Gf Vip, Laura Pausini ha davvero chiesto ad Alda D’Eusanio un risarcimento da 1 milione di euro? Parla il suo staff

La giornalista aveva dichiarato che la cantante le aveva chiesto una cifra da capogiro per alcune esternazioni fatte nella Casa, ma…

Giusy Febbraio 28, 2022

Alda D’Eusanio qualche giorno fa è tornata a parlare del contenzioso con Laura Pausini, nato dopo le sue dichiarazioni  durante la precedente edizione al Grande Fratello Vip e che le era costata l’espulsione.

La conduttrice si è lamentata che in seguito alla squalifica non è riuscita più a lavorare in Rai, né tantomeno è stata ospite a Mediaset come succede a tutti i Vipponi quando escono dalla Casa del Gf.

Intervistata dal settimanale Vero, la D’Eusanio ha raccontato di essere stata querelata dall’artista romagnola per le sue frasi sul marito Paolo Carta, responsabile di violenze domestiche.

La Pausini ha minacciato la querela, cosa che poi ha fatto, chiedendomi un milione di euro di risarcimento. La verità deve venire fuori. Non si possono perdere anni di carriera per uno scivolone. Prima di distruggere e annientare una persona è consigliabile essere più umani.

La donna poi ha continuato affermando che aveva solo riportato una chiacchiera e non c’era nessun tentativo di diffamazione in quelle esternazioni.

Non ho accusato o diffamato, ho solo riportato una chiacchiera da bar e non ho avuto la possibilità di scusarmi pubblicamente perché l’editore ha dato ordine a Mediaset di non fare il mio nome.

Nemmeno i miei amici potevano citarmi dalla d’Urso, hanno voluto annientarmi. Ho aspettato due mesi che qualcuno di loro si facesse vivo, poi ho denunciato.

Arrivando a rivelare la cifra  richiesta da Laura Pausini di un milione di euro.

La richiesta milionaria però come ha riportato Fanpage è stata smentita dall’entourage dell’artista.

La richiesta di risarcimento sarebbe effettivamente confermata, ma di proporzioni nettamente inferiori a quelle citate da D’Eusanio.

Inoltre l’intenzione è quella di destinare l’eventuale cifra in beneficenza. “Troviamo assurdo che sia consentito dire cose così false e gravi nell’ambito pubblico e in questo caso di una trasmissione televisiva”, avevano sottolineato Pausini e Carta in una nota diffusa via social dopo le pesanti accuse.

Aggiungendo: “Nessuno può permettersi di attribuirci cose che sono lontane anni luce dal nostro modo di vivere, di educare e di rapportarci all’interno della nostra famiglia.

È una cosa molto grave ed insensata e non possiamo fare altro che affidarci alla giustizia, per tutelarci.

I ricavati della denuncia saranno devoluti interamente alle associazioni contro la violenza sulle donne”.

 

COMMENTI