‘Grande Fratello Vip 2’: l’opinione di Isa sulla terza puntata

Isa Settembre 26, 2017

Grande Fratello Vip 2

No, ve lo giuro, io non ce la posso fare a farcela. Io il Grande Fratello non devo seguirlo perché poi leggo i ragionamenti della gente, mi incazzo e mi faccio venire il bruciore di stomaco pure per ‘ste cagate, come se non avessi già i miei problemi tra il trono farlocco di Mattia Marciano e Colin Farrell che non ha ancora chiesto di sposarmi. Cioè ma è possibile che dopo la puntata di ieri io debba sentire delle donne che difendono Ignazio Moser e attaccano Daniele Bossari? No, vi prego, ditemi che un reality show non riesce a farci questo, non riesce a disunirci anche come donne, non mi dite che il tifo per il belloccio di turno e per una (improbabile) ship possa portarci a non concordare anche su cose in cui, diamine, dovremmo essere tutti ampiamente d’accordo. Ora, io non dico che Ignazio sia una cattiva persona, eh, ci mancherebbe altro, ma ciò che ha confessato qualche sera fa, ovvero il fatto di tenere, sin da quando è adolescente, una lista con i nomi delle sue conquiste sessuali con abbinata una votazione espressa in stelline, dovrebbe metterci tutti universalmente d’accordo sul fatto che sia un bamboccio che fa una cosa da bambocci e per la quale è giusto e sacrosanto che provi 10 minuti di pubblico imbarazzo. E invece no. Invece devo leggere che “vabbé ma lui lo ha detto alla tre di notte, un altro conto è sputtanarlo in prima serata“, “però Daniele è stato infame, doveva dirglielo in faccia prima“, “ma dai, sono cose da ragazzi, le fanno tutti“… allora, cerchiamo di capirci:

Ignazio sta dentro la casa del Grande Fratello, ripreso e microfonato h 24 con tante gente che sta lì a sentire quel che dice, fossero anche le 5 del mattino. Proprio per questo se tu decidi di raccontare questo spassosissimo aneddoto ( -.- ) sai più che bene a quali conseguenze puoi andare incontro. Non a caso gli articoli su questo tema (compreso il nostro che trovate QUI) spopolavano da ben prima che ne parlasse Bossari. Perché la cosa non doveva uscire in prima serata? Per quale motivo? L’ha raccontata dentro la casa del GF tra una risatina e l’altra? Ma io ci godo che sia uscita in diretta! E ci godo all’idea che per almeno 10 minuti il buon Moser possa aver provato un po’ di sana e meritata vergogna. Immagino ci abbiano goduto anche tutte quelle ragazze inconsapevolmente finite dentro quella lista.

– concentrarsi sul comportamento di Daniele è solo un modo per sviare dalla questione principale che è sempre l’atteggiamento di Ignazio: se Ignazio non fosse stato così bamboccio da raccontare questa cosa, Daniele non avrebbe mai potuto parlarne. Che poi, a ben vedere, ma perché Daniele doveva parlargliene prima? Mica sono amici che hanno bisogno necessariamente di chiarire e di confrontarsi. Sono quasi due sconosciuti. Magari Bossari durante il racconto si è semplicemente limitato a pensare “Anvedi sto poraccio” e poi al momento di fare la nomination ha tirato fuori la cosa perché lo ha colpito in negativo portandolo a scegliere lui come nominato. Ma se anche Daniele avesse agito per pura strategia non ci vedrei comunque nulla di male, del resto è un gioco a eliminazione. Trovo assurdo, rispetto a questa vicenda, concentrarsi sulla presunta scorrettezza di Daniele verso uno che conosce da due settimane (e che tra l’altro lo aveva pure nominato quindi tutta questa amicizia non c’era) piuttosto che sulla poraccitudine di un atteggiamento che dovrebbe essere ritenuto patetico da tutti e universalmente. E trovo ancora più assurdo e triste che Giulia De Lellis e Aida Yespica non solo siano state lì a ridacchiare con Moser mentre raccontava sta poracciata, ma per di più hanno pure sentito l’esigenza di difenderlo da quel cattivone di Daniele con Giulia che se ne è uscita con un “Ma è una cosa che fa da quando aveva 15 anni!“, come se fosse un argomento a discolpa di Ignazio invece che una tristissima aggravante.

– e poi basta con sta storia che sono cose da ragazzi, che le fanno tutti e via discorrendo perché di sto passo faremo passare per normale e giustificabile ogni cosa quando invece non tutto è normale e non tutto è giustificabile ed è giusto e sacrosanto che ogni tanto vengano ricordati i confini del buon gusto. Fondamentalmente se Ignazio si è sentito così tranquillo nel raccontare questo episodio a dei semi sconosciuti dentro un contesto come il Grande Fratello è perché per lui, in fondo, non è una cosa più di tanto grave, e se lui pensa che non è una cosa più di tanto grave è proprio perché c’è un mondo fuori pronto a giustificare tutto dietro la scusa del ‘ma dai, sono cose da ragazzi‘. Di sto passo stiamo creando una generazione di giovani sempre più irrispettosi, indelicati e incapaci di capire quando è il momento di fermarsi. Che poi, boh, saranno anche cose da ragazzi ma se io dovessi mai trovare il nome di mia figlia con tanto di stelline accanto sul diario del pischelletto di turno penso che potrei finire a giocare a sudoku con le sue falangette. Ma sarò strana io, eh.

Anyway, passando ad altro, direi che comunque complessivamente il livello di idiozia dilagante dei concorrenti di quest’anno è ben indicato dal fatto che il capitano della casa per questa settimana è Marco Predolin. Cioè Marco Predolin aka il re dei viscidoni, il manipolatore, il burattinaio. Giusto quei geni degli stazionati potevano eleggerlo come loro leader e giusto quell’inutilone di Impastato poteva ancora una volta confermare la sua completa inconcludenza non riuscendo a vincere lo spareggio. Per me Predolin è senza ombra di dubbio il peggiore di tutti, è lo stratega per eccellenza e ha facilmente trovato terreno fertile visto che per due settimane si è trovato a stretto contatto con un gruppo fatto di elementi facilmente manipolabili, Jeremias Rodriguez su tutti. Il fratello di Belen è come quegli adolescenti ribelli in cerca di una guida, una volta trovata la guida si fanno plasmare ed eseguono. Ecco, Predolin è la giuida che comanda, Jeremias il ragazzino che esegue. E in parte tra i burattini di Predolin ci finisce anche Luca Onestini ( ma ieri c’era? quando lo hanno chiamato per la nomination mi sono chiesta se fosse stato chiuso nello sgabuzzino fino a quel momento), basti guardare quell’orrido dialogo a tre in cui ipotizzavano i 101 modi per accoppare il buon Malgioglio.

Insomma, che Predolin fosse un infamone lo avevo già capito ai tempi de La Talpa, capisco che ora sia utile alle dinamiche del gioco (siamo sempre lì, se eliminiamo subito tutti i cattivi poi ci facciamo due palle) però, ecco, direi che tra un paio di settimane, quando avrà già dato il peggio di se, sarebbe cosa buona e giusta poter aprire un televoto per eliminarlo da tutte le galassie.

In mezzo a tutta questa melma l’unico sorriso me lo ha regalato l’incontro tra Simona Izzo e Ricky Tognazzi. Io lui lo adoro da tempi immemori, ma a prescindere da questo, ieri li ho trovati davvero deliziosi. Sinceramente mi auguro con tutto il cuore di arrivare alla loro età e ai loro anni di matrimonio provando un sentimento ancora così forte, così vivo, così pieno. E visto che ieri sono stata vip anche io per qualche secondo mi auto-quoto e cito il mio tweet apparso durante la puntata perché, si, quel momento in cui anche solo sfiorarsi le dita era per entrambi un conforto, ha inevitabilmente fatto tremare il mio cuoricino romantico.

Grande Fratello Vip 2

COMMENTI