‘Grande Fratello Vip 4’: l’opinione di Chia sull’ottava puntata

1 Febbraio, 2020 di Chia

Grande Fratello Vip 4

Quella andata in onda ieri sera al Gf Vip 4 non è stata altro che una conferma ufficiale (casomai ce ne fosse ancora bisogno, dico): noi pubblico da casa non contiamo davvero UN CAZZO DI NIENTE.

Che i magheggi non siano una novità nella storia dei reality show è cosa nota (citofonare a Lele Mora che affittava i call center pur di far vincere la prima Isola a Walter Nudo per la conferma, insomma), ma una PORCATA CLAMOROSA come quella che ha imbastito Alfonso Signorini in quest’edizione non si era mai vista in vent’anni di programmi trash.

Nemmeno Maria De Filippi con quell’imbarazzante cacciata di Alessandro Zarino dal trono di Uomini e Donne mascherata da ‘scelta spontanea’ mi aveva innervosito tanto, per farvi capire. Perché almeno Queen Mary ha avuto la decenza di non fingere di chiederci un parere, lei ha fatto quel cacchio che voleva (come sempre, del resto) e se ci andava bene bene, altrimenti stigrancazzi.

Alfonso no, Alfonso fa pure la parte di quello che “il pubblico è sovrano“, ma è da otto puntate che ci sta prendendo per il culo in maniera INDECENTE. E io sono PIENA. Piena di lui, delle sue palesi preferenze che non si impegna manco a celare, delle sue giacche in velluto oscene e della sua tracotante ipocrisia.

Nella storia dei reality non si era mai visto un conduttore più incapace (ieri sera ha chiesto ad Adriana Volpe di spiegargli il perché di un tagliente commento su Rita Rusic – peccato solo che fossero parole dell’ex modella croata, quelle a cui si riferiva lui, e non viceversa – e ad una certa s’era pure scordato Patrick Ray Pugliese in Confessionale e stava aprendo il televoto nonostante quest’ultimo non avesse ancora fatto la sua nomination) e più fazioso di lui (perché ovviamente anche il ‘mostro‘ dato a Wanda Nara da quell’ignava di Barbara Alberti era un’iperbole, almeno a giudicare dalla fretta con cui Alfy ha voluto chiudere la parentesi commentando che “ma sì, Barbara stava scherzando“, giusto?).

Non gli bastava la carognata della puntata scorsa, quando hanno fatto rientrare in gioco la Alberti come se nulla fosse, nonostante il malore che casualmente l’aveva colpita l’avesse costretta a lasciare la Casa e il televoto che la vedeva coinvolta fosse stato di conseguenza annullato (e naturalmente mai più riaperto, puff, completamente dissolto nel nulla, in barba ad ogni regolamento… una roba MAI successa al mondo, proprio, che persino quella lince di Fabio Testi s’è accorto del palese favoritismo, figuriamoci…), no.

A sto giro si sono decisamente superati fregandosene vergognosamente le balle del volere del pubblico e, nonostante il plebiscito (perché al 52% vs 48% ufficiale ci han creduto solo loro, ovviamente) che durante una delle prime puntate aveva decretato che Serena Enardu NON dovesse entrare nella Casa nemmeno per una sola settimana, ieri sera l’hanno resa arbitrariamente una concorrente ufficiale. Ma che davero?

E non ne faccio manco un discorso di mero rimborso di soldi a chi aveva televotato (bellidezia, fidatevi di me: usate SOLO i voti gratuiti, non dategliela la soddisfazione di fare cassa grazie a voi!) affinché la Enardu tornasse a casa sua, eh, qua è proprio la loro SFACCIATA presa per il culo ad essere VERGOGNOSA, INAMMISSIBILE e INTOLLERABILE. Della serie “facciamo quel cazzo che ci pare e ve lo sbattiamo pure sul muso“. E Dio solo sa quanto vorrei far parte di quell’elite dotata di rilevatori dello share, in momenti beceri come questi, per farglielo crollare con la stessa velocità con cui loro cambiano le carte in tavola in base ai loro porci comodi.

Per quanto riguarda Serena, devo necessariamente pensare che le abbiano fatto il lavaggio del cervello per convincerla a diventare una concorrente ufficiale, visto che riguardo al precedente televoto aveva dichiarato a Uomini e Donne Magazine (nel numero uscito giusto ieri, mica settimane fa):

Quando mi hanno invitata ad entrare, presentandomi la possibilità di restare per una settimana, non ero molto felice. Non mi ci vedevo dentro una casa, insieme ad altre persone, a toccare ancora una volta pubblicamente degli argomenti così delicati […] Vedo Pago più sereno e penso sia giusto rispettare i limiti che deciderà di mettere lui d’ora in avanti. Anzi anteporrò lui a me, soprattutto perché non voglio invadere questo suo momento.

Ai tempi di Temptation Island Vip 2 ero tra i pochi a non aver messo in croce Serena, lo sapete, ma – pur vedendo quanto è felice ora Pago di averla in Casa con lui, e nonostante dessi per scontato un loro ritorno di fiamma viste le parole spese nelle ultime settimane da entrambi – continuo a pensare che questo non fosse né il momento né il luogo adatto per questa riappacificazione. Punto.

In tutto il disagio di questa quarta edizione, comunque, un’altra cosa incredibilmente ridicola è l’aver rinchiuso ventordici persone in una Casa per poi parlare SEMPRE e SOLO di ciò che accade fuori. Puntate intere costruite intorno a ridicoli teatrini e stucchevoli sorprese per i soliti noti: e Vittorio Cecchi Gori, e il marito di Fernanda Lessa, e Valeria Marini (che è entrata giusto il tempo di srotolare il papello di insulti di Rita Rusic, fregarsi due creme dello sponsor e via, ma ha avuto più spazio lei di Carlotta Maggiorana, finora), e il fidanzato di Antonella Elia, e Imma Battaglia, e Francesco Sarcina. ECCCHEPPPALLE! Ma che senso ha recludere gente in cattività quando per fare gossip bastava mandarli tutti in un salottino pomeridiano e via? Quello che abbiamo visto finora non è mica il Grande Fratello, al massimo uno spin-off di Pomeriggio 5.

Delle dinamiche interne alla Casa si è parlato giusto dopo la mezzanotte, quando si sono ricordati della furiosa lite tra una sempre più invasata Antonellina (che ha dato della ‘oca che l’ha costretta a nominare la Rusic‘ ad Adriana Volpe, senza accorgersi che in questo caso l’unica oca sarebbe risultata essere lei che si era fatta eventualmente plagiare contro la sua volontà) e la sua vittima del momento, Clizia Incorvaia, e della probabile (ma manco troppo) ship tra quest’ultima e Paolo Ciavarro. Fine.

Ed a proposito delle palesi quanto ricorrenti disparità di trattamento, dei tre nominati della serata solo due – Rita e Andrea Montovoli – hanno ricevuto una sorpresa (a televoto ancora aperto, ovvio) e all’ultimo – ossia Patrick, casualmente – nisba. E dire che la sua ex Martina Pascutti aveva scritto sui social che era pronta per lui una clip dal figlio Leone. Com’è che il tempo per il ridicolo rvm su quel viscidone di Antonio Zequila (che ovviamente dopo tutte le bordate PESSIME, VOLGARI e GREZZE che ha lanciato al Pugliese durante la settimana non si è beccato nemmeno una tiratina d’orecchi, figuriamoci qualche provvedimento più serio) e la sua passione per i massaggi l’abbiamo trovato, e per Patrick niente?

Mi spiace solo che a dover abbandonare la Casa sia stata proprio Rita, che con quella sua sottile perfidia avrebbe potuto regalarci ancora parecchie gioie. Ma è tutta colpa dell’inettitudine di ‘sti concorrenti: per salvare quell’inutilona della Maggiorana – tanto caruccia ma poco avvezza alle poracciate che noi bramiamo – alla fine si sono giocati lei. Che Patrick avrebbe stravinto lo dicevano tutti i sondaggi in da world, ma sono contenta che a scamparla sia stato anche Montovoli. Perché ora che le carte sono state scoperte e – dopo gli stracci volati tra le donne – anche i traffichini orditi da Zequila e Michele Cucuzza (insieme alle loro fidate dame di compagnia Aristide Malnati e Andrea Denver) sono venuti alla luce, non vedo l’ora che tra le varie fazioni inizino a scorrere fiumi di sangue.

Un’iperbole, s’intende.