‘Grande Fratello Vip 5’: l’opinione di Chia sulla seconda puntata

Chia 19 Settembre, 2020

Grande Fratello Vip 5

Ecco, per il Gf Vip 5 vale un po’ lo stesso discorso che ho fatto per quanto riguarda Temptation Island 8: sentivamo davvero la necessità di una nuova edizione a distanza così ravvicinata dalla precedente, con un cast dello stesso tipo del precedente (Vip per quanto riguarda il Grande Fratello, Nip per quanto riguarda Temptation Island… li avessero alternati ci sarebbe stato almeno un elemento di novità, e invece manco quello), e soprattutto con un non-conduttore come Alfonso Signorini saldo al timone della baracca?

No, perché non so voi, ma io tremendo lo trovavo in primavera e tremendo l’ho ritrovato in autunno: non ha i tempi, non ha il mordente, non ha la verve per reggere uno show di prima serata come questo. Tu lo guardi mentre cerca di fare il simpatico destreggiandosi tra un siparietto ridicolo e l’altro, inanellando nel mentre una serie di nomi ad minchiam – la povera Dayane Mello si è ormai tramutata ufficialmente in Dennis, Enock per fare prima è diventato Balotelli come Mario anche senza adozione, il marito di Stefania Orlando non è più Simone ma si è riscoperto uno Stefano e Fulvio Abbate manco il tempo di entrare in Casa ed era già Fausto – e l’unica sensazione che puoi provare è PURO CRINGE.

L’unica utilità di avere uno come Signorini a capo di un reality come il Grande Fratello riguarda il cast, perché – tra amicizie, intrallazzi ed influenze varie – sia nella quarta edizione che in quella attuale il gruppetto di concorrenti che ha imbastito, almeno sulla carta, è sicuramente interessante e dotato di potenziale. Fatto salvo i Denis Dosio e le Franceska Pepe del caso, s’intende, che non mi ero ancora ripresa dalla sobria euforia di lui (che mi ricordava la mia dopo una boccia di Aperol, tipo) quando lei all’una di notte è piombata caricaaMMMolla sulla passerella raccontandoci del suo flirt con Sgarbi e della K che si è messa nel nome “per distinguersi dalle altre” e ho smesso di chiedermi “chicazz’è?” solo per domandarmi “perché ca**o sta lanciando ‘sti acuti da delfino in calore a quest’ora?“.

Un cast succoso, dicevamo, che potrebbe regalarci soddisfazioni (specie se non venisse indirizzato dall’alto ad imbastire amorazzi di convenienza, come Alfonso stava suggerendo manco troppo velatamente ieri sera ad Enock Barwuah e Dayane Mello…).

Sempre che non imploda anzitempo, ecco, vista la fuga record di Flavia Vento a sole 24 ore dal suo ingresso nella Casa ed il mancato debutto di Paolo Brosio, a quanto pare dovuto a problemi di salute. Ci tocca sperare nella resurrezione di lui e nella redenzione di lei (che ieri sera ha ufficialmente implorato il Grande Fratello di concederle una seconda possibilità qualora trovi un’amica che – a differenza dei suoi malefici genitori – badi ai suoi 7 cani senza bisogno di spedirli in una pensione) per dare vita ad una combo incredibile di gente che “non ho bisogno dello psicanalista perché prego“, e con le suddette preghiere a quanto pare ci paga pure la pappa dei cani. Adoro. A saperlo che era così semplice ci pensavo due volte prima di darmi all’ateismo, mannaggia.

Se nella prima infornata di concorrenti, quella che ha varcato la porta rossa lunedì, a farla da padroni sono stati senza dubbio la Contessa Patrizia De Blanck (che ha già dato spettacolo – seppur involontario – con lo spogliarello in diretta a Pomeriggio 5 e divide il pubblico a suon di vaffanc*li random) e Tommaso Zorzi (l’erede ufficiale del Soldato Elia, arruolato di default in ogni siparietto imbarazzante che Signorini decide di imbastire), in questa seconda tornata ci siamo goduti l’ingresso (sobrio e poco pompato, manco stesse entrando in Casa Kate Middleton) dell’attesissima Elisabetta Gregoraci, a cui finiremo col voler bene “come se fossi una di voi“…

… seguita dalla conduttrice Stefania Orlando, ovvero colei che a quanto pare aveva invitato Antonella Elia al suo matrimonio “solo per far numero e uscire sui giornali“, salvo poi parlarne male nelle interviste…

… l’intellettuale Fulvio Abbate che ha messo le mani avanti confessando di essere un tipo decisamente polemico…

… l’attrice Myriam Catania, ossia quello strano caso in cui la voce è decisamente più Vip del personaggio stesso (ciao Willow Rosenberg, ciao Rory Gilmore!)…

… il figlio d’arte Francesco Oppini, la mia crush clamorosa dei tempi de La Fattoria, dotato di una mamma come Alba Parietti così notoriamente low profile da valere come concorrente pur senza essere nella Casa

… e, infine, quella combo fantastica composta da Maria Teresa Ruta e sua figlia Guenda Goria, roba che se vi siete persi la madre a Pechino Express preparatevi perché NON AVETE IDEA a cosa state andando incontro. E soprattutto non ce l’hanno gli altri concorrenti.

COMMENTI