Grande Fratello Vip 6: l’opinione di Isa sulla diciannovesima puntata

Isa Novembre 16, 2021

Mamma mia la sensazione di malessere che mi trasmettono le inquadrature con Manuel Bortuzzo con la faccia appesa accanto a Lulù Selassié in versione gufo sulla sua spalla! Io lo capisco che il Grande Fratello è televisione, e che la televisione non guarda in faccia niente e nessuno, però, onestamente, ma quanto è insano continuare a giocherellare su questa pseudo relazione che di sano non ha nulla?

A Manuel di Lulù non frega niente, nulla, zero. L’ha limonata per passatempo all’inizio, e dopo l’ha limonata di nuovo perché si è accorto che senza di lei in puntata aveva lo stesso spazio dello scolapasta della cucina. Punto, stop, questo è. E’ inutile andare a cercare altro. E sentire Alfonso Signorini continuare a insistere sul punto e addirittura definire Jessica e Clarissa le ‘cognatine‘ di Manuel mi ha proprio fatto schizzare il cringiometro alle stelle.

grande fratello

L’atteggiamento di Lulù verso Bortuzzo, venerdì scorso, è stato ingiustificabile, inconcepibile e va unanimemente condannato. Mettersi a inseguire una persona che ti sta chiedendo 5 minuti di tranquillità, continuando a piagnucolare e tampinarlo, è stato orribile da vedere.

Tuttavia, Manuel SA BENISSIMO com’è fatta Lulù, lei il suo modo di essere – appiccicoso, oltre i confini dell’ossessivo – lo ha rivelato sin da subito, lui l’aveva pure mollata e, di conseguenza, nella misura in cui VOLUTAMENTE ci ritorna a stare, a sbaciucchiarla e a dirle che poi fuori si vedrà (dandole quindi l’illusione di avere una chance), è il primo a non essere esente da colpe, è il primo a non potersi lamentare di trovarsi in una data situazione perché in quella situazione ci si è ficcato volutamente dentro.

Adesso siamo nuovamente nella fase del passo indietro e le cose sembrano più tranquille. Vediamo come procederà e vediamo, soprattutto, se Bortuzzo, del quale ieri si è parlato solo in rapporto a Lulù e del quale dubito si parlerà nelle prossime puntate (se non per ricordarci, ancora una volta, la sua disabilità, casomai ce ne dimenticassimo e volessimo valutarlo solo come concorrente di un reality), riuscirà ad essere coerente con i suoi sbotti e le sue manifestazioni di insofferenza verso la princess, o se, resosi conto di essere tornato in modalità scolapasta, tornerà a bussare alle regali porte d’Etiopia.

Al netto di tutto, comunque, Lulù è piena di difetti (tra gli altri trovo anche odioso questo fatto di dover sempre giustificare ogni suo atteggiamento infantile o discutibile con i traumi del passato, come se aver subito dei traumi ci desse un pass a vita per comportarci da imbecilli) ma è un personaggio forte di questo Grande Fratello e, sempre al netto di tutti i difetti, vi dirò che a me lei e le sue sorelle non dispiacciono affatto, penso che dietro i quintali di botox e di make up circensi, ci siano comunque tre persone interessanti, sicuramente interessanti all’interno di un reality.

Non dico di essere una bimba delle Selassié perché anche no, però se all’inizio le trovavo davvero insopportabili (tranne Jessica, lei mi è sempre garbata) adesso, in qualche strano modo, ho finito per ‘affezionarmi’. E alla fine preferisco chi, nella sua follia e nei suoi eccessi, si mette in gioco, rispetto a chi continua a farsi dipingere addosso quest’aura da santo quando santo proprio non è (sì, Manuel, parlo con te).

Come dicevo, trovo sbagliato giocare su questa dinamica di Lulù e Manuel perché la trovo profondamente insana, e allo stesso modo ho trovato insano l’ennesimo confronto, davvero non necessario, tra Nicola Pisu e Miriana Trevisan che non ha fatto altro che sottolineare ancora una volta quanto il loro rapporto all’interno della Casa fosse malato. Nicola in studio, sicuramente condizionato da quanto gli avranno detto parenti e amici, sembrava quasi freddo e distaccato verso Miriana, al momento del confronto, poi, era ripartito col loop del “io sono davvero interessato a te, tu sei stata bene senza di me” e sono certa che, se fosse rimasto in Casa un altro paio d’ore avrebbe ricominciato a chiederle con insistenza se fuori avrebbero avuto una chance.

Maaaaaamma mia, oh! Quest’anno due pseudo coppie si sono formate, e tutte e due sembrano uscire dai provini di You. Che inquietudine!

grande fratello

Su Alex Belli io ormai non so che dire, vi giuro che quasi lo prendo in simpatia perché è così too much, così caricaturale SEMPRE, che sono giunta alla conclusione che lui realmente non distingua la realtà dalla finzione, e quando si strappa le vesti per dire che lui è vero lui ci crede sul serio, e forse è vero davvero. Cioè forse lui ormai è proprio così, è entrato nel personaggio 30 anni fa e non ne è mai uscito, per me lui anche da solo, in bagno, sulla tazza del wc, la composizione del detergente intimo, le legge con quella voce (“baritonale“, of course), e mettendoci lo stesso pathos di quando si sforzava di piangere alla vista di Delia.

Che poi parliamone di questo matrimonio finto realizzato GUARDA CASO pochi mesi prima di entrare al Grande Fratello e GUARDA CASO con le foto in esclusiva su Chi. Ma dai, ma è tutto così SPUDORATAMENTE fasullo che ormai mi fa proprio ridere, è una baracconata di dimensioni tali che non mi riesco manco ad arrabbiare per la presa per il chiul, è tutto così TROPPO da risultarmi quasi esilarante!

grande fratello

E il matrimonio è finto (“ha un valore inestimabile“, ha detto Alex, ma la chiesa e la legge italiana il valore lo stimano eccome, ed è zero), e la sfuriata di Delia è finta, e pure il miglior amico di Alex chi è? Il tizio con cui si è fidanzata Guenda Goria l’altro ieri e che già le ha chiesto di sposarla! Ma vi rendete conto che non c’è un barlume di verità IN NULLA?

Tra l’altro io a ‘sto punto super curiosa di capire se anche Guenda Goria si sposerà con una “liturgia della parola” che non ha alcun effetto né giuridico né religioso. Se bastasse la “liturgia della parola” sarei sposata praticamente con tutta la gente che incontro a messa la domenica, pazzAsko.

E siccome ormai che sia tutta una brutta telenovela latinoamericana è lampante per tutti, nel gobbo di Adriana Volpe c’era palesemente scritto di dare l’immunità ad Alex cercando di non passare per complici della recita e quindi eccola, Adry Fox, a sfoderare la paraculata del “sono convinta che sia tutto un teatrino, voglio che ti sveli, e quindi ti salvo così avremo modo di avere la conferma che è tutta una farsa“.

Per il resto non so che altro aggiungere perché la puntata è stata di un soporifero, ma di un soporifero che manco io lo so cosa cacchio ho scritto fino ad ora.

Dico solo che Gemmisi è incredibilmente uguale a papà Giucas Casella e nonostante io odi tutti i momenti C’è posta per te, il loro mi ha infastidita meno del solito. Sarà che Gemmisi sembra proprio una persona distinta, lontana anni luce da quell’ambiente, sarà che la famiglia sicula di Giucas mi trasmette proprio sensazione di ‘casa’, sarà che l’idea di questo papà che, seppur inserito nel vortice dello sbrilluccicante mondo dello spettacolo, ha cresciuto da solo questo figlio facendogli da mamma e da papà, mi trasmette molta tenerezza, ma ad ogni “Gemmisi seibbellocomeissssole” mi è partito un sospiro di tenerezza.

In nomination Gianmaria Antinolfi, Miriana e Sophie Codegoni. Io spero esca Sophie che, tra i tre, mi sembra la più inutile. Tra l’altro ci sarebbe anche un clamoroso tempismo perché proprio in questi giorni dovrebbe andare in onda la puntata con Matteo Ranieri che sale sul trono, se venerdì Sophie dovesse uscire io pregusto già il faccia a faccia tra i due agli Elios con la suprema Queen Cipollari ad aizzare le folle e fare da arbitro.

Ps. La frase di Signorini sull’aborto l’ho sentita stamattina perché ieri, onestamente, all’una di notte, io mi ero infilata il pigiama e messa a letto come più o meno qualunque persona normale che alle 7 di mattina, se non molto prima, è già in piedi.

Tutti siamo liberi di dire la nostra e di esprimere un pensiero e un punto di vista ma 1- parli per TE e non parli per NOI (ma noi chi? ma che vuoi? Ma con che diritto parli per altra gente quando, a maggior ragione, la legge sulla aborto è arrivata grazie ad un referendum in cui IL POPOLO ha alzato la voce ?), 2- l’aborto è un DIRITTO garantito (grazie al cielo) della legge italiana e il Grande Fratello non è il luogo adeguato per discutere dell’opportunità delle leggi della Repubblica, 3 – decine di concorrenti sono stati espulsi con disonore dal programma per aver detto cose MOLTO meno gravi di quella detta ieri dal conduttore. Perché Dio (e da cattolica ne sono certa) se ne fregherà di qualche bestemmia biascicata da questo o quello, ma le donne che, con un dolore che non possiamo nemmeno immaginare, hanno avuto bisogno di ricorrere all’aborto, non possono accettare di sentirsi giudicate in questo modo su una rete nazionale, dal conduttore di un programma nazionalpopolare, che tra l’altro non è proprio tenuto, nel suddetto programma, ad affrontare questi temi.

Venerdì le scuse, in apertura di puntata, sono proprio il MINIMO. Insufficiente, ma comunque il MINIMO.

COMMENTI