‘Grande Fratello Vip 5’: l’opinione di Isa sulla prima puntata

Isa 15 Settembre, 2020

Grande Fratello Vip 5

Mettiamo subito le cose in chiaro: non rompete le palle, eh. Non iniziate a rompere le palle. Non iniziate ad appassionarvi morbosamente alle vicende di ‘sti quattro scappati di Casa del Gf Vip 5 e non cominciate come ogni cacchio di anno in ogni cacchio di reality a prendere di mira gli unici veri personaggi interessanti in nome del ‘è faaaalZo‘, ‘ cattivooooohhhhhh‘, ‘non è sinGeroooo‘ perché divento una iena.

Se nel corso della lunga (interminabile, direi) diretta di ieri mi sono risvegliata un attimo dal torpore è stato grazie ai cinque fancu*o di fila che Patrizia De Blanck ha riservato a Tommaso Zorzi, quindi vi sia ben chiaro che entrambi, al momento, sono i miei protetti e pretendo che entrambi restino lì dentro finché non finiscano a lanciarsi addosso gli scolapasta della Marini o, al contrario, finché non creino una sacra alleanza che sarebbe letale per tutti gli altri coinquilini dal momento che con il veleno che ha in corpo Patrizia e quello che ha in corpo Tommy si potrebbero sterminare popolazioni intere.

Sia la De Blanck che Zorzi, a mio avviso, sono quei classici personaggi trash che magari all’inizio ti fanno ridere ma poi alla lunga risultano indigesti come la peperonata di Aldo Baglio alle 7 di mattina, detto questo, però, ricordatevi che lo scorso anno ci siamo puppati per MESI Pago e Serena Enardu e di conseguenza il peggio lo abbiamo passato e nulla, ma davvero nulla al mondo, potrà essere altrettanto traumatico quindi io, per ora, totalmente a favore della campagna #SaveZorzanck.

Come dicevo la puntata iniziale è stata moscia come più o meno sono mosce tutte le puntate iniziali dei reality in cui ci sono da presentare i concorrenti (altro discorso, ad esempio, per Temptation Island dove già alla prima puntata vedremo cornazze appuntite piovere sulle coste sarde, i can’t wait!) ma qualche spunto c’è stato comunque:

– intanto qualcuno imbavagli Pupo, lo sedi, gli infili in bocca un gelatoalcioccolatodolceeunposalato perché ieri tra la battutona sul ‘ventennio’ che non poteva essere celebrato che da uno col cognome che finisce in -ini…

… le solite battute a sfondo sessuale da quindicenne brufoloso, gli interventi fuori luogo qui e lì e l’abbiocco che lo ha colto alle 23.30 quando è abbondantemente pagato quantomeno per restare presente a se stesso fino alle due di notte, direi che mi ha fatto sentire persino la mancanza di Manuela Arcuri opinionista.

– il fratello di Balotelli esteticamente è tanta roba, incrociamo le dita affinché sia meno testa di cactus del fratello (del resto esserlo di più è quasi un’impresa impossibile)

Massimiliano Morra e Adua Del Vesco mi vanto di non avere assolutamente idea di chi fossero fino a 12 ore fa, la mia conoscenza delle fiction italiane si limita a Montalbano e a qualunquecosafacciaLinoGuanciale, per il resto grazie al cielo brancolo nel buio e l’unico ‘Furore‘ che conosco è quello con Alessandro Greco che andava in onda su RaiDue quando ero ccciovane. A dire il vero il nome di lei non mi era nuovo perché per anni l’hanno spacciata per ‘fidanzata di Gabriel Garko‘ però, insomma, la fidanzatadiGabrielGarko è una figura che non esiste realmente, è come la fatina dei dentini, ti raccontano che ci sia ma non c’è davvero, lo sappiamo tutti, Gabriele Rossi in primis.

Anyway, io sarei anche stata disposta a farmi coglionare e a impelagarmi in questa ship poraccia, però poi ho appreso che entrambi sono fidanzati fuori e io, per natura, faccio enorme fatica a sostenere le coppie che nascono dalle cornazze rifilate ad altri quindi game over, i Morresco non sono roba per me. Resta comunque il fatto che Adua mi sembra NERISSIMA verso Massimiliano e le sue uscite tipo ‘adesso non mi importa più niente, mi sei indifferente, potevi salutarmi anche solo con la mano‘ mi sembrano serene e distaccate tipo quelle avute l’altro giorno a Uomini e Donne da Giovanna Abate con Sammy Hassan.

Sia Adua che Massimiliano hanno detto che ci sono cose che sanno solo loro, che non vogliono mettere in piazza vicende che hanno fatto parte del loro privato e bla bla, ma la Del Vesco era così inviperita e così allusiva che io non ho seguito la diretta di stanotte, ma non mi stupirei se tempo quattro secondi si fosse messa i bigodini e avesse iniziato a raccontare a un passante a caso (anche al povero Fausto Leali che ancora non ha capito dove si trova e perché) tutti i milleeuno motivi per cui #MassimilianoMerda.

DaianneMelloooo ho perso il conto dei reality ai quali ha partecipato, l’unica certezza è che ovunque l’abbia vista mi è sempre stata sulle ovaie.

E tra l’altro per me potrà dire e fare quello che vuole, ma rimarrà sempre quella del finto flirt poraccio all’Isola con Bettarini (ve lo ricordate tutto quell’imbarazzo, vero? Se non lo ricordate andate a rivederlo perché io ancora a distanza di anni provo sgomento per loro). A fare la coppietta televisiva ci ha provato all’Isola ed è andata male, ci riproverà anche qui e vediamo se riuscirà ad infinocchiare qualcuno (e non dubito potrebbe riuscirci, quando ci sono di mezzo presunti lovvi a tanti spettatori scatta il fanatismo selvaggio e non capiscono più una mazza).

Flavia Vento a 43 anni è rimasta quella infilata sotto il tavolo di Teo Mammuccari e la cosa più triste non è che abbia passato 12 ore infagottata in una costume da sirena in attesa che Signorini si collegasse con lei per quel siparietto ridicolo, ma la cosa davvero deprimente è che persino Pupo (cioè, Pupo…) le abbia – manco tanto velatamente – dato della scema. Ad ogni modo io ho riso assai perché mentre Flavia, sdraiata sulla quella coreografia da recita dell’asilo, cantava (…) invocando i marinai, io pensavo a lui:

Che crossover meraviglioso se il nostro mozzo uominiedonniano approcciasse con la Vento vestita da sirena!!!

Andrea Zelletta e Pierpaolo Pretelli. Devo dire che mi hanno lasciata molto (ma molto, molto, molto) perplessa entrambi. Non che siano miei amici di vecchia data, eh, però tra Uomini e Donne, interviste e qualche scorcio di quotidianità condivisa sui social, ho dei due un’idea che non coincide PER NIENTE con ciò che si è visto ieri sera. Sia Andrea che Pierpaolo mi sembravano forzatissimi e per niente naturali, Andrea a fare il provolone e a fare le battutine bavose sul dormire in mezzo a Matilde Brandi e nonmiricordochi e Pierpaolo a sembrare il Fantozzi di turno che tira fuori la lingua quando gli passa davanti un po’ di patata.

Ma dai, ma chi ci crede. La mia sensazione è proprio che stessero recitando il ruolo che gli autori hanno deciso per loro. Per Andrea si è deciso di giocare sulla gelosia di Natalia Paragoni e per Pierpaolo si è deciso di fargli fare il morto di figa che si accollerà una a caso tanto per creare la coppia in casa (Dayane, aspetta, stai calma, non sgomitare, il ruolo è tuo, sciallaaaa).

Io in particolare nel post Uomini e Donne ho seguito abbastanza Andrea, ho visto qualche storia qui e lì, e la sensazione è quella di un ragazzo serio, meno esuberante di molti suoi ex colleghi e molto legato alla famiglia e alla fidanzata (tra l’altro lui fa il modello, anche ad alti livelli, e lavora con bellissime modelle quindi, insomma, non è che serva Matilde Brandi, con tutto il rispetto per la splendida Matilde, per fargli notare l’esistenza sul globo di altre pregiate patonze oltre quella della Paragoni) e per quello che ho seguito, tutto mi sembra meno il wanna be Ciavy che è apparso ieri, mi è sembrato appunto forzato e se ha accettato di tirar su dei teatrini solo per fare il remake del triangolo  Damante De Lellis Mosetti mi scadrebbe, e manco poco. Anche perché poi queste dinamiche sono forti e di impatto quando nascono in maniera spontanea, quando vengono così palesemente preconfezionate l’effetto baraccone è dietro l’angolo.

Attendiamo che venerdì il cast si completi, io già sogno il momento in cui Paolo Brosio dirà il rosario e Patrizia gli passerà davanti ruttando!

Intanto le notizie delle ultime ore ci dicono che Tommaso Zorzi si sente poco bene e ha 38 di febbre, non so i suoi colleghi ma io sarei tipo così.

Buona guarigione Tommy, a venerdì, e voi altri che leggete ripetete il mantra “è un reality poraccio che serve per farci quattro risate, non dobbiamo diventare fanatici e difendere sti quattro sciroccati come se fossero gli artefici della pace nel mondo, non dobbiamo diventare fanatici e difendere sti quattro sciroccati come se fossero gli artefici della pace nel mondo, non dobbiamo diventare fanatici e difendere sti quattro sciroccati come se fossero gli artefici della pace nel mondo, non dobbiamo diventare fanatici e difendere sti quattro sciroccati come se fossero gli artefici della pace nel mondo ….

COMMENTI