Il ritratto delle coppie: Emanuele Morelli e Marzia Martinelli

Chia 23 Agosto, 2011

Emanuele Morelli e Marzia Martinelli

Emanuele Morelli e Marzia Martinelli

La storia d’amore tra Emanuele Morelli e Marzia Martinelli è nata nel gennaio 2009. La ragazza ha partecipato ad Uomini e Donne come corteggiatrice di Jack Vanore, che dopo il l’abbandono del trono di Giovanni Conversano in seguito al ritorno di Serena Enardu, è diventato collega di trono di Emanuele. L’amore, però, è nato lontano dai riflettori grazie al social network Facebook. Al settimanale Visto, Marzia ha raccontato come si sono conosciuti:

“Inizialmente non avevo una buona opinione di lui. Non l’avrei mai corteggiato. Quando mi ha contattato su Facebook avevo parecchi dubbi se accettare o meno la sua amicizia. L’ho sempre considerato un ragazzo simpatico, perché l’avevo visto a Campioni, ma credevo che fosse interessato solo al mondo dello spettacolo come la maggior parte dei tronisti. Da quando abbiamo iniziato a chattare tutti i miei dubbi sono svaniti: si è rivelato molto diverso.”

Sono stati travolti da una grande passione che li ha portati all’altare il 2 agosto 2009. Le foto delle nozze sono state pubblicate in esclusiva sul settimanale Visto. I testimoni di nozze sono stati l’ex attrice porno Eva Henger e suo marito Massimiliano Caroletti.

“Il nostro amore è così forte che ci sposeremo due volte: in Comune, oggi, e poi in Chiesa, a Roma, per ribadire davanti a Dio il nostro desiderio di rimanere insieme per sempre. Prima di entrare in Municipio a Forlì stavo per scappare via. Mi sentivo così emozionata che non riuscivo a scendere dall’auto. Quando ho visto Emanuele non sapevo se ridere o piangere. Ma al tempo stesso non vedevo l’ora di dirgli di sì.”

Emanuele ha aggiunto:

“Abbiamo desiderato tanto questo momento. Per noi ogni notte è bella come se fosse la prima e ogni giorno è come se fosse San Valentino. Gli ho chiesto di diventare sua moglie dopo due settimane. Se non avessi trovato una ragazza come Marzia sarei rimasto solo. Lei ha molto più di quello che volevo da una moglie e dalla futura madre dei miei figli.”

A novembre 2010, tramite Facebook, è arrivata la lieta notizia:

“Che incanto della vita, tra qualche mese la gioia più grande. L’ho scoperto il 19 settembre, giorno in cui si festeggia San Gennaro. Quella mattina mi sono svegliata e ho deciso di fare un test di gravidanza: non avevo ritardi nel ciclo né strani sintomi. Però l’ho fatto. Incredula, ne ho fatto un altro, e un altro ancora… Per me scoprire di essere incinta è stato come ricevere un regalo da lassù. Ero fissata per i test di gravidanza, ogni mese ne compravo due, tre. Quando sono arrivata al quarto non avevo più dubbi e ho cominciato a piangere di gioia. Quando nascerà il bambino dovrò controllare Emanuele, so già che lo vizierà, mentre io sarò costretta a mettere delle regole: dovrò essere severa. Ma non con il bambino, con mio marito…”

Il bambino è nato nel 2011 e si chiama Lorenzo. Emanuele ha insistito tanto per assistere al parto:

“Marzia avrebbe scelto un nome particolare tipo Kenzo o Aron, ma poi ci siamo confrontati e abbiamo scelto qualcosa di tradizionale. C’è una rosa di nomi tra i quali abbiamo pescato appena abbiamo visto il bambino: Lorenzo, Daniele o Francesco. Ho un modello di genitore ideale: mio padre. Prenderò esempio da lui che, insieme con mia madre, non mi ha mai fatto mancare niente e al tempo stesso non mi ha viziato. Prima di addormentarmi penso sempre a come vorrei comportarmi, anche nelle situazioni più lontane, tipo quando mi chiederà il motorino.”

Il loro matrimonio procede a gonfie vele.

COMMENTI