‘Grande Fratello Vip 5’: l’opinione di Isa sull’undicesima puntata

Isa 20 Ottobre, 2020

Grande Fratello Vip 5

Non so se riuscirò più a guardare Maria Teresa Ruta con gli stessi occhi di prima, eh, io ve lo dico.

Che non fosse il prototipo di mamma del Mulino Bianco mi era chiaro, ma in fondo le mamme perfette non esistono e si possono recuperare rapporti anche dopo aver commesso grandi errori. Tuttavia tra il non essere candidate al premio mamma dell’anno e comportarsi come, a quanto abbiamo preso ieri, si è comportata Maria Teresa con Guenda Goria e con l’altro figlio più piccolo ce ne passa, e per me questa è una cosa difficile da comprendere, da razionalizzare e da considerare come un elemento bypassabile nel mio giudizio complessivo sulla persona.

Sapete quale è stata la cosa che più mi ha lasciata interdetta? Non tanto che la Ruta a un certo punto, di fronte a due ragazzini di 17 e 15 anni già senza la presenza fissa del padre che era andato via anni prima, abbia fatto quello che ha fatto e cioè lasciarli soli, con una tata immagino, per andare a vivere la sua relazione d’amore con l’attuale compagno, la cosa che mi ha turbata è che ancora oggi, a distanza di anni e di fronte a un disagio espresso a chiare lettere dalla figlia, lei non capisca fino in fondo l’egoismo del suo gesto, non capisca fino in fondo il trauma che ha lasciato, e non abbia la lucidità quantomeno di scusarsi.

Ha tirato fuori la cultura americana, i sedicenni americani che vanno al college, ci ha buttato dentro i figli italiani mammoni, insomma un minestrone di roba che non c’entra NULLA con la scelta di abbandonare due minori (già senza la presenza del padre) per andare a fare la fidanzata innamorata.

E ho trovato gravissimi i messaggi fatti passare ieri da conduttore e opinionisti (raga VI PREGO facciamo una mozione per botolare Pupo da tutti gli universi perché NON è SOSTENIBILE sentire uno che su 3 interventi ne canna 4 e che ogni volta che apre bocca ti fa vergognare di condividere il suo stesso ossigeno) che hanno sottolineato come è giusto che una donna segua il proprio cuore, i propri sentimenti e la propria felicità. EH NO, MIEI CARI. No. Non è così che funziona.

Fare figli non è obbligatorio e io apprezzo, ammiro e applaudo donne come Stefania Orlando che sanno di non avere l’istinto materno e decidono di non procreare e di non imbarcarsi in qualcosa che non hanno intenzione di affrontare, ma se tu i figli li fai MI DISPIACE ma in quell’esatto momento tu SCEGLI di accollarti una responsabilità che ti resterà addosso sicuramente fino alla loro maggiore età ma fondamentalmente per tutta la vita (perché anche a cinquant’anni se le mie figlie avranno bisogno di me io sentirò il dovere – oltre che il naturale istinto – di esserci) e soprattutto DECIDI che la tua felicità non potrà venire mai PRIMA di quella dei tuoi figli. L’ideale è che si fosse felici insieme, se questo non è possibile si devono cercare dei compromessi, ma quando senti una Guenda che ancora oggi, a trent’anni, ha le lacrime agli occhi nel ricordare di aver dovuto fare da mamma al fratello e nel ricordare di quando Maria Teresa ha tolto dalla parete tutte le foto con i figli per mettere quelle col compagno, beh, vuol dire che qualcosa hai sbagliato, vuol dire che ti sei preoccupata solo della tua felicità senza curarti di quanto questo abbandono abbia traumatizzato i tuoi figli. E, ripeto, trovo GRAVISSIMO che in prima serata su Canale 5 si dica che una mamma debba seguire il suo cuore anche se questo vuol dire lasciare delle cicatrici eterne ai propri figli.

A me Guenda sembra una ragazza molto, molto fragile, complessa, e, senza bisogno di fare psicologia spicciola perché non è proprio il mio campo, ma credo non sia casuale che vada a ricercare relazioni con uomini più grandi che rappresentano quella figura genitoriale che, tra madre e padre, non ha mai avuto davvero. Una ragazza intelligente e sensibile, così intelligente e così sensibile da essere stata LEI a volere a tutti i costi un rapporto con la madre, anche se avrebbe avuto tutte le ragioni per essere arrabbiata a vita.

Ripeto, non so se riuscirò a guardare Maria Teresa con gli stessi occhi di prima, quel che è certo è che da ieri guardo Guenda con un po’ di ammirazione in più perché facendomi un esame di coscienza penso che io, al suo posto, sarei stata più rancorosa, più intransigente, sotto questo aspetto la ammiro perché riconosco che sia stata migliore di quanto non sarei stata io nei suoi panni, ecco.

Venendo alla dinamiche del gioco vi dico subito che sono NERISSIMA per il poco spazio dedicato in puntata a Tommaso Zorzi. Insomma, Tommaso è praticamente l’anima del live, è la miccia da cui partono il 99% dei confronti in Casa, è più autore degli autori, è amatissimo dal pubblico (anche ieri 36% di preferenze solo per lui) e lo interpelliamo quattro secondi per il bacio con Oppini e poi ciao? Zorzi ribellati, protesta, fino a venerdì non fare più nulla, non far litigare nessuno, non parlare con nessuno, non dar vita alle feste organizzate in Casa e poi vediamo se la prossima volta ti faranno ancora parlare così poco!

Cioè rendiamoci conto che da un mese a questa parte abbiamo in OGNI cazzo di puntata MINIMO mezz’ora dedicata alla piccola fiammiferaia di Montecarlo (che in Casa se non fosse per sta storiella fake con Pretelli si confonderebbe con i sottopentola) e poi devo vedere Tommaso liquidato in due battute?

Ne vogliamo parlare di Elisabetta Gregoraci? No, dico, ne vogliamo parlare? A parte che io mi sto ancora asciugando le lacrime dalla commozione per il fatto che Eli con la vita che sempre fatto, si sia addirittura abbassata a stare in Cucurio e a fare le pulizie! Raga ma a voi non viene da piangere nel pensare a tanta grandezza d’animo? Cioè lei, abituata a farsi imboccare dalla sua colf thailandese, adesso ha addirittura passato una pezza nel vetro del Cucurio (che, per inciso, era più lordo di prima) dentro la casa del GF in cui per mangiare e andare al cesso prende un cachet pari a 5 volte la mia dichiarazione dei redditi! Che regina del popolo! Lady D scansate proprio perché noi abbiamo EliGreg che ha addirittura mangiato la pizza dal cartone e ha passato uno straccio in cucina, io contatterei direttamente il Pontefice perché mi sa che ci sono gli estremi per la beatificazione, eh.

Ma poi la roba dei colpettini sul petto quanto è idiota e infantile? Tra lei e il suo fidanzato fuori hanno quasi un secolo di età e siamo ancora ai messaggini in codice tipo asilo? “No, ma è un gesto che faccio per i miei amici, per la mia comitiva di amici‘. Certo, Eli, sei troppo furba, con questa spiegazione ci hai proprio depistati, del resto chi, ogni volta che si parla del rapporto con un potenziale nuovo flirt, non si batte la manina sul petto per rassicurare le compagne di pedicure?

Cioè questa pensa davvero di essere la più furba del quartiere, pensa di parlare a dei deficienti, pensa che il pubblico a casa annuisca alle sue stupidaggini come probabilmente facevano i camerieri di Briatore ma, SPOILER ALERT, quelli erano pagati per darti ragione, noi possiamo mandarti a fanculo anche gratis.

Per il resto:

– un po’ mi spiace sia uscita Matilde Brandi perché nel suo essere vipera e sclerata era più limpida (e utile al gioco) di diversi suoi coinquilini;

Natalia Paragoni è ancora più bella di come la ricordassi a Uomini e Donne e lei e Andrea Zelletta mi sembrano una coppia molto innamorata. Tra l’altro Andrea sarà pure un comodino ma aggiornandomi un po’ sui social per seguire cosa succede in Casa diciamo che viene nominato di continuo, anche solo per criticarlo. PER ME i comodini sono quelli come Enock Barwuah, così trasparenti che non hai manco voglia di insultarli, così invisibili che non ti interessa neanche eliminarli, se qualcuno si attira tutte queste antipatie del webbe, come avviene con Andrea, evidentemente in fondo così trasparente non è…

Antonella Elia è stata, per me, una pessima concorrente del Grande Fratello e una discutibilissima fidanzata di Temptation Island, ma diamo ad Anto quel che è di Anto: come opinionista è UNA BOMBA. Pungente, velenosa, provocatoria, quel “Non ce l’ho con te stasera… MA DA SEMPRE” rivolto alla Gregoraci credo continuerà a provocarmi orgasmi multipli per tutta la settimana;

– menomale che non ci sono gruppi nella Casa, eh. Quando Francesco Oppini ha osato schierarsi dalla parte di Tommaso, precisando più volte che si schierava di là SOLO perché la persona con cui ha più legato in assoluto è Zorzi, un altro po’ i componenti della camera arancione volevano ghigliottinarlo (e Adua Del Vesco – o Rosalinda, chiamatela come vi pare, che io manco mi ricordo il nome mio e non posso stare appresso a tutti i nomi che la Ares appioppava ai suoi manichini – lo ha pure nominato con questa specifica motivazione);

– in nomination Maria Teresa, Dayane Mello e la fiammiferaia. Al momento non mi piace nessuna delle tre quindi non è che impazzisca all’idea di salvare Maria Teresa o Dayane, impazzisco, però, all’idea di poter spedire dritta nella nomination eliminatoria EliGreg quindi non lasciamoci sfuggire questa occasione unica. Voi non mi potete vedere ma sappiate che in questo momento mi sto battendo la manina sul petto, ed è il mio messaggio in codice per dirvi che è ora di rispedire la BriatorA a Montecarlo prima che le si rovini definitivamente la manicure.

COMMENTI