Gf Vip 5, Guenda Goria dopo l’intervento: “Proverò ancora ad avere un figlio”

L’ex gieffina si è espressa anche sull’eventualità di adottare un bambino

Giusy Luglio 26, 2022

Sono stati giorni molto duri per Guenda Goria. L’attrice teatrale dopo una gravidanza extrauterina è stata operata d’urgenza per la rimozione di una tuba. Un intervento psicologicamente difficile da affrontare per tutte le donne. La figlia dei giornalisti sportivi Amedeo Goria e Maria Teresa Ruta negli ultimi ha dovuto affrontare molti problemi di salute causati dall’endometriosi, una malattia subdola di cui si parla poco. A pochi mesi dalle nozze, quando il peggio sembrava essere superato, è arrivata per Guenda come una doccia gelata la notizia dell’aborto. 

Come una leonessa, Guenda Goria sta affrontando queste ultime settimane con grinta e determinazione, senza mai perdere la speranza di coronare il sogno della maternità. Di recente, ha rilasciato un’intervista ai colleghi di Fanpage.it, dove ha confessato  i motivi che l’hanno portata a documentare tutto sui social:

Sì, alcuni ancora non lo condividono, ma voglio dire, perché mostrarsi al pronto soccorso no e invece in bikini sì? Se lo faccio è per un’utilità sociale. Se avessi conosciuto una storia simile di gravidanza extra uterina ad esempio forse avrei riflettuto prima sui sintomi che avevo. Ci sono tante donne che hanno una storia clinica drammatica. Ne ho lette e ascoltate tante e ognuna è unica e meravigliosa, degna di essere raccontata. Mi piacerebbe scriverle in un libro.

Guenda Goria ha raccontato di aver riscoperto un forte attaccamento alla vita:

Mentalmente ora mi sento meglio. Sto riscoprendo un forte attaccamento alla vita, perché ho rischiato di  perderla. Sono soltanto davvero felice di essere tornata a casa al fianco dell’uomo che amo. Me la sono vista davvero brutta, è stato traumatico. All’improvviso ho realizzato di essere incinta e subito dopo di aver perso la gravidanza. Psicologicamente è stato un cortocircuito.

Non è stata una gravidanza desiderata. Ci stavamo provando, ma non sapevo di essere incinta, l’ho scoperto in ospedale quando mi hanno spiegato che la gravidanza non era dove doveva essere. Abbiamo tentato una terapia farmacologica per evitare l’operazione. Sono tornata a casa, ma pochi giorni dopo, la notte, ho avuto una forte emorragia: la tuba era totalmente compromessa. Hanno dovuto rimuoverla ed eseguire un raschiamento. È stato indescrivibile. Dicono che sia un dolore molto più forte del parto.

Nonostante la rimozione di una tuba, non ha perso il desiderio di diventare mamma:

Secondo i medici la possibilità di restare incinta c’è, dunque sicuramente ci riproveremo. È chiaro che nella mia situazione però, soffrendo già di endometriosi ed essendo stata operata ad un ovaio, non sarà semplicissimo. Ora ho anche tolto una tuba, quindi se nascerà un bambino sarà quanto meno un giocoliere. Non ho perso il desiderio di diventare mamma, ma per un po’ starò tranquilla e a riposo.

Nel corso dell’intervista le è stato chiesto come si sente a livello emotivo:

Piuttosto bene, non avere avuto il tempo di “affezionarmi” alla gravidanza mi ha aiutato a non avvertire un senso di lutto. Probabilmente è più Mirko a soffrirne, lui è veramente molto provato. Ora ha molta paura a partire per lavoro e lasciarmi sola, perché quando sono stata male non c’era. Vedermi soffrire senza poter fare niente non deve essere facile per lui.

Guenda Goria e Mirko Gancitano non escludono la possibilità di adottare un bambino:

Assolutamente, mi piacerebbe. Credo che sia un grande atto d’amore e che la genitorialità abbia a che fare fino ad un certo punto con fattori biologici. Purtroppo però non è un percorso semplicissimo per le coppie, spererei lo fosse di più.

 

 

 

COMMENTI