Gf Vip, Cristiano Malgioglio rivela: “Ho una storia con un ragazzo di Istanbul”

Intervista a cuore aperto al Corriere della Sera con tanti aneddoti sul passato

Giusy Luglio 9, 2022

Ex concorrente del Gf Vip, Cristiano Malgioglio è molto più di un ex vippone. Dietro ai suoi look stravaganti, al suo essere un personaggio sopra le righe, si nasconde uno dei parolieri più famosi della storia della musica italiana. Autore di molti testi, Malgioglio ha realizzato alcuni dei brani di maggior successo, apprezzati non solo dal pubblico, ma anche dalla critica.

Di recente, ha rilasciato un’intensa intervista al Corriere della Sera, dove ha raccontato tanti aneddoti sul passato. In particolare, Cristiano Malgioglio ha voluto ricordare Raffaella Carrà, l’iconica artista scomparsa esattamente un anno fa:

Pochi giorni prima che morisse mi aveva telefonato dicendomi: “Senti, mi devi fare un regalo: rimani come sei, perché quando arrivi tu la tv cambia colore”. Non capivo. Dieci giorni è morta: non potevo crederci. Avevamo lavorato assieme, lei mi aveva chiesto di scriverle una canzone d’amore, come quelle che facevo per Mina e nacque Forte, forte, forte. Avevo rifiutato di lavorare a A far l’amore comincia tu, dicendo a Boncompagni: questa canzone è terribile, non andrà da nessuna parte. Manca molto. Ora dedico una parte del mio spettacolo a lei.

Nel corso dell’intervista, ha confessato di essere stato innamorato di tante donne famose, su tutte Jennifer Lopez. Per la pop star, Malgioglio diventerebbe anche etero:

 Jane Russell: quando mi sono offerto di aiutarla perché camminava male mi ha insultato. Poi l’ho conquistata dandole il mio specchio per truccarsi: da un lato ingigantisce l’immagine. Era estasiata, se lo è portata via. Jennifer Lopez me la sono anche tatuata su una gamba: l’ho conosciuta quando non era famosa, per il suo primo film, Selena, e mi ha dato una sensazione potentissima: per lei sarei potuto diventare etero. Poi Cher, forse la più generosa, io la veneravo: in un’occasione, mentre beveva dell’acqua si è strozzata e ha iniziato a tossire. Mi sono detto: ma come, anche questa tossisce come tutti noi? Mi pareva incredibile. E ancora Ursula Andress, che aspetta la mia pasta con le sarde… Ma il sogno era conoscere Sophia Loren

Cristiano Malgioglio e l’amore:

In famiglia non ne ho mai parlato. Mia madre quando mi vedeva arrivare con qualcuno mi diceva cose del tipo: questo tuo amico non mi piace, questo mi sta simpatico. Nulla più. Solo un mio nipote, di recente, mi ha chiesto: ma tu ce l’hai un uomo? Non mi ero mai sentito dire una cosa del genere e mi ha fatto un certo effetto. Gli ho risposto che sì, ce l’ho. Ho una bella storia con un ragazzo che vive a Istanbul, anche se la pandemia ha un po’ distrutto il feeling. Stare ogni sera a gesticolare davanti al cellulare — perché lui parla solo turco e io no —, mi ha fatto venire i reumatismi alle braccia. Ora abbiamo ripreso a vederci, vorrei prendere una casa lì.

Per quanto riguarda il matrimonio, il cantautore ha ammesso di non aver mai avuto il desiderio di sposarsi:

Mai. Anche perché sono infedele di natura. Prendo cotte di continuo, neanche fossi un 18enne in spiaggia. Ma non sono geloso, neppure delle persone con cui ho lavorato.

Cristiano Malgioglio nel corso dell’intervista ha confidato di aver avuto un tumore, scoperto per caso:

Mi sento miracolato. Ho scoperto per caso di avere un tumore maligno. Mi spalmavo la crema sulle gambe, e non lo faccio mai: ho visto un neo. Dovevo partire per il Brasile, sulla scia del successo di Mi sono innamorato di tuo marito. Per scrupolo mi sono fatto controllare e hanno deciso di operarmi subito, dicendo addirittura che altrimenti avrei avuto pochi mesi di vita. In quel punto avrei dovuto fare il tatuaggio di Jennifer Lopez, all’inizio. Poi, per mostrarlo di più ho preferito l’esterno della gamba. Se non avessi cambiato idea non me ne sarei mai accorto: posso dire che Jennifer Lopez ha fatto il miracolo.

Ha poi aggiunto di non aver mai sofferto di omofobia:

No e devo dire che mi sono sempre vestito come mi pareva: tacchi, trucco… eravamo più moderni allora di oggi. Certo, ripensandoci ho avuto porte chiuse in faccia forse perché ero gay, ma al momento non avevo associato la cosa.

Com’è nato il ciuffo di Cristiano Malgioglio?

Per un caso, e dire che se tanti artisti stranieri mi riconoscono è per il ciuffo. Mi faccio da sempre io la tinta ma un giorno, al negozio in cui mi rifornivo, si erano sbagliati e mi avevano dato una polverina diversa. Mi si era formato così questo ciuffo color kaki. Ero disperato, ma poi ho provato a insistere: mi sono fatto una ciocchettina, e ancora una… iniziavo a piacermi. Mi sono detto: ma sembro un pulcino, adoro. Finché ho creato questa massa. Ora ho una formula per farlo, segreta come quella della Coca-Cola. Prevede anche miele, aceto e cannella più altri dieci ingredienti, puoi farci anche il panettone.

COMMENTI