà fastidio. Gli autori sono stupendi, le ragazze della produzione le chiamo le mie badanti. Sono meravigliose.

Poi è stato il momento di parlare del caso Marco Bellavia:

Non sono mai stata una bulla in vita mia, sono una persona buona. Ho cercato solo di spronare Marco. Il suo tormento è partito dalla paura di essere eliminato per primo. Cosa che stava per accadere. Quando gli ho detto: “Tu non stai bene”, intendevo “Reagisci, perché è inutile continuare a piangere, trova la forza di andare avanti”. Poi ho detto ad Attilio: “Ma tutte le stron*ate che diceva dobbiamo tenercele?”, scordandomi di avere il microfono e Alfonso mi ha rimproverato. Ci hanno cacciato a furor di popolo, questo è vero. Tutti noi abbiamo fallito. Quando ci hanno detto del bullismo ed è passato l’aereo con scritto “Vergognatevi, siete delle mer*e”, ci hanno ammazzato.

E sulla presunta molestia di cui aveva accusato Marco:

L’ho detto per ridere. Una notte voleva fare Sandra Mondaini e Raimondo Vianello e metteva i piedi freddi sui miei. Gli ho detto: “Ci volevi provare?”. Ma io sono una cabarettista, ero ironica. Lo so che devo stare attenta a quello che dico in determinate situazioni. Lui, però, non ha perso tempo a dire che io e Cristina Quaranta siamo le meno belle della casa. Ogni volta che ci incontriamo in puntata e mi bacia glielo dico: “Stai baciando una meno bella, una brutta” e lui scherza: “Dai piantala”.

L’ex gieffina ha parlato del chiarimento avuto con Bellavia fuori dal reality e ha svelato un retroscena sul rapporto tra lui e Pamela Prati:

Ci siamo chiariti. Ci siamo seduti e gli ho chiesto: “Come stai?” e lui: “Sto bene”. Solo questo volevo sapere, tutto il resto non m’interessava: “L’importante è che tu stia bene”, gli ho detto. Da quel momento, ogni volta che ci vediamo baci, abbracci, scherziamo e ridiamo. Ci siamo dimenticati di questa storia. Abbiamo anche deciso di andare a mangiare qualcosa insieme. Vorrei rassicurare tutti i fan, tutti quelli che mi hanno mandato a morire ammazzata, che mi hanno detto che sono una psicologa di mer*a, brutta, schifosa, voglio dire che Marco lo vedo sempre e lo sento anche per telefono. Devo dire che sembra anche più bello di prima. Si è fidanzato con Pamela Prati, sta benissimo.

Nonostante il loro chiarimento, così come è successo a Giovanni ciacci, anche per Gegia non sono mancati gli insulti e le minacce di morte:

Mi svegliavo la mattina e piangevo. Non ho fatto che stare male per giorni. Devo ringraziare Piera, la psicologa del Grande Fratello, che ha capito la situazione terribile in cui ci siamo trovati. Una mattina mi sono svegliata, era una domenica, ho visto per l’ennesima volta che per tutta la notte mi avevano tampinato augurandomi la morte, mi dicevano “Brutta, vecchia, bavosa, schifosa, psicologa di mer*a, speriamo che muori presto”. Mi sono sentita male. Mi è venuto un attacco forte di pianto, non riuscivo ad alzarmi dal letto perché mi girava la testa talmente ero stanca. Ho chiamato Piera. È stata molto carina, abbiamo chiacchierato tanto, mi ha consigliato di chiudere tutto. Mi ha spiegato che era inutile tentare di spiegare, perché ormai la cosa era partita e dovevo lasciarla sfumare. E aveva ragione, perché qualsiasi cosa facevo, aumentava l’astio. Non c’era verso. Ho dovuto mettere da parte l’orgoglio e la voglia di difendermi.

Ma Gegia nella Casa ha avuto parole poco carine anche nei confronti di Antonella Fiordelisi, con la quale si è scusata:

Mi scuso con lei, con il padre e con il pubblico, perché queste parole non si dicono. Purtroppo quando ti parte la brocca, ti parte. Non mi ricordavo mai di avere il microfono. È una cosa bruttissima, per carità. Poi, non sono una di quelle che stanno mute, io apro la bocca e le do fiato, sono pericolosissima. Mi scuso ancora con Antonella e con il pubblico per quello che ho detto.

Infine, la comica ha parlato del suo amore per Memhet:

Ogni giorno per me è un regalo. Nessun uomo mi ha mai trattato come mi tratta lui. Sto vivendo una favola. Quando mi dice: “Amore mio, ti amo, ti bacio tanto” me lo mangerei. Prima di entrare nella casa mi ha scritto: “Mantieni il tuo cuore libero, ti amo tantissimo”. Mia madre mi diceva sempre: “Quando morirò ti manderò l’uomo migliore”. E io pregavo: “Signore, prima che io muoia, fammi conoscere il vero amore”. Mehmet è un angelo che mi ha mandato mia madre. Ero abituata a uomini che mi dicevano: “Quando me ne vado non chiamare, mi faccio vivo io”. Lui, invece, c’è sempre.

Gegia ha spiegato per quale motivo non è ancora andata a trovarlo a Instambul:

Dopo l’attentato a Istanbul, Mehmet mi ha detto di non andare. Mi sono rivolta a tutti, pure all’agenzia. Mi hanno sconsigliato di partire. È grazie al mio agente di viaggio se l’ho conosciuto. Stavo andando a Dubai a festeggiare Pasqua da sola e lui mi spiegò che, facendo tappa all’aeroporto di Istanbul, avrei speso 1000 euro in meno. Ho detto di sì. Vedi il destino?

COMMENTI