‘Grande Fratello Vip 3’: l’opinione di Isa sulla seconda puntata

Isa 2 Ottobre, 2018

Mi dispiace dover essere così brutale e cruda ma non posso girarci intorno: per me l’ingresso di Lory Del Santo nella Casa del Grande Fratello Vip 3 è una cosa vergognosa. Davvero vergognosa. E’ l’indice evidente (uno dei tanti) di una deriva televisiva in corso da ormai diversi anni, in cui non esiste tragedia familiare, tragedia ambientale, fatto di cronaca nera che sia esentato dalla spettacolarizzazione a fini televisivi, dallo sfruttamento a meri fini di share. Sia ben chiaro, lungi da me giudicare o puntare il dito sulla Del Santo, questa donna sta provando (per la seconda volta) un dolore che non posso nemmeno provare ad immaginare, un dolore così immenso, così devastante che non mi sentirei mai nella posizione di dire che ‘io al posto suo avrei fatto così‘… perché ‘al posto suo’ non ci sono mai stata, prego di non doverci mai stare, e non potrò mai sapere quali meccanismi scatterebbero nel mio cervello di fronte a una sofferenza così lancinante. Il mio giudizio, quindi, non va a Lory. Il mio giudizio va a chi ha deciso, con freddezza e cinismo, di metterla lì, a chi ha deciso di sfruttare la sua situazione, la sua sofferenza, la sua (forse) mancata lucidità, solo per arricchire uno spettacolo televisivo. Uno spettacolo, peraltro, iper trash in cui le puntate normalmente trovano il loro apice in discussioni su papabili bestemmie o presunto sesso orale negli armadi, una contesto che, come ben capirete, poco si sposa con il dramma di una madre che ha da poco visto il figlio nemmeno ventenne togliersi la vita.

Ho letto che ‘gli autori non potevano fare nulla, Lory aveva già firmato il contratto prima della tragedia quindi loro non potevano tirarsi indietro‘…. really? Davvero qualcuno pensa che un’azienda come Mediaset abbia problemi a pagare una penale per il mancato rispetto di un contratto? Gli autori hanno VOLUTO fare entrare Lory, VOGLIONO spettacolarizzare il suo dolore e puntano proprio sul tasto della sofferenza per alzare di qualche punto uno share che nella prima puntata (e, apprendo adesso, anche nella seconda) non è stato all’altezza delle previsioni. Se poi c’è qualcuno che pensa davvero che a Blasi, Signorini, Piersilvio & Co freghi realmente qualcosa del “percorso terapeutico” che dice di voler fare la Del Santo nella Casa del Gf, beh, fatevi dare una carezzina sulla testa perché la vostra ingenuità è disarmante.

Qualcuno dice pure ‘e vabbé ma nessuno l’ha obbligata a partecipare, ha comunque deciso lei‘… beh, posso pensare che una donna in preda a questo genere di sofferenza possa non essere completamente lucida e razionale nelle sue scelte? Posso pensare che un programma televisivo di cazzeggio e intrattenimento non dovrebbe marciare su una situazione così tragica e avrebbe dovuto escludere A PRIORI l’opzione di farla entrare in gioco?

Che poi, a parte le valutazioni circa il cinismo di autori che sfruttano una persona sofferente a fini di share, vogliamo parlare di quanto a prescindere l’ingresso di Lory potrà falsare il gioco? Insomma il Grande Fratello da che mondo e mondo si basa sulle interazioni, le discussioni, le liti… ma secondo voi qualche concorrente potrebbe mai avere il coraggio di mettersi a litigare con Lory Del Santo per uno scola pasta o per una prova settimanale essendo ben consapevole di quello che sta passando? Secondo voi non verrà automatico a tutti trattarla con i guanti? E, allo stesso modo, a buona parte del pubblico a casa, anche in caso di nomination, non sembrerà da insensibili votare per la sua eliminazione? Insomma, parliamoci chiaro, il Grande Fratello è un programma spazzatura, un programma di puro cazzeggio e puro intrattenimento, un programma in cui una figura come quella di Lory, al momento, stona, stona per una miriade di ragioni che potrei non smettere più di elencare.

Visto che comunque ormai la frittata è fatta spero solo che si abbia un minimo di DECENZA nel trattare in puntata e nei daytime la sua situazione e, ancora di più, spero che davvero questa esperienza possa rivelarsi positiva per Lory. Il mio terrore è che questa parentesi gieffina possa solo servirle ad aggirare il suo dolore per qualche settimana, una volta finito tutto, una volta spenti i riflettori dovrà tornare a farci i conti, in maniera forse anche più prepotente di prima. In bocca al lupo, Lory, io A TE auguro il meglio, auguro davvero che questo Grande Fratello sia ciò che ti serva per avere la forza di ricominciare. Dai, dai, dai!

Tolto l’affaire Del Santo altra puntata totalmente sottotono con un cast che ancora fatica a risultare anche solo vagamente interessante. Per far capire il livello di desolazione considerate che per avere qualcosa di cui parlare hanno dovuto cicciare fuori le accuse di omofobia a Enrico Silvestrin risalenti a prima dell’ingresso nella Casa. Mia breve opinione sulla vicenda Silvestrin: siamo tutti d’accordo che usare il termine ricchione sia sgradevole, allo stesso modo mi sembra molto ipocrita fingere che certi termini non facciano parte del linguaggio comune e vengano spesso utilizzati con superficialità e leggerezza ma senza un reale fine discriminatorio. Insomma, è un po’ come quando gli uomini al pub vedono una donna vestita in maniera audace e le danno della zoccola. Sgradevole, offensivo e frutto di cliché (così come è frutto di cliché il pensare che un cagnolino piccolo non sia adatto ai “veri uomini” -.- ) ma spesso e volentieri non c’è alcun fine discriminatorio, anzi spesso poi gli uomini quelle “zoccole” le conoscono, se ne innamorano e se le sposano pure. Insomma, certamente superficiale da parte di Silvestrin parlare in quei termini, soprattutto in una diretta Instagram pubblica e a pochi giorni dall’ingresso un reality in cui si va a scavare anche sul commento minchione che hai fatto su Facebook nel 2005 dopo una sbronza colossale, però da lì a tacciare una persona di essere omofoba io ci penserei su un attimo, ecco.

Felice per l’eliminazione di Lisa Fusco, lo so che in potenza poteva regalarci molto più trash di tanti altri inutiloni che sono rimasti in gioco, però a me il trash piace finché si mantiene entro certi confini, confini che la signorina Fusco aveva già ampiamente superato lo scorso anno quando sui social ha vomitato una caterva di insulti insensati e ha sfoggiato un linguaggio volgare e aggressivo verso ragazzine poco più che diciottenni. Insomma, non bisognava essere una bimba di Giulia De Lellis per volerne l’eliminazione, ecco. Bastava leggere le porcherie che è stata capace di scrivere nel giro di qualche settimana per ritenere che, ok il trash, ma vattene a fare le spaccate nel cortile di casa, ciao.

Al momento nient’altro da dire, troppa poca carne al fuoco, troppa inutilità. Se penso che lo scorso anno di questi tempi Luca Onestini dentro la Casa faceva bamboline con le sembianze di Soleil Sorge mentre lei lo cornificava allegramente con il buon Marco Cartasegna… ahhhhhhhhhhhhh, nostalgia portami via!

COMMENTI